Marco Masini in concerto al Teatro Orazio Bobbio di Trieste. GIOVEDI’ 17 MAGGIO

La lunga Stagione 2011/2012 della Contrada-Teatro Stabile di Trieste si conclude con un evento eccezionale fuori abbonamento. Giovedì 17 maggio farà infatti tappa al Teatro Bobbio il concerto del nuovo tour di Marco Masini: “Niente d’importante Tour 2012”.
Il nuovo tour di Masini, partito a fine marzo da Pescara, prende il nome dall’omonimo disco “Niente d’importante”, prodotto da Joe&Joe e distribuito da Edel, uscito il 27 settembre scorso, a tre anni di distanza da “L’Italia… e altre storie”.
Nel “Niente d’importante Tour 2012” – che tocca sedici città tra cui Roma, Firenze, Milano, Bologna, Napoli, Catania, Genova e Trieste – Marco Masini sarà accompagnato, oltre che dal suo fedele pianoforte, anche dalla sua band di cinque musicisti: Massimiliano Agati alla batteria, Cesare Chiodo al basso, Stefano Cerisoli alla chitarra elettrica, Riccardo Cherubini alla chitarra elettrica ed acustica e Antonio Iammarino al pianoforte e tastiere. Per un intero decennio, la carriera di Masini sarà un continuo altalenarsi di successi discografici (come “T’innamorerai” e “Il cielo della Vergine”) e delusioni personali. Il cantante infatti diventa protagonista di una totale spaccatura fra i media e il pubblico, fenomeno assolutamente inconsueto: mentre il numero dei suoi fan aumenta in tutta Europa, si crea una strana corrente di pensiero che accusa l’artista di eccessivo pessimismo (cui Masini risponde nel 1993 con la canzone “Vaffanculo”, sfogo sincero e coraggioso contro i suoi denigratori). Ma la pressione mediatica contro Masini si aggrava spingendolo nel 2001 a ritirarsi dalle scene.  Strenuamente sostenuto dai suoi numerosi fan (che per dimostrargli la propria solidarietà arrivano persino a dedicargli una canzone), il cantautore fiorentino ritorna a cantare nel 2003 con l’album “Il mio cammino”, seguito nel 2004 da “L’uomo volante”: con questa canzone presentata a Sanremo, Masini trionfa al televoto, vince il premio della commissione artistica per il miglior testo e quello assegnato dalla Sala Stampa Radio e TV Private. È un nuovo Masini, più maturo e introspettivo, quello dell’album “Masini” (riedizione de “Il mio cammino”), grazie al quale il cantante rientra nel cuore della gente, scalando le classifiche di vendita e di airplay radiofonico. Rinfrancato dal calore del suo pubblico, Masini sforna un progetto dietro l’altro: “Nel mondo dei sogni” presentata a Sanremo nel 2005; il progetto di collaborazione con Umberto Tozzi nel 2006 (da cui nasce l’album e il tour “Tozzi Masini”); la rielaborazione in acustica de “Il brutto anatroccolo” di Andersen nel 2007. Nel 2009 Masini torna al Festival di Sanremo con la canzone “L’Italia”, che anticipa di pochi giorni l’uscita de “L’Italia… e altre storie”, l’ultimo album di inediti prima di “Niente d’importante”, pubblicato lo scorso settembre. Carriera e vita spesa per la musica, Marco Masini le celebra invece nel 2010 con l’album “Un palco lungo… 20 anni”: un doppio CD con 23 dei suoi pezzi migliori e un DVD con il concerto live tenutosi al Nelson Mandela Forum di Firenze.
Il concerto di Marco Masini sarà in scena a Trieste giovedì 17 maggio alle 21.00.

 

Informazioni: 040.390613; contrada@contrada.it; www.contrada.it.

 (e.l.)




LA VOCE BLACK DELLA MUSICA ITALIANA TORNA SULLE SCENE :MARIO BIONDI

MARIO BIONDI, la voce black della musica italiana, ritorna sulle scene in grande stile con un nuovo straordinario lavoro. Il crooner è andato alla scoperta di nuovi talenti e lancia la nuova frontiera della musica: il “talent album”. Un progetto unico nella storia della discografia italiana che vede per la prima volta un produttore e un artista affermato offrire, all’interno del proprio album, spazio ad altri artisti, alcuni dei quali ancora non riconosciuti dal grande pubblico, trasformandolo in un “trampolino di lancio” per giovani talenti. Si tratta di “Due”, il nuovo doppio album di inediti di MARIO BIONDI, uscito lo scorso 15 novembre su etichetta Tattica, in cui l’inimitabile voce dell’artista catanese incontra 20 artisti di talento provenienti dalla scena soul e jazz italiana e internazionale. Venti brani, di cui 13 inediti composti dagli stessi artisti coinvolti nel progetto e 7 cover, in cui l’artista, in collaborazione con i suoi ospiti, dà prova di grande versatilità muovendosi con classe ed energia tra pezzi che spaziano tra il soul, il jazz con influenze r&b e lounge, fino a toccare sonorità bossanova vicine al brazilian sound.  La pubblicazione di “Due” sarà seguita nei prossimi mesi da un’attesa tournee teatrale: dopo i quattro concerti anteprima che si terranno dal 1 al 4 febbraio al Ronnie Scott’s di Londra, MARIO BIONDI approderà dal 7 marzo nei principali teatri italiani (Roma, Varese, Bologna, Torino, Cesena, Montecatini Terme, Napoli, Catania, Avellino, Trieste, Bergamo e Milano) e domenica 1 aprile 2012 sarà il Politeama Rossetti di Trieste a ospitare l’unica performance regionale, co-organizzata da Azalea Promotion, il Comune di Trieste – Assessorato allo Sport e il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Un’occasione esclusiva per ascoltare dal vivo, oltre ai grandi successi del crooner catanese, l’inedito progetto assolutamente innovativo nel panorama della musica italiana, “Due”, che arriva a un anno di distanza dall’uscita di “Yes You”, il doppio album live con cui Biondi ha conquistato il doppio disco d’oro, e al termine di un lungo tour estivo con cui ha incantato le platee di tutta Italia, registrando sold out ovunque. Un percorso inarrestabile per un artista che in poco meno di cinque anni, con soli due album di inediti e due raccolte live, ha venduto oltre 600mila copie, conquistato 9 dischi di platino e il primo posto con “If” della classifica iTunes come miglior album del 2012.   Diviso in due dischi, “Due” si apre con “Blue Skies”: dominato dal suono del sassofono e da sonorità jazz classiche senza disdegnare influenze cubane e brazilian jazz, il brano porta la firma di Irving Berlin ed è interpretato insieme a Biondi da Jeff Cascaro, trombettista, arrangiatore e cantante dal grande talento, noto soprattutto in Germania e conosciuto dal pubblico italiano per aver prestato la sua voce a una nuova versione di “Love is in the air”. Un pezzo di elevata caratura inserito nel nuovo straordinario doppio album è “Won’t you come back”, un inedito scritto dall’artista israeliano Sagi Rei. Una canzone romantica e un po’ malinconica dalle sonorità alla James Taylor, in cui la voce chiara e acuta dell’artista si alterna a quella calda e sensuale di Biondi. Il secondo disco si apre invece con “Mother Earth”, brano di grande intensità emotiva che l’artista catanese ha composto assieme al batterista e vero capostipite del “new jazz” nel mondo, Lorenzo Tucci. La canzone è una speciale e sentita dedica alla madre terra, composta in seguito al disastro nucleare che lo scorso marzo ha colpito il Giappone, dove sia Tucci che Biondi si sarebbero dovuti recare per una serie di concerti. “All I really want” che porta la firma dell’emergente pianista jazz Chiara Civello e “All you have to do” cantato in duetto con Alain Clark, una delle più belle voci balck del panorama attuale sono due tra i pezzi che spiccano maggiormente. Il disco si chiude infine all’insegna dell’autoironia: MARIO BIONDI duetta infatti con Fabrizio Casalino, cantautore, comico e imitatore conosciuto dal grande pubblico anche grazie alla sua esilarante imitazione dell’artista catanese.  I biglietti (prezzi da 30 a 50 euro, più diritti di prevendita) per l’esclusivo concerto sono già acquistabili nei punti vendita abituali del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia (www.ilrossetti.it), di Azalea Promotion (www.azalea.it) e sui circuiti online Ticket One (www.ticketone.it) e Vivaticket (www.vivaticket.it)

Per informazioni sul concerto di Mario Biondi a Trieste:

Azalea Promotion tel. +39 0431 510393 – www.azalea.itinfo@azalea.it

ilRossetti – Teatro Stabile del FVG tel. +39 040 3593511 – e-mail: info@ilrossetti.it – web: www.ilrossetti.it

Ufficio Stampa Azalea Promotion:  Luigi Vignando tel. +39 348 9007439 – luigi@azalea.it

La redazione