1

Di pensier in pensier, di monte in monte. Il paesaggio nella letteratura e nell’arte.

Il paesaggio è il tema della ottava edizione del convegno di studi che si svolgerà sabato 20 ottobre, alle ore 8.45, in Sala Filarmonica a Camposampiero (Pd).

Organizzato dalla Città di Camposampiero, con la partecipazione degli Istituti Superiori “I. Newton” e “S. Pertini” di Camposampiero, dell’Associazione culturale “Viadelcampo” di San Giorgio delle Pertiche, della rete Biblioape e patrocinato dalla Regione Veneto, dalla Provincia di Padova e dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Padova, il convegno volge ora lo sguardo al tema del paesaggio nelle produzioni poetiche e nell’arte figurativa. Per la prima volta il convegno di studi dell’ottobre camposampierese, che quest’anno è giunto all’ottava edizione, è stato inserito nel programma di RetEventi 2012, importante iniziativa dedicata quest’anno ai Paesaggi culturali e che coinvolge comuni e associazioni del territorio provinciale in un fitto cartellone di oltre 700 appuntamenti Nel corso della mattinata sono previsti gli interventi di Claudio Griggio (Università degli studi di Udine), Carlo Toniato (Ufficio Cultura Città di Camposampiero) e del critico d’arte e videoartista Barbara Codogno. Le relazioni, cui saranno accompagnate le letture dell’attore Angelo Zampieri, saranno dedicate da un lato alla lettura del paesaggio nei poeti di età umanistica e nell’opera di Andrea Zanzotto,  dall’altro alla riscoperta dei tesori nascosti nel territorio del camposampierese; a seguire sarà proposto un approfondimento sul corpo del paesaggio nell’arte figurativa. Al termine della mattinata saranno presentati i lavori degli studenti delle scuole superiori che partecipano all’evento.

Programma :

Ore 9.00 Saluto delle autorità  Claudio Griggio (Università degli Studi di Udine), “Paesaggio, ricerca dell’armonia, scrittura in età umanistica e  in Andrea Zanzotto”

Carlo Toniato (Ufficio Cultura Città di Camposampiero), La bellezza ritrovata: viaggio tra i tesori nascosti del Camposampierese”

 Moderatore: Marcello Bernacchia (I.I.S. “I. Newton” – Camposampiero)

Ore 10.40 Break  Barbara Codogno (video artista e critico d’arte), “Il corpo del paesaggio”

 Moderatrice Sandra Milan (I.I.S. “I. Newton”  – Camposampiero)

Ore 12.00  Dibattito e conclusione dei lavori Letture di Angelo Zampieri

Vito di Giorgio per la redazione




LIVORNO : IL TAN 2012 E LA BARCOLANA

IL TAN E LA BARCOLANA
I due più importanti eventi del panorama velico del Mediterraneo si sono incontrati a Trieste,
sabato 13 e domenica 14 ottobre. Durante la quarantaquattresima edizione della Barcolana è stato
presentato, infatti, il Pre-bando di regata del trentesimo Trofeo Accademia Navale e Città di
Livorno, che si svolgerà tra il 20 aprile ed il 1 maggio 2013. L’eccellenza sportiva e la passione
per il mare hanno trovato un punto d’incontro unico grazie alla Barcolana ed al TAN, in un
entusiasmante weekend che ha visto sfidarsi nelle acque del Golfo di Trieste tanto nomi prestigiosi
della vela quanto migliaia di semplici amanti del mare. Per la prima volta nella loro storia la
Barcolana e il TAN incrociano la loro rotta, forti di una sinergia e di una complementarietà che
unisce idealmente i due grandi eventi velici e che si auspica vada ad arricchire ulteriormente il
prestigioso panorama della vela italiana.
Dalla Bora triestina al Libeccio livornese: la chiusura della stagione velica 2012 segna il passo con
le regate della Barcolana, in attesa dell’appuntamento con il TAN nella primavera 2013. Un
appuntamento, quest’ultimo, già sulla linea di partenza, che ancora una volta si svolgerà all’insegna
del consolidato, forte connubio tra agonismo, cultura, tradizione, commercio e solidarietà che da
sempre anima i campi di regata del Trofeo Accademia Navale e Città di Livorno.
Un caloroso “arrivederci a Livorno” a tutti gli amici organizzatori e regatanti della Barcolana, tra
il 20 aprile ed il 1 maggio 2013, per la trentesima edizione TAN.
Sul sito web del Trofeo Accademia Navale e Città




BARCOLANA 2012 – NAVIGANDO NELLA SCIENZA

In occasione della Barcolana 2012 il Servizio Musei Scientifici del Comune di Trieste propone per la prima
volta una serie di eventi e iniziative straordinarie per offrire e far conoscere il patrimonio Museale e
culturale della città e del territorio. 30 ore di aperture straordinarie, 16 ore di visite guidate e giochi per bambini si susseguiranno nel corso del fine settimana nei 4 Musei Scientifici di Trieste e al sito paleontologico del Villaggio del
Pescatore (Duino Aurisina). Da venerdì a domenica il Museo Civico di Storia Naturale, il Civico Museo del Mare, il Civico Orto Botanico e il Civico Aquario Marino saranno aperti in modo continuato dalle 10 alle 19.
In dettaglio:
Al CIVICO MUSEO DEL MARE si presenta una nuova vetrina tutta dedicata alla Barcolana.
In collaborazione con la Società Velica di Barcola e Grignano che ha gentilmente messo a disposizione
alcuni dei primi trofei e manifesti, sono esposte alcune ormai storiche barche di Sciarrelli nonché foto e
filmati tratti dall’archivio Marzari del Museo.
Per l’occasione, ogni iscritto alla Barcolana disporrà di un ingresso ridotto per 2 persone al Civico Museo
del Mare.
Visite guidate si susseguiranno al Civico Museo del Mare giovedì alle 11, venerdì alle 11 e alle 14,
sabato alle 11 e alle 14.
Al MUSEO CIVICO DI STORIA NATURALE visita guidata gratuita al Museo per cittadini e turisti,
con particolare riguardo alla sala dei Dinosauri e dei Coccodrilli, nonché alla nuovissima Mostra sulle
Catene Alimentari con il gioco delle prede e dei predatori: sabato alle 12.
Per approfondire la conoscenza dei dinosauri, o per i velisti che stazionano al VILLAGGIO DEL
PESCATORE (Duino Aurisina), sabato alle 16 (ritrovo presso la cava del Villaggio) riapertura
straordinaria del SITO PALEONTOLOGICO DEI DINOSAURI e visita guidata gratuita a
cura della Sezione di Paleontologia del Museo Civico di Storia Naturale.
Al CIVICO ORTO BOTANICO visita guidate venerdì alle 15 sullo straordinario mondo delle piante
nei suoi colori autunnali.
Sabato alle 10, invece, visita guidata al percorso geo-paleontologico e, a seguire, CACCIA AL TESORO
PER BAMBINI (6 – 14 anni) alla scoperta dei fossili e delle piante.
Al CIVICO AQUARIO MARINO conosceremo “quelli che la Barcolana la vedono da sotto” con
ben tre occasioni per familiarizzare con le numerose creature marine ospitate, ma anche con i rettili e gli
anfibi che in queste giornate sopportano la pacifica invasione del ciglione carsico. Visite guidate venerdì
alle 17 e sabato alle 15 e alle 17.




ANCHE L’ERT FVG PRONTO AL VIA DELLA STAGIONE 2012-2013

La grande novità nelle stagioni di prosa 2012/2013 dell’ERT è la Prima Stagione di Prosa del Teatro Plinio Clabassi di  Sedegliano  che per la prima volta quest’anno si  avvale del supporto dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia. E entra, quindi, nella famiglia ERT anche il Teatro Clabassi di Sedegliano.

IL TEATRO CLABASSI DI SEDEGLIANO CHE SI UNISCE AL CIRCUITO ERT FVG PER LA NUOVA STAGIONE 2012-2013

– A Udine, nel cuore del Friuli Venezia Giulia, vengono presentate le 23 stagioni di prosa che fanno capo all’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia. E proprio “Il Cuore del Teatro” è lo slogan che accompagnerà il 2012/2013 del circuito. «Ci diciamo sempre che è difficile continuare ad aumentare le presenze – sono le parole del direttore Manzoni – ma ogni anno il pubblico ci stupisce positivamente dimostrando quanto sia importante continuare a portare il Teatro capillarmente in tutta la regione. Quest’anno, persa momentaneamente la stagione di Spilimbergo per i lavori di adeguamento del Teatro Miotto, diamo il benvenuto al Teatro Plinio Clabassi di Sedegliano che presenterà ben 6 spettacoli, 4 dei quali prodotti in Friuli Venezia Giulia»I protagonisti dell’imminente stagione di prosa saranno Marco Paolini  che avrà un ruolo guida con il nuovo Ballata per uomini e cani, spettacolo dedicato a Jack London e presentato ad inizio stagione nella forma di “studio”; l’attore bellunese sarà in circuito anche in febbraio con il collaudatissimo ITIS Galileo. Gradito ritorno è, sempre in apertura di stagione, quello di Angela Finocchiaro, con il suo Open Day. Reduce da una stagione romana da tutto esaurito arriva in FVG Simona Marchini, diretta da Gigi Proietti, in uno spettacolo biografico: La Mostra. Grande attesa anche per Il nipote di Rameau, testo di Denis Diderot con un istrionico Silvio Orlando, e per Occidente Solitario, un testo beckettiano di Martin McDonagh, con due stelle – anche cinematografiche – come Claudio Santamaria e Filippo Nigro.  Tra gli altri spettacoli che andranno in scena unicamente nel circuito ERT segnaliamo California suite, commedia del “maestro” Neil Simon, con Gianfranco D’Angelo e Barbara Terrinoni; il giallo Un ispettore in casa Birling con Paolo Ferrari e Andrea Giordana; la commedia Boeing Boeing che, oltre alla “nostra” Ariella Reggio, vedrà il ritorno sulla scena di Gianluca Guidi, sul palco insieme a Gianluca Ramazzotti, Randi Ingerman, Marjo Berasategui ed Ela Weber; un Natalino Balasso in versione stand up comedian assolutamente da non perdere con Stand Up Balasso, e il nuovo spettacolo firmato Fausto Paravidino, Exit con Sara Bertelà e Nicola Pannelli. Al di là delle esclusive, come sempre le stagioni ERT presentano il meglio della produzione regionale e nazionale, andando a sondare tutti i generi, dalla commedia al dramma, dall’operetta ai classici, passando per i musical, il teatro danza e la narrazione. Tra le commedie, oltre alle già citate California Suite e Boeing Boeing, vale la pena di ricordare anche il ritorno di Se devi dire una bugia dilla ancora più grossa con Gianluca Guidi, questa volta nel ruolo di regista; e Vite Private, pièce di Noel Coward con Corrado Tedeschi e Benedicta Boccoli.Non mancheranno poi i comici di grande successo e di certo richiamo per il pubblico di tutte le età come Giuseppe Giacobazzi (Apocalypse), Ale e Franz (Aria Precaria) e Raul Cremona (Prestigi). Tra i classici, impossibile non menzionare Così è (se vi pare) di Luigi Pirandello con l’udinese Luciano Virgilio, Pino Micol e Giuliana Lojodice; Questi fantasmi!, l’ultima tournee di Carlo Giuffrè prima del ritiro dalle scene; Miseria e nobiltà con Lello Arena e Geppy Gleijeses; La Bisbetica domata di Shakespeare con Vanessa Gravina ed Edoardo Siravo; e Aspettando Godot, con Natalino Balasso e Jurij Ferrini, ancora insieme dopo il successo dei Rusteghi di Carlo Goldoni. Come ormai accade da molte stagioni, l’ERT rivolge grande attenzione alle produzioni che nascono nella nostra regione, e allora ecco che gli Artisti Associati di Gorizia sono presenti con le due produzioni che hanno per protagonisti Zuzzurro&Gaspare (La cena dei cretini e il nuovo Tutto Shakespeare in 90 minuti), la Contrada di Trieste con ben tre spettacoli (L’apparenza inganna con il duo Micheli-Solenghi, lo struggente Buonanotte mamma con Ariella Reggio e Marcela Serli e Buone vacanze con Maurizio Zacchigna su testo di Carlo Tolazzi), il Teatro Stabile del FVG con 6 repliche degli Oblivion, il CSS Teatro Stabile d’innovazione del FVG con le due produzioni firmate Farie Teatrâl Furlane, Siums (il nuovo lavoro in friulano di Gigi Dall’Aglio con i migliori intepreti e drammaturghi del panorama teatrale friulano), Il sium di une Patrie sugli ultimi anni di vita di Pre Checo Placereani, oltre alla coproduzione, firmata da Cesare Lievi, con il Teatro Nuovo Giovanni da Udine: La fine dell’inizio. A fianco alle case di produzioni maggiori, verranno ospitate nel circuito anche le altre realtà del territorio come l’Accademia Nico Pepe (La repubblica contesa), Vettori Ultramondo con La vita non è un film di Doris Day (imperdibili Massimo Somaglino, Claudio Mezzelani e Claudio de Maglio en travesti), i Papu con il Giovane Frankenstein, Giuliana Musso sensibile attrice friulana d’adozione con il suo ultimo lavoro La fabbrica dei preti e molti molti altri. Non mancheranno, infine, i consueti appuntamenti con il musical e l’operetta  – tra i primi ricordiamo The Full Monty, mentre per le seconde Il Pipistrello di Strauss, Cin ci là e Scugnizza – ed è sempre più saldo il legame con il Circuito Danza del FVG, che presenterà tre appuntamenti di grande qualità: Amarcord con l’etoile Rossella Brescia, i Carmina Burana e gli acrobatici eVolution Dance Theater con FireFly. Volendo sintetizzare con qualche numero l’attività di spettacolo dell’ERT, nelle sole stagioni di prosa 2012/2013 verranno rappresentati 89 spettacoli (5 in più rispetto all’anno scorso, ben 11 in più rispetto al 2010/2011) per un totale di 173 giornate recitative (10 in più rispetto alla stagione passata), delle quali ben 45 saranno appannaggio delle compagnie regionali. Come detto, 23 sono i teatri nei quali l’ERT porterà questi spettacoli: Artegna, Camino al Tagliamento, Casarsa della Delizia, Cividale, Colugna, Codroipo, Cordenons, Gemona del Friuli, Grado, Latisana, Lestizza, Maniago, Monfalcone, Palmanova, Pontebba, Prata di Pordenone, Premariacco, Sacile, San Daniele del Friuli, San Vito al Tagliamento, Sedegliano, Tolmezzo e Zoppola.  Altri teatri coinvolti saranno poi quelli impegnati in Teatro in Collina, la rassegna di compagnie amatoriali realizzata congiuntamente alla Comunità Collinare del Friuli Venezia Giulia e all’ATF Associazione Teatrale Friulana: il calendario è in fase di definizione proprio in questi giorni e conterà circa 20 appuntamenti. Accanto alle stagioni di prosa, l’ERT conferma quale importante ambito di intervento  le attività rivolte ai più giovani. Tra novembre e marzo andrà in scena la settima edizione di Piccolipalchi che porterà in 16 Comuni della regione (Aquileia, Artegna, Buja, Camino al Tagliamento, Codroipo, Fagagna, Latisana, Lestizza, Majano, Monfalcone, Palmanova, Pasiano di Pordenone, Premariacco, San Daniele del Friuli, San Vito al Tagliamento, Tolmezzo) 36 repliche di spettacoli di Teatro Ragazzi selezionati tra le migliori produzioni regionale e nazionali. La rassegna si avvale della collaborazione, oltre che dei comuni aderenti, anche della Fondazione CRUP, della Provincia di Udine e del LaREA Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale del FVG grazie e verrà presentata con una conferenza stampa ad hoc nelle prossime settimane. Festeggia, invece, un traguardo storico come i 25 anni di vita il progetto teatroescuola dell’ERT, dedicato all’educazione dei più piccoli ai linguaggi dello spettacolo dal vivo e dell’Arte. Il programma completo delle attività verrà presentato, come da tradizione, nel mese di gennaio ma già nelle prossime settimane si terrà un importante appuntamento: dal 23 al 25 ottobre, infatti, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine ospiterà la quarta edizione di “Fare Teatro a Scuola Secondo Noi”, una tre giorni di seminari, incontri e approfondimenti sul Teatro e la Scuola rivolta a insegnanti, educatori e operatori teatrali, che negli scorsi anni ha registrato un notevole interesse e partecipazione. La manifestazione è organizzata in collaborazione con la Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine.

                                                                                                                                                                  La redazione su informazioni apprese sul nuovo sito ERT-FVG




Sindaco Honsell su detenuto suicida nelle carceri di Udine

“Sono profondamente addolorato per quanto accaduto – dichiara il sindaco di Udine, Furio Honsell, nell’apprendere la notizia del detenuto suicida nel carcere del capoluogo friulano – . A nome mio e di tutta l’Amministrazione esprimo vicinanza ai familiari del detenuto. Come Amministrazione siamo vicini sia ai detenuti sia agli operatori, in particolare alla direttrice, per le difficoltà con cui devono quotidianamente operare. Il tema del sovraffollamento delle carceri, così come quello delle difficoltà finanziarie in cui versa il sistema carcerario – continua Honsell – è un tema che più volte è stato sollevato e che è da sempre al centro della nostra attenzione. Proprio per questo motivo il Comune ha istituito il Garante dei detenuti, una figura di grande importanza che si attiva per il rispetto della dignità delle persone ristrette in carcere, per migliorare le loro condizioni di vita e sociali”.  Il Garante dei detenuti, con diverse denominazioni, funzioni e procedure di nomina, è presente in 23 Paesi dell’Unione europea. In Italia non è stata ancora istituita la figura di un garante nazionale per i diritti dei detenuti, ma esistono garanti regionali, provinciali e comunali, le funzioni dei quali sono definite dai relativi atti istitutivi. A Udine per la prima volta la figura del Garante dei detenuti è stata istituita nella seduta del Consiglio comunale del 22 dicembre 2011. Nell’ultima seduta di luglio a ricoprire questo ruolo il Consiglio ha eletto Maurizio Battistuta, presidente dell’Associazione di volontariato penitenziario Icaro di Udine.




La 18^ edizione 13 al 16 set. FRIULI DOC 2012 UDINE,

Più spazio in Largo Ospedale Vecchio, presenza di Confartigianato in via Mercatovecchio, ma anche in piazza Matteotti, e l’atteso ritorno di piazza Garibaldi. Mentre è ufficialmente partito il conto alla rovescia in vista della

18a edizione di Friuli Doc, la più grande kermesse enogastronomica regionale

in programma a Udine dal 13 al 16 settembre, è pronta la mappa della manifestazione che quest’anno sarà dedicata al tema del formaggio, uno dei tanti, tipici prodotti friulani.

“Dopo un lungo lavoro – spiega il vicesindaco e assessore alle Attività economiche e turistiche, Vincenzo Martines – abbiamo definito non solo

tutti i luoghi di Friuli Doc, ma anche tutti i consorzi, gli enti e le pro loco che occuperanno le principali piazze e vie del centro storico udinese durante la manifestazione. Tra le novità di questa edizione – continua Martines – sono particolarmente contento per il fatto che, visto il successo riscosso

nei passati anni e le tante richieste pervenute, Confartigianato amplierà la propria partecipazione con degli stand che occuperanno non solo via Mercatovecchio e via Vittorio Veneto, ma quest’anno anche piazza Matteotti, dove oltre alla presenza degli artigiani e le loro produzioni ci sarà anche uno spazio con tanti giochi per i più piccoli”.

Se, quindi, i prodotti del miglior artigianato locale faranno la loro comparsa

per la prima volta in piazza Matteotti, il grande stand dell’Ersa, su esplicita richiesta dell’Ente regionale per lo sviluppo agricolo, si trasferirà in piazza XX Settembre. Ma le novità non finiscono qui. “Abbiamo voluto allargare – prosegue Martines – lo spazio tradizionalmente concesso in Largo Ospedale Vecchio. Quello, infatti, è un luogo molto amato dai visitatori di Friuli Doc ed era quindi giusto sfruttare al massimo le potenzialità della piazza che, quindi, potrà ospitare gli stand fino quasi in via Crispi”. Nella nuova collocazione troveranno posto il Tarvisiano, le pro loco di Capriva del Friuli, di Chiusaforte, di Pontebba, di Bagnaria Arsa, di San Giorgio di Nogaro e di Coderno.

Altra novità è l’atteso ritorno di piazza Garibaldi, “orfana” da alcuni anni di Friuli Doc a causa dei lavori di ristrutturazione della scuola Manzoni. Qui si potranno degustare le prelibatezze enogastronomiche del Consorzio vini Aquileia, della sagra delle patate di Godia,

della cooperativa pescatori di Trieste e della pro loco di Avasinis.

“Grazie al prezioso contributo della Camera di Commercio – continua l’assessore –, che offrirà la copertura di piazza Venerio, sarà qui possibile ospitare comodamente molte altre realtà del territorio come le pro loco di Savorgnano del Torre, dell’Alta Val Malina, di Magnano in Riviera e di Gemona, oltre al consorzio Dolce Nord Est”. Inoltre, la Cciaa organizzerà una serie di show




GREEN AND BASS FESTIVAL

 

Parco del Cormor, Udine / Sabato 1 Settembre 2012
dalle 18.00 / Ingresso gratuito

Sabato 1 settembre presso il parco del Cormor di Udine, ed a ingresso gratuito, si svolgerà a partire dalle 18 la prima edizione del Green and Bass Festival, iniziativa tutta dedicata alle caratteristiche atmosfere della drum and bass, dubstep, reaks jungle.E’ la prima volta in regione che questo genere di evento esce dai normali schemi underground, presentandosi al pubblico regionale in una suggestiva location, ad ingresso gratuito, arricchito dalla eccezionale presenza A supporto della manifestazione saranno presenti tutte le crew che da anni hanno promosso e supportato questi generi musicali, spesso come pionieri, in Friuli Venezia Giulia: ci saranno infatti gli udinesi Trickbag Djs, promotori di Bleep, ci saranno i resident di DZoo e del Cube Club con le serate Ambra dnb ed Emma Dubstep, come anche Cedimenti Strutturali da  Trieste, e Spade Skull da Pordenone.
Info:  www.greenandbass.tumblr.com  greenandbass@gmail.comInfo: www.greenandbass.tumblr.com greenandbass@gmail.com



CALA IL SIPARIO SULL’OTTAVA EDIZIONE DEL LAGO FILM FEST DI REVINE LAGO

Revine Lago, 27 luglio 2012


Dopo la serata straordinaria di venerdì 27 luglio, quando in Riva al Lago il giornalista di Report Alberto Nerazzini ha presentato al pubblico la sua inchiesta La divina Provvidenza (per la prima volta sullo schermo cinematografico grazie alla collaborazione con Rai Teche), è tutto pronto per la giornata di chiusura del Lago Film Fest di Revine Lago.

Con un Red Carpet composto dai giurati del concorso Alberto Nerazzini, Angela Rafanelli, Max Hattler, da Andrea Martignoni e Sebastiano Barcaroli, infatti, domani sabato 28 luglio calerà il sipario sull’ottava edizione del trevigiano Festival Internazionale di Cortometraggi, Documentari e Sceneggiature.

Nel corso della cerimonia, in programma alle ore 21:30 in Riva al Lago, verrà annunciato il verdetto della giuria chiamata a decretare i vincitori del concorso Internazionale. In lizza ci sono115 film che tra fiction e documentario mostrano il talento di 86 paesi diversi espresso nelle categorie: Nazionale, Internazionale, Nuovi Segni, Sui Generis, Veneto, Unicef .

Saranno presenti il direttore artistico Viviana Carlet, il direttore generale Carlo Migotto, il direttore tecnico nonché presidente della Pro Loco di Revine Lago Emiliano Bernardi, Floriano Zambon, Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Provincia di Treviso e Battista Zardet, sindaco di Revine Lago.

Tra gli altri eventi di punta della giornata di domani, a grande richiesta del pubblico, anche la replica della proiezione di Land Of Joy di Laura Lazzarin, in programma alle ore 22:00 presso il Cortile Carlettin.Il film, tra le opere più sconvolgenti e nello stesso tempo amate dal pubblico di Revine Lago, svela vizi e virtù di chi vive in Veneto. Un’altra replica è inoltre in programma alle ore 21:00: si tratta di quella dell’inchiesta La divina provvidenza di Nerazzini

Tra gli eventi collaterali sono in evidenza alle ore 22:30 in Riva al Lago il grande party di chiusura con Hawanna Dj con cui salutare l’ottava edizione del Lago Film Fest.

Programma 28 luglio 2012

Ore 21:30 Riva del Lago _ Cerimonia di chiusura, premiazione e proiezione dei film vincitori. Alle 22:30 / CLOSING PA RTY – Ballando fino all’alba con HAWANNA DJ
Ore 21:00 Vicolo Arco_ Proiezione evento del documentario “La Divina Provvidenza” di Alberto Nerazzini, in collaborazione con Rai Teche. Dalle ore 22:30 Proiezione dei film vincitori dell’edizione 2012.
Ore 21:00 Cortile Carlettin_Proiezione dei migliori film UNICEF Appuntamento alle 22:00 con la Proiezione del Documentario “Land Of Joy” di Laura Lazzarin.
Ore 16:00 Salone della Comunità_ i film più votati dal pubblico dell’ottava edizione del Lago Film Fest




NOVARA: SHAKESPEARE CHIUDE “TUTTA COLPA DELLA LUNA”

 

La rassegna teatrale dedicata alle compagnie locali è una delle sorprese positive dell’edizione 2012 dell’Estate Novarese .

Ultimo appuntamento, lunedì 30 luglio ai giardini di via Collegio Gallarini, per la rassegna “Tutta Colpa della luna”, inserita nel cartellone dell’Estate Novarese, e dedicata alle compagnie teatrali locali. Una rassegna che ha raccolto i favori del pubblico, facendo registrare costantemente il tutto esaurito nella piacevole location, che per la prima volta viene utilizzata per spettacoli estivi, valorizzando un angolo di pregio ai margini del centro storico.

Per questa ultima serata, il cartellone vira decisamente vero il “classico”.

La compagnia “L’Arcano”, una delle più longeve tra quelle che operano sul territorio novarese, ripropone un pezzo forte della drammaturgia di tutti i tempi, “Molto rumore per nulla” di William Shakespeare.

Scritta alla fine del ‘500 e ambientata a Messina, l’opera rientra a pieno titolo nel genere della “tragicommedia”, nella quale l’elemento comico si fonde a quello tragico e propriamente drammatico che, nel caso specifico, è rappresentato dalla finta morte di una delle protagoniste, la bella Ero. Commedia breve e brillante, nella quale si intrecciano le vicende di due coppie e gli intrighi amorosi per intralciarle o incoraggiarle, l’opera è stata fortunata sul versante della rappresentazione teatrale, restando nei secoli una delle commedie di Shakespeare più conosciuta e portata sulle scene.

Uno spettacolo ben costruito garantito da 15 anni e oltre di carriera in cui sia i costumi e le scenografie rispettano i canoni e il linguaggio che in parte ha volutamente mantenuto i termini arcaici, immerge in un’atmosfera leggera e serena.

Si comincia alle 21.30. Ingresso, come sempre, libero.




PRONTO A PARTIRE IL 1^ FESTIVAL INTERNAZIONALE DEGLI ARTISTI DI STRADA


Proposto per la prima volta in città, il festival richiamerà artisti provenienti da tutto il mondo per esibirsi nelle vie e piazze del centro

Due giornate di spettacoli, danze e animazioni proposti da artisti provenienti da tutto il mondo, che per la prima volta a Udine si esibiranno più volte nelle vie e piazze più suggestive della centro cittadino.  È ai nastri di partenza la 1^ edizione del Festival internazionale degli artisti di strada, appuntamento inserito all’interno del ricco cartellone di UdinEstate e che si preannuncia già come appuntamento fisso degli eventi estivi del capoluogo friulano.