SORPASSO AL NAPOLI E MENO UN PUNTO PER IL PARADISO!

L’Udinese vince in casa per 2 a 0 contro il Genoa e, complice la sconfitta con lo stesso risultato del Napoli a Bologna, riacciuffa il terzo posto a 90 minuti dalla fine del campionato.

I friulani partono subito bene anche se sono sfortunati per l’infortunio di Pinzi che lascia il campo per Pazienza. In fase offensiva si fa pericoloso prima Basta con un tiro alto di poco poi Pasquale su cui è bravo Frey e ancora con Di Natale che non riesce a trovare la porta. L’episodio che cambia la partita arriva al 29’ quando Kucka viene espulso per doppia ammonizione per fallo su Fabbrini, dalla successiva punizione Di Natale, da fuori area, sorprende Frey per l’1 a 0. Il Genoa non si riprende subito e rischia ancora su un tiro di Pasquale in giornata decisamente positiva. In finale di tempo ospiti pericolosi con Palacio che al 39’ viene espulso: insulto ad un suo compagno di squadra ma l’arbitro registra l’offesa nei suo confronti e lo manda fuori dal campo con largo anticipo.

La ripresa è un monologo bianconero con conclusioni di Di Natale, Asamoah e di Floro Flores entrato al posto di Fabbrini. Il nuovo entrato trova il gol al 66’ su cross di Basta per il raddoppio. Il finale è controllato senza molti problemi dai friulani che si fanno pericolosi ancora con Di Natale ma il risultato non cambia per una vittoria meritata e di straordinaria importanza per il campionato.

A fine gara Guidolin e Di Natale predicano, giustamente, calma in quanto il sogno Champions si dovrà concretizzare nell’ultima giornata, nell’impegnativa trasferta di Catania, dove basterà un punto.

Per ora è terzo posto con 61 punti, 2 in più della Lazio vincente per 2 a 0 a Bergamo contro l’Atalanta, 3 in più del Napoli e dell’Inter che vince il derby contro il Milan per 4 a 2.

Vittoria nel derby che, unitamente alla vittoria della Juventus per 2 a 0 a Trieste contro il Cagliari, consegna nelle mani della squadra di Conte il primo, meritato, scudetto dopo calciopoli.

Nella penultima giornata belle vittorie per il Parma (2 a 0 a Siena), per il Novara (3 a 0 contro il Cesena) e della Fiorentina (1 a 0 a Lecce, che inguaia la squadra salentina costretta a vincere l’ultima partita e sperare nella contemporanea sconfitta del Genoa). Pareggio divertente per 4 a 4 fra Palermo e Chievo, molto meno per la Roma (2 a 2 in casa contro il Catania) che, considerati gli altri risultati, dice addio all’Europa.

 

Rudi Buset

rudi.buset@ildiscorso.it

© Riproduzione riservata