UDINE: FERRAGOSTO IN CITTÀ, BUON SUCCESSO

Quasi 500 ingressi nonostante la splendida giornata di sole promettesse di svuotare la città a vantaggio delle località di mare. Il ferragosto infrasettimanale ha sancito un buon successo per le collezioni e le mostre dei Civici Musei del Comune di Udine. Nell’apertura festiva di ieri 15 agosto le strutture museali cittadine hanno staccato quasi 500 biglietti di ingresso – 448 per la precisione – calamitando un buon numero di turisti. I visitatori hanno dimostrato di apprezzare anche l’iniziativa “Il gusto dell’arte”, con la quale i Civici Musei, attraverso una gelateria aderente, premiavano con un cono gelato ciascun ingresso a un museo o a una mostra della rete museale cittadina. Nel corso della giornata sono stati quasi 400 i gelati omaggio distribuiti a fronte delle visite effettuate. Proprio per l’ottimo riscontro ottenuto, in futuro l’intenzione è di riproporre formule analoghe in collaborazione con i commercianti e gli esercenti. “Mi sembra un buon risultato – sottolinea l’assessore alla Cultura Luigi Reitani – anche perché la giornata particolarmente calda invogliava a una gita fuori città. Un dato ancora più positivo se si considera che quest’anno, oltre alla mostra di Dario Fo a casa Cavazzini, le collezioni permanenti hanno contribuito con un’ottima affluenza”. Soddisfazione anche da parte del sindaco Furio Honsell: “Udine si conferma città accogliente anche a ferragosto e per tutti i mesi estivi sia per i residenti sia per i turisti – sottolinea – . La proposta culturale di UdinEstate sta riscuotendo un buon successo di pubblico come dimostra la forte affluenza per i tanti eventi in programma e in particolare per le visite guidate e gli itinerari di scoperta della città”. Punta di diamante dell’offerta culturale cittadina si è confermata la mostra “Dario Fo. La pittura di un narratore”, ospitata a casa Cavazzini fino al 26 agosto, che a ferragosto ha registrato complessivamente 237 ingressi. L’esposizione, dedicata all’opera grafica e pittorica di Dario Fo, viene presentata per la prima volta in Italia. Con oltre 100 opere, dai primi autoritratti agli abbozzi per scenografie fino agli immancabili omaggi a Franca, la mostra accoglie solo una piccola parte della produzione dell’artista, che sin da ragazzo disegnava o dipingeva quasi ogni giorno “in tutte le forme e con tutti i mezzi”. L’esposizione di Fo, visitabile ancora per pochi giorni, sta riscuotendo grande successo anche con le visite “teatralizzate” di Marina De Juli, per le quali sono già esaurite anche le ultime due date del 18 e 19 agosto. Terminati anche i posti disponibili per lo spettacolo della De Juli “Tutta casa, letto e chiesa”, in programma sempre il 19 agosto in corte Morpurgo.

E.L.




43° VERZEGNIS – SELLA CHIANZUTAN: Michele Camarlinghi vince la 43^ Verzegnis – Sella Chianzutan.

.Sul podio con lui Vaclav Janik e Tiziano Ferrais. Massimo Guerra primo tra le auto storiche.
Michele Camarlinghi, alla guida di un’Osella Fa 30, è il vincitore della 43^ Verzegnis – Sella Chianzutan. Il
pilota toscano, che nelle due manches di gara ha totalizzato un tempo di (5:09.43), ha preceduto di 9.65
secondi la sorpresa della giornata, il pilota della Repubblica Ceca Vaclav Janik (5:19.08) su Lola B02/50, e di
9.77 secondi il veronese Tiziano Ferrais (5:19.20) su Lola T96/50. ..
Naturale felicità nelle parole del vincitore della classifica assoluta:”Ringrazio il mio team, che con il suo
lavoro mi ha permesso di correre su una vettura perfettamente preparata ed altamente competitiva, e
saluto con piacere tutto il pubblico friulano, che ha accompagnato la mia salita sino a Sella Chianzutan con
grande entusiasmo”.
Si fermano ad un passo dal podio Christian Merli (5:22.86 ) su Radical ProSport, secondo classificato nel
2011, Omar Magliona (5:23.12) su Osella Pa 21/s Evo e Franco Cinelli (5:27.86)su Osella Pa 21/s. Sfortunato
Cinelli, che aveva dimostrato durante la prima manche di poter competere per la vittoria finale: alla
partenza della seconda manche la sua Lola si è spenta poco oltre la fotocellula di rilevamento, imprevisto
che gli ha fatto perdere secondi preziosi e la possibilità di lottare per il podio. Poco prima una toccata aveva
tolto dalla gara un altro possibile favorito, Rosario Iaquinta.
Una bella giornata di sole, intervallata da qualche nuvolone passeggero, ha garantito al folto pubblico
accorso ad assistere alla più antica cronoscalata friulana un grande spettacolo.
Sui 5640 metri del percorso di gara le emozioni e l’alta velocità non sono mancati, e non si è registrato alcun
incidente di rilievo, a testimoniare ancora una volta l’ottima organizzazione da parte della ASD Scuderia Friuli ACU,
presieduta da Giorgio Croce, ed il duro lavoro di tutti quei volontari che ogni anno prestano il loro tempo per questo
importante evento sportivo.
Detto delle moderne, è doveroso scrivere dell’ avvincente competizione tra le auto storiche, che alla fine ha
incoronato vincitore assoluto Massimo Guerra (6:05.54), sulla sua potente Porsche 934, davanti a Luigi Bormolini
(6:11.18) su Osella Pa 9 e Friedrich Huber (6:29.35), pilota austriaco al volante di una Lola T-328-Sv.
Ottime prestazioni anche tra le vetture di classe E3, le auto di scaduta omologazione, tra le quali ha primeggiato,
Marco Naibo su Bmw M3 (6:42.01), secondo Siegfried Fedrigotti (6:43.61) su Ford Escort Cosworth e terzo Paolo
Deotto (6:48.37), su Ford Sierra Cosworth.
Tra i piloti friulani in gara si sono distinti Stefano Gazziero su Osella Pa 20/s, posizionatosi al 24esimo posto in
classifica assoluta, e Gianni Di Fant su Porsche 997 Gt3 Cup, 26esimo.
Alla fine della gara, tutti si sono recati sotto il tendone allestito all’arrivo a Sella Chianzutan, a ricevere le coppe dalle
mani del sindaco di Verzegnis, Luciano Sulli, e da quelle di due presidenti: Giorgio Croce, Presidente della Scuderia
Friuli ACU, e Renzo Tondo, Governatore della Regione Friuli Venezia Giulia.

Carlo Liotti e Dario Furlan




Ripartenza ottima per l’Udine Rugby

Le vacanze natalizie tra gubane e brindisi non hanno certo appesantito i giocatori friulani di rugby, che rientrano subito in ritmo partita e vincono la prima gara del 2012. Archiviato il vecchio anno con importanti risultati, utili alla classifica e al morale, la partenza di quest’anno è un ulteriore prova di forza della squadra del mister Dalla Nora. Gli avversari di oggi sono stati i ragazzi del Rugby Banco di Brescia che si sono accontentati di sei punti conquistati grazie a due calci di punizione di Hosking, entrambi segnati nel finale del primo tempo. Il resto della gara è firmato Udine Rugby, che segna un calcio di punizione e una meta con trasformazione nel primo tempo e chiude la gara con tre mete nella ripresa.

Se il buon giorno si vede dal mattino i tifosi friulani possono veramente sperare in un 2012 ricco di mete e punti, per raggiungere le posizioni più alte della classifica.

Tabellino

UDINE RFC – RUGBY BANCO DI BRESCIA  25-06  (10-06)

Udine:  Marconato, Conti(1^st Venturato, 22^st Pisano), Picogna, McIvor, Lo Schiavo, Bombonati, Gobbo, Ursache, Calcagno (25^st Mazzini), Folla, Giacomini(2^st Francescutti), Giannangeli, Girelli(10^st Taddio), Fagnani, Massafra.  Allenatore: Dalla Nora

Brescia:   Locatelli(38^ Anselmi), Bonifazi, Gabba, Squizzato, Secchi Villa, Hosking (38^ Secchivilla), Bonari, Groenewald, Rizzotto, Romano(22^st Ferretti), Cuello, Pola(23^st Pedrazzani), Trevisani(21^st Cherubini), Cairo (30^st. Azzini), Castiglia(34^st Bosio).
Allenatore:  Molinari.

Marcatori: 6^CP Bombonati (3-0), 17^ MT Girelli tr Bombonati(10-0), 34^ CP Hosking, (10-3), 40^ CP Hosking (10-6).
Secondo Tempo: 9^ MT Massafra (15-6), 25^ MT Fagnani (20-6), 42^ MT Taddio (25-6).

I risultati dell’undicesima giornata

Lyons Piacenza – Rugby Grande Milano  62 – 14  (5-0)
Udine RFC – Rugby Banco di Brescia  25 – 06  (5-0)
Livorno Rugby  – M-Three San Donà  10 – 55  (0-5)
Pro Recco Rugby – Donelli Modena  27 – 20  (4-1)
Firenze Rugby 1931 – Accademia Nazionale Tirrenia  25 – 27  (1-4)
Franklin&Marshall Cus Verona – Fiamme Oro Roma  12 – 20  (0-4)

Classifica

1) Fiamme Oro Roma punti 47
2) Amatori San Donà punti 40
3) Lyons Piacenza punti 38
4) Modena punti 33
5) Udine punti 33
6) Accademia Nazionale Tirrenia punti 32
7) Pro Recco punti 31
8 ) Firenze Rugby punti 30
9) Rugby Brescia punti 22
10) Cus Verona punti 13
11) Grande Rugby Milano punti 7
12) Livorno Rugby punti 5

Carlo Liotti
carlo.liotti@ildiscorso.it

© Riproduzione riservata