Ecco il nuovo stadio “Friuli”!

Udine presenta il suo nuovo stadio, il nuovo stadio “Friuli”. Rimane il grandioso arco testimone di tante imprese italiane ed europee, aumenta la forza innovativa e l’impatto del pubblico a sostegno della squadra. Un giocatore in più, un dodicesimo bianconero.
Il presidente Pozzo ha parlato di uovo di Colombo, soluzione grazie al sindaco Honsell. L’Udinese ha bisogno del calore del pubblico e un’operazione lunga dieci anni potrà dare ai tanti tifosi e alla squadra una casa rinnovata.
Il sindaco Furio Honsell ha sottolineato il grande lavoro di squadra per l’individuazione della soluzione più adatta nel rispetto alla legge. Evento di portata mondiale e prima tappa di innovazione per la città.

Il direttore generale Franco Collavino ha annunciato che i lavori sono già iniziati con l’installazione di nuovi seggiolini. Dopo la Juventus arriva l’Udinese.
Il project manager Alberto Rigotto ha illustrato i costi dell’operazione pari a 25 milioni di euro con la possibilità di recuperare l’IVA. Inizio ufficiale dei lavori in aprile 2013 e copertura, collaudo, inaugurazione prevista per il settembre 2014.




AL VIA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI BIANCONERA

E’ partita lunedì 16 luglio la campagna abbonamenti dell’Udinese presentata in conferenza stampa, allo stadio Friuli, sabato 14 luglio alla presenza del Presidente Soldati anche in rappresentanza della famiglia Pozzo, del Direttore Generale Franco Collavino, del Direttore Amministrativo Alberto Rigotto e dei giocatori Giampiero Pinzi e Maurizio Domizzi.

La campagna è stata presentata nei dettagli dal DG Collavino che ha tenuto a precisare che i prezzi si mantengono bassi come negli ultimi anni, inferiori a quelli della stagione 2001-2002. Questa politica societaria rappresenta una scelta da parte della società con l’intento di avvicinare ancor più i tifosi alla squadra. Gli abbonamenti le cui cifre nel dettaglio sono disponibili sul sito www.abbonamentiudinese.it comprendono tutte le gare di Coppa Italia, esclusa l’eventuale finale e permetteranno l’acquisto, con il 40% di sconto, dei biglietti di tutte le partite Uefa. Per i nuovi abbonati invece, l’Udinese si accollerà l’onere di pagare la tessera del tifoso.
La campagna abbonamenti avrà due fasi: la prima per i nuovi abbonati che potranno confermare o scegliere un altro posto dal 16 luglio al 3 agosto, mentre la vendita libera per i nuovi abbonati partirà il 7 agosto e si concluderà il 23 dello stesso mese.
Gli abbonati, vecchi e nuovi, potranno sottoscrivere l’abbonamento presso le 140 filiali della Cassa di Risparmio del FVG negli orari di apertura degli sportelli e il sabato presso la filiale all’interno del centro commerciale Città Fiera in un’unica soluzione o in 3 comode rate, la prima del 30% dell’importo totale. Per assistenza e informazioni rivolgersi all’Udinese Store presso lo Stadio Friuli.

Il Direttore Amministrativo Alberto Rigotto ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda i lavori dello stadio, in particolare per quanto riguarda la tribuna centrale presso la quale si stanno sostituendo i seggiolini, perdendo un totale di 300 posti dei 10.000 iniziali, migliorando anche i camminamenti fra le diverse file di seggiolini.
Importante anche la specifica per gli abbonati della curva nord che potranno subire uno spostamento di settore da aprile 2013, quando si prevede di iniziare a demolire la curva così da predisporla, anche se senza copertura, per l’inizio della stagione successiva. Per lo stesso motivo non saranno venduti abbonamenti per la curva sud.

E’ stata presentata anche la campagna di comunicazione incentrata sugli abbonamenti importante per coinvolgere la tifoseria anche attraverso internet, in particolar modo grazie a facebook, al logo e al sito predisposto per la campagna, nella speranza di raggiungere l’obiettivo dei 20.000 abbonati partendo dai 14.000 circa della passata stagione.

Saluti alla stampa e ai tifosi dai due calciatori intervenuti che hanno raccontato le prime sensazioni della fase iniziale della preparazione che si intensificherà con il ritiro ad Arta Terme.

Rudi Buset

rudi.buset@ildiscorso.it

© Riproduzione riservata