“Oltre il Giardino”, tra piante, design e arte

Appuntamento il 21 e 22 maggio nel giardino di Villa da Schio a Costozza di Longare. Mostra mercato con vivaisti e produttori specializzati, ma anche eventi culturali, mostre e conferenze 

Ritorna anche quest’anno “Oltre il Giardino”, l’evento dedicato agli amanti delle piante, del design e dell’artigianato d’eccellenza. L’appuntamento è fissato per sabato 21 e domenica 22 maggio nell’incantevole giardino seicentesco di Villa da Schio a Costozza di Longare, a pochi passi da Vicenza. Oltre alla mostra mercato, che accoglierà vivaisti e produttori specializzati, ma anche espositori di arredi d’arte e design, di abiti e gioielli, ad animare la manifestazione ci saranno eventi dedicati all’arte e alla cultura, visite guidate, esposizioni, incontri e conferenze. Non solo verde, ma anche design e moda. Un evento in cui le parole d’ordine sono bellezza e ricercatezza.

Nutrito il calendario di eventi culturali che caratterizzano la manifestazione. Sabato 11 maggio, ore 11.30, si terrà l’incontro dal titolo “Un’idea di pace per Vicenza, città d’arte”, che vedrà protagonisti l’architetto Franco Zagari e i progettisti Benedetto Selleri e Claudio Bertorelli. Franco Zagari firma per la città di Vicenza il prestigioso “Parco della Pace”. Destinato in particolare alle giovani generazioni della provincia di Vicenza e dell’intero Veneto, il Parco della Pace, che occupa l’area di sessanta ettari nella quale sorgeva l’aeroporto civile Dal Molin, chiuso al traffico aereo dal 2008, si pone come nuovo punto di riferimento per la collettività. Un’area verde, accogliente e confortevole, concepita come luogo di ricreazione e come obiettivo di visita. All’eccezionale presentazione in anteprima sarà presente Antonio Marco Dalla Pozza, Assessore alla Progettazione e Sostenibilità Urbana del Comune di Vicenza. Nel pomeriggio spazio all’arte. Alle 17.30 ci sarà infatti il vernissage dell’esposizione temporanea “Contaminazioni” che vede riuniti gli artisti Simone Crestani e Bruno Pedrosa. Crestani lavora il vetro a lume e il suo vetro contemporaneo è noto in tutto il mondo. Dopo il successo di Maastricht e di Parigi, Crestani porta a “Oltre il Giardino” il suo vetro d’autore “contaminato” dal celebre artista e scultore Bruno Pedrosa che, col suo segno d’arte, incide le opere di Crestani dando vita a raffinati volteggi inscritti nella diafane sculture di vetro. La presentazione della mostra sarà curata da Barbara Codogno.

Domenica 22 maggio sono in programma altri due appuntamenti, dedicati rispettivamente alla letteratura e all’ambiente. Alle 11.30 si terrà la presentazione dell’antologia “Io sono il Nordest”, curata dalla giornalista Francesca Visentin, che raccoglie i racconti di diciotto scrittrici tra Veneto, Friuli e Trentino. Un libro che racconta l’universo femminile attraverso storie incentrate sui temi quali il lavoro, la famiglia, l’amore, la violenza. Un progetto ambizioso che sostiene il Centro Veneto Progetti Donna onlus. Alle 15.00 ci sarà la presentazione Istituzionale del Fai (Fondo Ambiente Italiano) con una conferenza divulgativa del Fai Giovani Vicenza a cura di Francesca Grandi, guiding architect per il Veneto e referente Fai Giovani Vicenza. Si parlerà della necessità di promuovere una cultura del rispetto della natura, della storia e delle tradizioni, di ciò che in una parola costituisce il nostro più importante patrimonio.




MIXX vince il premio GOOD DESIGN AWARD 2011

Il The Chicago Athenaeum: Museum of Architecture and Design and the European Centre for Architecture Art Design and Urban Studies ha conferito a MIXX CHAIR il premio GOOD DESIGN AWARD 2011. La poltroncina disegnata da Matthias Demacker per Area Declic – marchio di Arrmet, candidata per quelli che vengono definiti “gli Oscar del Design”, porta a casa un doppio risultato: si colloca tra i migliori e più innovativi progetti del 2011, e Area Declic tra le aziende con maggiore potenzialità creativa. Fondato negli anni ‘50 da  Eero Saarinen, Charles e Ray Eames ed Edgar Kaufmann Jr,  GOOD DESIGN AWARD è uno dei più longevi e prestigiosi premi di Design al mondo: ogni anno vengono selezionati progettisti e produttori che hanno saputo distinguersi  attraverso concept innovativi, visionari ed originali. L’interdisciplinarità delle categorie e l’affluenza massiccia di candidature da oltre 50 paesi al mondo contribuiscono a creare un affresco preciso del Design di qualità mondiale. Per arrivare a definire quale sia il “buon design”, la giuria si basa ancora oggi sui criteri stabiliti da Saarinen e Eames: oltre al fattore estetico vengono analizzate l’utilità, l’usabilità e la durabilità degli oggetti esaminati.

MIXX CHAIR sarà inserita nell’annuario di GOOD DESIGN AWARD ed è già visibile nel sito del Chicago Athenaeum Museum of Architecture Mand Design (http://chi-athenaeum.org/) nella sezione dedicata ai vincitori dell’edizione 2011 (http://chi-athenaeum.org/gdesign/2011/electronics/index.html)

La MIXX è una poltroncina caratterizzata da una seduta composta da tre elementi imbottiti e tappezzabili con tessuti anche di colore diverso. La struttura in tubo d’acciaio può essere a slitta, spider e x-foot, cromata o verniciata in bianco o nero. Versatile e comoda, si presta a molteplici funzioni d’uso: per una sala d’attesa, a casa intorno a un tavolo, al ristorante o in ufficio, in una camera d’albergo. Il suo progettista Mathias Demacker ha trovato in Area Declic uno dei primi interlocutori. Nato nel 1970, lavora a Monaco come Designer dal 2003. Premiato più volte, oltre il premio GOOD DESIGN AWARD 2011, ha ottenuto il Red Dot Design nel 2007 e il Rimaedit Young&Design nel 2005, la nomination per il Designpreis of Germany e per l’Interior Innovation Award- Best Detail. Numerose le pubblicazioni di cui è stato oggetto. Autore di progetti in cui la semplicità si sposa con la ricercatezza e la funzionalità con i comfort, ha ideato per Area Declic anche il programma Formula, collezione il cui caratteristico disegno geometrico è declinato in numerose varianti di seduta e materiale. È il prodotto che Area Declic propone agli architetti per conferire un’ immagine di design, forte, versatile, ma anche pratica e coerente: una vera e propria formula d’arredo. Formula è stata scelta per arredare il Centro Culturale Gabriela Mistral a Santiago del Cile.