APOTEOSI CON GIORGIA DI SCENA AD UDINE

Il sipario cala sulle note del suo cavallo di battaglia Come Saprei, appare in scena una minuta figura coperta da un abitino di luci e led di diversi colori, come un’aliena.

E’ Giorgia che appena finisce il brano si presenta al pubblico del PalaCarnera, ringrazia Udine e: ” Sbaglio o questa è la prima volta che canto qui?” sembra quasi scusarsi quando sottolinea ” Secondo me siete fortunati, rispetto ad alcuni anni or sono, ora sono più matura e più in forma” L’attesa sembra stemperarsi in un attimo, appena la cantante romana accenna alle note di SPIRITO LIBERO ed illumina la sua silhouette in un gioco di luci disegnando un cuore di più dimensioni con il gioco di led del suo corpetto tecnologico. Supportata dagli ottimi strumentisti Sonny Thompson (Bassista e direttore musicale, già ex collaboratore di Prince), Mike Scott (chitarrista, famoso anche lui per aver collaborato con Prince), il fantastico Mylious Jhonson (già batterista e collaboratore di gruppi come i Pink Floid, Linda Percy e Quincy Jones) e le tastiere di Gian Luca Ballarin (rubato al gruppo che accompagna Elisa, come da stessa ammissione di Giorgia) e Claudio Storniolo (che oltre alle tastiere si diletta in alcuni accompagnamenti al piano). Completano il gruppo sul palco le coriste Diana Winter e Chiara Vergati. Il concerto scivola via in due ore intense e piene di pathos, dove la piccola e minuta cantante si mostra un grande “animale” da palcoscenico. Tra momenti di estrema allegria e altri di malinconia accompagna il pubblico sempre più verso un coinvolgimento totale, il culmine con l’ invito sotto il palco ad  una schiera di giovanissimi a ballare con Lei   sulle note di “Il mio giorno migliore” . E’ viva, è vera è un vero fiume in piena che scatena la maggiore empatia possibile con il  pubblico ripagato dell’attesa durata una vita prima di vederla dal vivo qui a Udine. Dopo alcuni simpatici siparietti con fan che le regalano i famosi biscotti Esse di Raveo, ed il suo grazie in cui dice di apprezzare in particolar modo la grappa friulana regalatale da Elisa, il concerto fila giù in un baleno e le due ore volano in un istante.  Sollecitata più volte a tornare sul palco al termine della sua esibizione Giorgia si ripresenta dopo un assolo di batteria  di Mylious Jhonson e termina la sua indimenticabile serata – come lei stessa sottolinea soddisfatta – con il brano Resta la musica, seduta sul palco accanto alle coriste come ad un festa in spiaggia attorno ad un falò. La folla entusiasta saluta invitando la splendida cantante romana a ritornare presto.

[nggallery id=21]

Foto di Simone Di Luca e servizio stampa Azalea Promotion

Enrico Liotti

enrico.liotti@ildiscorso.it

® RIPRODUZIONE RISERVATA

 




IL FREDDO SIBERIANO NON CI LASCIA….

Continua l’ondata di freddo siberiano in tutta Italia, e secondo le previsioni meteo ne avremo ancora per tutta la settimana. Comunque anche con il freddo si trova lo  spunto per approfittare ed eseguire  belle scarpinate all’aria aperta e tanta voglia di mostrare l’amore  per la natura.

[nggallery id=13]

Durante una breve visita a Cividale del Friuli, ho colto dei suggestivi paesaggi,  incontrati ieri durante una passeggiata in bici e ho immortalato qualche immagine per comunicare a tutti noi la sensazione del freddo e nello stesso tempo di bellezza che nonostante tutto il “generale inverno” regala con la sua testardaggine ed i suoi capricci… Spero che anche voi guardando queste foto lascerete il tepore del calduccio domestico e vi lancerete nei magnifici paesaggi che il gelo sa creare.

 

foto by Dario FURLAN




Ad Incontri con l’Autore Fabio Piuzzi con il suo libro Aenigma Cruciati

Mercoledì 21 dicembre alle 18 in sala Ajace

Si chiama “Aenigma cruciati. L’Enigma del Crociato” e punta a seguire le orme del capolavoro di Dan Brown “Il codice da Vinci”. È questo il titolo del prossimo libro protagonista del ciclo degli “Incontri con l’Autore”, organizzati dalla biblioteca civica e dall’assessorato alla Cultura del Comune di Udine, in programma mercoledì 21 dicembre alle 18 in sala Ajace. Fabio Piuzzi presenterà il suo nuovo romanzo dialogando con il docente Angelo Floramo.

“Aenigma cruciati. L’Enigma del Crociato” si inserisce nel filone dei thriller con riferimenti storico-religiosi, portato in auge dal best seller di Dan Brown (Il codice da Vinci), che meglio rappresenta la nutrita produzione editoriale di tale genere caratteristica di questi ultimi anni. Nel romanzo emerge, lentamente ma inesorabilmente, una verità che è contesa dalle forze del Bene e del Male e che, nel bene e nel male, si offre al giudizio degli uomini. Di cosa si tratta? La risposta a chi giungerà alle ultime parole dell’ultima frase del libro.

Fabio Piuzzi, nato a San Daniele del Friuli, ha conseguito la laurea in architettura a Venezia. Indirizzatosi verso l’archeologia medievale, è diventato collaboratore esterno di diverse università e della Soprintendenza per i beni e le attività culturali del Friuli Venezia Giulia. Dal 1980 ad oggi ha partecipato a numerosi scavi sia in Italia che all’estero. Ha pubblicato un centinaio fra libri, saggi e articoli inerenti ricerche archeologiche, studi su reperti, strutture architettoniche, didattica archeologica e museale. Con Aenigma Cruciati l’Autore ha inteso proseguire l’esperienza letteraria alla ricerca dell’equilibrio tra arte, storia e narrazione già avviata con Shatnetz. Gli strumenti del martirio perfetto (Edizioni Segno), opera con cui ha esordito come scrittore di thriller.