GRANDE GUERRA: INAUGURA SABATO 2 APRILE A CASARSA DELLA DELIZIA LA MOSTRA EASTERN FRONT/ESTERN MERIDIAN

B#SIDE WAR, il festival internazionale promosso dall’associazione IoDeposito, evento unico al mondo ad occuparsi specificamente di indagare i lasciti delle guerre del ‘900 al mondo contemporaneo, questo fine settimana porta la sua riflessione sui conflitti (a partire dalla Grande Guerra e fino al conflitto dei Balcani) finalmente a Pordenone. Dopo la presentazione delle edizioni critiche cartacea e multimediale nate dal progetto di ricerca sui libri di guerra di Mario Puccini svoltasi presso Palazzo Pera l’1 aprile, sabato 2 aprile alle ore 18.00 inaugurerà la mostra Eastern Front/Eastern Meridian- artisti contemporanei internazionali a confronto con i lasciti del Fronte Orientale a Casarsa della Delizia nella suggestiva architettura ideata da Gino Valle per l’ex municipio, in Piazza IV Novembre.

imageLa mostra, visitabile fino al 30 aprile, vede dodici artisti internazionali ritrarre l’esperienza di altrettanti territori cent’anni fa connessi durante il primo conflitto mondiale dalla linea del Fronte Orientale, lungo il meridiano da nord a sud, dal Baltico al Balcani: territori oggetto delle volontà dominatrici austro-ungariche, soggiogati dalla Russia e dagli imperi Occidentali. La narrazione sarà condotta attraverso lo sguardo di interpreti di atavica potenza: sogni, fantasmi, infanzia, identità e oppressione saranno così i protagonisti delle opere pittoriche, installative e di sound art. Al centro di questo intenso percorso, le vicende storiche dei territori d’origine degli artisti, in parallelo alle loro personali ed intime riflessioni. Il ripetersi seriale della violenza, il sempiterno conflitto, emergono dall’intensità dei colori, dalle pennellate concitate e sofferte, dall’ampia dimensione delle tele, volontariamente lasciate senza cornice, quasi a voler intaccare le pareti come pitture rupestri. Ne emergono un affresco corale e sfaccettato, un percorso di decostruzione e ricostruzione dell’esperienza umane del primo conflitto.

INFO E CONTATTI
sabato 02.04.16 – ore 18.00
CASARSA DELLA DELIZIA – Presso l’ex municipio, in piazza IV novembre n° 23
Inaugurazione della mostra Eastern Front/Estern Meridian.
In occasione dell’inaugurazione, un talk con artisti e curatori.
L’evento è gratuito ed aperto a tutti.
www.iodeposito.org / info@iodeposito.org




Alice Conco…semplicemente lei

Sala Ajace, municipio di Udine, Maura Pontoni per L’Orto della Cultura, l’Associazione Iris, Claudio Buranello, Carmen Galvi e Daniele Paroni presentano la storia di Alice Conco raccontata nelle sue opere autobiografiche “Voleva essere Alice” e “Semplicemente lei”. Alice racconta se stessa, un percorso di rinascita, di liberazione e di profondo amore. Una realtà umana, come ha detto don Pierluigi Di Piazza, che deve essere raccontata. Tutto è iniziato a Casarsa della Delizia, dove oggi Pier Paolo Pasolini è un simbolo. Alice  è riuscita a diventare ciò che sentiva di essere dentro dopo un lungo e doloroso viaggio, la sua esperienza racconta parole di sentimenti infranti e rapporti scuciti dal pregiudizio ma soprattutto è una testimonianza di forza e determinazione, nei suoi libri c’è tutto questo.
A sostegno della necessità di una maggiore attenzione dell’Italia e dell’Europa per i diritti civili è intervenuta l’onorevole Serracchiani. Proprio oggi il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione in controtendenza con le leggi discriminatorie attuate, ad esempio, in Ungheria, Lituania, Ucraina e Moldavia.
L’accoglienza e l’accettazione delle diversità sono alla base di una società che voglia dirsi civile e possono sprigionare emozioni e bellezze nascoste, invece, dall’intolleranza e dalla cieca ignoranza. Musica e poesia in sottofondo, una storia reale raccontata, una storia liberata.

Federico Gangi
federico.gangi@ildiscorso.it

© Riproduzione riservata




CASARSA : CONCERTO DI DOLCENERA ALLA SAGRA DEL VINO IL 24 APRILE

GRANDE MUSICA ALLA SAGRA DEL VINO IL 24 APRILE NEL TEATRO COMUNALE DI CASARSA IMPERDIBILE CONCERTO DI DOLCENERA

Vincitrice di Sanremo giovani nel 2003, del reality musicale Music farm nel 2005, reduce da un’altra trionfale partecipazione sul palco dell’Ariston lo scorso febbraio, disco d’oro e di platino: stiamo parlando di Emanuela Trane, in arte Dolcenera, cantautrice tra le più amate d’Italia. L’artista leccese è il nome clou del programma di spettacoli della 64° edizione della Sagra del Vino di Casarsa della Delizia (provincia di Pordenone, Friuli) che si svolgerà dal 20 aprile al 2 maggio 2012.

Dolcenera sarà sul palco del teatro comunale Pier Paolo Pasolini martedì 24 aprile alle 21, in uno degli appuntamenti del suo tour “Ci vediamo in tour”. Fan e appassionati della buona musica potranno ascoltare i suoi più grandi successi, da Siamo tutti là fuori al più recente Ci vediamo a casa, passando per la hit dell’estate 2011 L’amore è un gioco.

dolcenera,dolcenera a casarsa,sagra del vino casarsa 2012 dolcenera,concerti pordenone 24 aprile 2012Il concerto è organizzato dalla Pro Casarsa della Delizia in collaborazone con l’agenzia Full Agency. L’ingresso intero costa 15 euro + 2 di prevendita (infoline 0434 871031 e 338 7874972).




RIPRENDE LA STAGIONE ERT DOPO LA PAUSA NATALIZIA

Finalmente dopo la pausa natalizia riprende alla grande la stagione ERT-FVG  da martedì 1o il primo appuntamento dell’anno ritrova gli appasionati dello spettacolo teatrale a Monfalcone presso il Teatro Comunale Lo zoo di Vetro di Tennessee Williams Interpreti principali: Jurij Ferrini, Alessandra Frabetti e Aurora Peres Regia: Jurij Ferrini, che sarà replicato il giorno successivo sempre a Monfalcone e giovedì 12 a San Daniele del Friuli presso l’Auditorium “Alla Fratta”.

Martedì 10 anche a Tavagnacco riprende la stagione teatrale presso il Teatro “Luigi Bon” Muri – prima e dopo Basaglia di Renato Sarti Interpreti principali: Giulia Lazzarini Regia: Renato Sarti.

Mercoledì 11 a Zoppola presso il  Teatro Comunale è in programma La lettera ideazione di Nullo Facchini e Paolo Nani
Interpreti principali: Paolo Nani e la Regia di Nullo Facchini.

Il fine settimana è segnato dal lavoro di Maria Amelia Monti e Gianfelice Imparato a Cordenons – Auditorium “Moro” con Tante belle cose una commedia di Edoardo Erba sotto la Regia: Alessandro D’Alatri il 12 gennaio e con replica il sabato 14 a Codroipo al Teatro “Benois-De Cecco”.

Mentre venerdì 13 l’operetta fà capolino a Casarsa della Delizia – Teatro Pier Paolo Pasolini con La Duchessa del Bal Tabarin di Leon Bard (Carlo Lombardo) Interpreti principali: Umberto Scida, Elena D’Angelo, Armando Carini Regia: Umberto Scida.

Non c’è che dire il lavoro dell’Ente Regionale Teatro del FVG riparte a pieno regime impegnando già molte sale per questa settimana di gennaio, e proseguirà la prossima entranto nel vivo della stagione con altre serate che segnaleremo con puntualità.

Enrico Liotti

enrico.liotti@ildiscorso.it

RIPRODUZIONE RISERVATA




LA CENA DEI CRETINI LA PROPOSTA ERT-FVG DELLA SETTIMANA

Questa  settimana la programmazzione dell’ ERT-FVG è impegnata nei teatri di Tolmezzo – Casarsa della Delizia e Sacile già martedì 8 con lo spettacolo di di Yasmina Reza ART con Interpreti principali:
Alessandro Haber, Alessio Boni, Gigio Alberti  e la
Regia: Giampiero Solari al teatro Luigi Candoni diTolmezzo , mentre a
Casarsa della Delizia – al Teatro Pier Paolo Pasolini si rappresenta Finchè c’è la salute di Cochi Ponzoni e Renato Pozzetto. Il martedì teatrale continua anche a Sacile – Teatro “Zancanaro” con La cena dei cretini di Francis Veber con
Interpreti principali: Zuzzurro&Gaspare e la Regia: di Andrea Brambilla.

Lo spettacolo sarà replicato anche Mercoledi 9/11/2011 Ore 20.45 al Teatro Comunale “A. Ristori” di Cividale del Friuli e il Venerdi 11/11/2011
Ore 20.45 al Teatro “Benois-De Cecco” di Codroipo.

Scritta dal francese Francis Veber negli anni Novanta, La cena dei cretini è una delle commedie più famose al mondo, diventata un cult dopo esser approdata al grande schermo nel 1998 per la regia dello stesso Veber (e recentemente ripresa nella versione americana con il titolo A cena con un cretino, regia di Jay Roach).  La trama è semplice ma di grande impatto comico, come si addice alle migliori commedie. Ogni mercoledì sera un gruppo di amici, ricchi e annoiati, organizza per tradizione la cosiddetta “cena dei cretini”, alla quale i partecipanti devono portare un personaggio creduto stupido e riderne sadicamente per tutta la serata. Ma non sempre le cose vanno come ci si aspetta. Una sera il “cretino” di turno riesce, infatti, a ribaltare la situazione passando, per così dire, da vittima a carnefice; creando una serie di problemi al suo potenziale anfitrione arriva quasi a mettergli in crisi il matrimonio, in un crescendo di errori, gag e malintesi veramente divertenti. La cena dei cretini è un’esilarante commedia che coinvolge il pubblico in un turbinio di risate, di fronte alle paradossali situazioni che i protagonisti sono costretti a vivere, loro malgrado. La forza di questa commedia sta proprio nella semplicità e genuinità della risata che provoca, nella mancanza assoluta di volgarità e in quella punta di moralismo che non guasta. Si ride e si riflette senza accorgersene.

Enrico Liotti