1

L’attesa per il ritorno sulle scene degli Skunk Anansie è finita: il 21 novembre a Jesolo!

Il nuovo disco sarà seguito da un tour di 20 date nelle principali città europee

con tre esclusive tappe in Italia: il 21 novembre a Jesolo l’unica nel Nordest

L’attesa per il ritorno sulle scene degli SKUNK ANANSIE è finita con l’uscita anche in Italia di “Black Traffic”, il sesto album della rock band britannica (prima distribuzione totalmente indipendente tramite la propria etichetta) che affronta il panorama dell’attuale realtà politica e sociale.

In questo nuovo disco di inediti si trovano contemporaneamente il carattere aggressivo e provocatorio del gruppo, ma anche una nuova percezione di raffinatezza, come nota Skin stessa: “la nostra energia è rimasta la stessa, solo che diciamo le cose in modo più conciso e abbiamo trovato anche il modo di esprimerci più duramente se vogliamo”.

Il primo singolo estratto, “I Believed in You” in alta rotazione radiofonica da settimane, rispecchia il disappunto di molti, riguardo ai loro politici eletti: “credo che molte persone siano state deluse dai loro leader. Tutti vogliono votare, ma per chi? Sbagliano tutti perché alla fine interessa di più pensare alla loro posizione come politici che elevare la posizione del paese che stanno rappresentando” – spiega la band.

Il nuovo album della rock band, registrato a Londra, è stato prodotto dagli SKUNK ANANSIE e da Chris Sheldon (produttore dei Foo Fighters, Biff Clyro e Pixies) e mixato da Jeremy Wheatley e Adrian Bushby.

L’uscita di “Black Traffic” sarà accompagnata anche da uno straordinario tour che toccherà 20 tra le principali città europee. Tre sono gli esclusivi appuntamenti previsti in Italia: il 19 novembre a Milano, il 20 a Roma e mercoledì 21 novembre al Pala Arrex di Jesolo (VE), unica tappa nell’intero Nordest della penisola italiana, organizzata da Azalea Promotion e Vivo Concerti in collaborazione con il Comune di Jesolo.

Dopo la reunion del 2009, avvenuta dopo 8 anni di separazione, con il best of “Smashes & Trashes” (disco d’oro in Italia) e il trionfo planetario di “Wonderlustre” (disco d’oro in Italia), il nuovo disco di inediti conferma ancora una volta il successo di una delle rock band più amate in Italia.

“Siamo ritornati insieme perché siamo legati da un’amicizia molto forte” dice Skin all’annuncio del ritorno della band. “Siamo molto orgogliosi di come abbiamo lavorato in passato, ma quello che adesso ci guida è il futuro.”

Di seguito il calendario delle date italiane, prodotte da Vivo Concerti (www.vivoconcerti.com):

19 NOVEMBRE 2012 – MILANO, Mediolanum Forum

20 NOVEMBRE 2012 – ROMA, PalaLottomatica

21 NOVEMBRE 2012 – JESOLO (VE), Pala Arrex

I biglietti (ingresso unico 32 euro più diritti di prevendita) per il concerto di Jesolo sono già disponibili online su Ticketone.it e nei punti vendita autorizzati Azalea Promotion

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUL CONCERTO DI JESOLO (VE):

Azalea Promotion tel. +39 0431 510393 – www.azalea.itinfo@azalea.it




Finalmente RadioHead!

Il sogno di quasi centomila persone, provenienti dall’Italia, dall’Europa e da tutto il mondo, di vedere i Radiohead dal vivo in Italia a quattro anni dagli ultimi concerti è diventato finalmente realtà.

Dopo aver fatto tappa in Svizzera giovedì sera, il tour dei Radiohead è sbarcato ieri sera sul suolo italiano per il primo dei quattro esclusivi appuntamenti, con tutta la magia delle musiche della band di Oxford, una delle più importanti e influenti degli ultimi 25 anni.

Con “Lotus Flower” si è aperto il primo attesissimo show italiano ieri sera all’Ippodromo delle Capannelle a Roma davanti a 25 mila persone in totale visibilio. Il tour prosegue oggi a Firenze, martedì a Bologna e mercoledì 26 settembre nell’affascinante e maestoso complesso storico di Villa Manin a Codroipo (Udine).

Per i ritardatari, gli ultimi biglietti (ingresso unico 50 euro più diritti di prevendita) sono ancora disponibili online su ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati (www.azalea.it per il concerto del 26 settembre a Codroipo).

Una imponente scenografia costituita da 12 schermi mobili e un muro luminoso composto da bottiglie di plastica riciclata  proiettano le immagini del gruppo e amplificano i giochi di luce, facendo da sfondo alle esibizioni della band nella sua formazione originaria: Thom Yorke alla voce, Jonny Greenwood alla chitarra, Ed O’Brien alla chitarra ritmica, Colin Greenwood al  basso e Phil Selway alla batteria, a cui si aggiunge dal vivo il secondo batterista Clive Deamer, già dei Portishead.

Sul palco, insieme ai sei musicisti sarà presente tutta la strumentazione classica del rock (chitarre acustiche, elettriche, pianoforte, tastiere batterie, percussioni) e quella tipica dell’elettronica: sintetizzatori e altri strumenti digitali, sia modernissimi che vintage, fondamentali per creare, mescolare e distorcere voci e suoni.

Assieme ai RADIOHEAD, sono arrivate in Italia anche una serie di iniziative legate alla salvaguardia dell’ambiente, causa a cui da sempre la band è estremamente attenta: su tutte, l’invito a tutti i fan presenti, a firmare la petizione per la campagna di Greenpeace “Save The Artic”, contro le trivellazioni selvagge e la pesca industriale attorno al Polo Nord.

Ad aprire i concerti il supporter d’eccezione Caribou, pseudonimo di Daniel Victor Snaith, deejay, musicista compositore: uno degli artisti di punta della scena electro internazionale.  Canadese, e già noto ai fan dei Radiohead per il remix di “Little by Little”, si presenta dal vivo con una band di 4 musicisti.

Per lo straordinario appuntamento in programma mercoledì 26 settembre a Villa Manin, che richiamerà migliaia di spettatori da tutta Italia e dall’estero, ricordiamo che grazie al supporto del principale gestore del trasporto pubblico friulano SAF Autoservizi FVG sarà garantito il servizio intensificato di trasporto pubblico denominato “AL CONCERTO SICURO IN BUS” per raggiungere Villa Manin dalla Stazione Ferroviaria di Codroipo (fermata Piazza Giardini) e dall’autostazione di Udine. Al termine del concerto il servizio proseguirà nel senso inverso fino a esaurimento degli utenti presenti. Il costo del biglietto a/r da Codroipo costerà 2,20 euro e da Udine € 5,80.

Per maggiori informazioni sugli orari http://www.azalea.it/Pdf/VMradiohead.pdf




FRIULI DOC 2012, PRONTO IL RICCO PROGRAMMA MUSICALE

Prosegue a ritmo serrato il conto alla rovescia per la XVIII edizione di Friuli Doc, la rassegna enogastronomica che invaderà con i suoi sapori il centro storico di Udine dal 13 al 16 settembre. E mentre resta ancora il più stretto riserbo sullo spettacolo musicale che, tradizionalmente in piazza Libertà, chiude la kermesse, è pronto il programma dei concerti che si allieteranno il pubblico in ogni via e piazza del centro storico.  Friuli Doc è infatti anche una grande festa ricca di cultura, musica e spettacoli e il cartellone messo a punto dalla Pregi Srl di Renato Pontoni non mancherà di stupire nemmeno quest’anno. Un programma artistico, con quasi 100 appuntamenti e circa 500 artisti coinvolti, capace di coniugare la cultura dell’ascolto, la tradizione e l’innovazione, puntando a un costante rinnovamento e miglioramento e cercando di dare spazio anche a nuove realtà.  Nelle quattro giornate della manifestazione, in tutti i palchi coperti delle piazze e lungo le vie suoneranno dal vivo gruppi formati da due, tre o  più elementi, cover band grandi e piccole e big band di grande richiamo popolare, che spazieranno tra pop, rock, folk, swing, jazz, jive, rhythm’n’blues, country, revival italiano, e non, dagli anni ’30 agli ’80, disco, funky, rockabilly e musica contemporanea. Solo per citarne alcuni, Absolute 5, Barbara Errico e Luca Roncadin, Diatriba, Demodè, Marco Milano (il famoso mister “mandi mandi”) con la sua comicità supportata dalla band dei Microdisco, Mirna rock and soul, Andrea Stallone & His Loud Roll Shuffle, Western Airlines, Crunchy Candies, Tablatones, Attenti Kowalski, Stardust, il croooner Augusto Pace, Gone with the swing big band, il tributo a Lady Gaga con la cantante friulana Federica Amato, e ancora,  la più famosa band italiana (tributo ufficiale) ispirato a Freddy Mercury con i Queen Mania che con il loro european tour hanno raccolto ampi consensi di pubblico e critica.  Friuli Doc 2012 vedrà anche il felice ritorno di  Omar Pedrini  ex leader dei Timoria, che quest’anno sarà accompagnato da altri tre musicisti della sua band e riproporrà i suoi successi di sempre, cover e improvvisazioni in chiave pop/rock e molto altro.  Non potranno mancare le proposte artistiche della  tradizione  friulana come il gruppo Petris e i solisti friulani, Burtone, Floreani e Lugano, Nababas, Alvio e Elena, Strepitz, i Balarins di Buje, Sdrindule e molti altri ancora.  Molte saranno anche le attrazioni on the road durante tutti i quattro giorni, dalle brass band più popolari come la Mezza Sporca Dozzina, i Bandaros, i Furlans a Manete, alle più tradizionali e folkloristiche  bande di Pozzuolo del Friuli, Pradamano, Lignano e Aquileia. Ci sarà anche un pianoforte a coda munito di ruote che vagherà per le strade guidato da un pianista, mentre una ballerina compirà dolci evoluzioni su sottofondo di musica classica.  Sul palco di Piazza della Libertà troveranno spazio diverse proposte rivolte a target di pubblico altrettanto diversi dove assistere, gratuitamente e seduti, a veri e propri concerti culturali di qualità. Giovedì sera alle 21, si parte con la Monday Night Orchestra e i suoi diciotto elementi.  Un concerto elegante che propone swing e rhithm n’blues, con brani e musica di Ella Fitzgerard, Ray Charles, Duke Ellington, e tanti altri successi. Venerdì alla stessa ora, sarà la volta del progetto Tourdion con “Musica proibita” canzoni italiane del primo Novecento, che offrirà ad un pubblico giovane e meno giovane la rinnovata essenza di ciò che è stata l’epoca d’oro, dove le canzoni si ascoltavano solo alla radio. Il soprano Diana Mian e il tenore Federico Lepre, saranno accompagnati dai musicisti e dal numeroso coro in un ambientazione tipica dell’epoca. Sabato, prima del gran finale di domenica, salirà invece sul palco alle 21.30 l’ FVG Gospel Choir diretto dai maestri, Pozzetto e Fantin. Con il loro progetto pop/rock, che spazierà dagli Abba ai PinkFloyd, passando per Aretha Franklin e Stevie Wonder, fino alle colonne sonore dei più importanti film, per uno spettacolo di forte impatto e pieno di energia.  Non resta dunque che aspettare ancora qualche giorno per conoscere tutti i dettagli e le sorprese in serbo per questa XVIII edizione.

LA REDAZIONE




SKUNK ANANSIE MERCOLEDÌ 21 NOVEMBRE 2012 – JESOLO, Pala Arrex

L’attesa per il ritorno sulle scene degli SKUNK ANANSIE è terminata. Da oggi è infatti in radio il singolo “I Believed in You” prima traccia estratta dal loro quinto album “Black Traffic”, in uscita il 25 settembre per Carosello Records. In questo nuovo attesissimo disco di inediti gli SKUNK ANANSIE affrontano il panorama dell’attuale realtà politica e sociale.   “I Believed in You” rispecchia il disappunto di molti riguardo ai loro politici eletti. “Credo che molte persone siano state deluse dai loro leader. Tutti vogliono votare, ma per chi? Sbagliano tutti perché alla fine interessa di più pensare alla loro posizione come politici che elevare la posizione del paese che stanno rappresentando”spiega la band.  Il nuovo album della rock band, registrato a Londra, è stato prodotto dagli SKUNK ANANSIE e da Chris Sheldon (produttore dei Foo Fighters, Biff Clyro e Pixies) e mixato da Jeremy Wheatley e Adrian Bushby. “Black Traffic” sarà la prima distribuzione totalmente indipendente della band tramite la loro etichetta che ha lavorato in collaborazione con Carosello Records per l’Italia. L’uscita dell’album sarà accompagnata anche da un nuovo tour europeo che toccherà 20 tra le principali città europee. In Italia sono previsti tre esclusivi appuntamenti: il 19 novembre a Milano, il 20 a Roma e mercoledì 21 novembre al Pala Arrex di Jesolo (VE), unica tappa nell’intero Nordest della penisola italiana, organizzata da Azalea Promotion e Vivo Concerti in collaborazione con il Comune di Jesolo.  Dopo la reunion del 2009, avvenuta dopo 8 anni di separazione, e il trionfo planetario di “Wonderlustre”, il nuovo disco di inediti confermerà ancora una volta il successo di una delle rock band più amate in Italia. “Siamo ritornati insieme perché siamo legati da un’amicizia molto forte” dice Skin all’annuncio del ritorno della band. “Siamo molto orgogliosi di come abbiamo lavorato in passato, ma quello che adesso ci guida è il futuro.”   

I biglietti (ingresso unico 32 euro più diritti di prevendita) per il concerto di Jesolo sono già disponibili nei punti vendita autorizzati Azalea Promotion, Teleart/Vivaticket, Unicredit e online su Ticketone.it

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUL CONCERTO DI JESOLO (VE): Azalea Promotion tel. +39 0431 510393 – www.azalea.itinfo@azalea.it

 UFFICIO STAMPA AZALEA PROMOTION: Luigi Vignando tel. +39 348 9007439 – luigi@azalea.it

carlo liotti




A NONFALCONE “BALLA LA VITA” IL18 E 19 AGOSTO

Si sposta in centro a Monfalcone, e precisamente in piazza della Repubblica la rassegna “Balla la vita!” (la rassegna di ballo su musica dal vivo che anima l’estate cittadina grazie al contributo di Isogas) che offrirà al cuore della città dei cantieri le ultime tre serate danzanti, in compagnia di band che dal vivo propongono repertori molto vari con il minimo comun denominatore della qualità e del divertimento.
Sabato 18 agosto è la volta del travolgente country – rock della Western Airlines Country Band, mentre domenica 19 si recupera la serata della 360°Experience Band, pronta a far danzare sui più noti revival degli ultimi decenni centinaia di coppie. Dopo l’esordio nell’area di via Valentinis, l’organizzazione e l’amministrazione comunale ha ritenuto opportuno, con grande convinzione, offrire alle persone rimaste in città la possibilità di vivere il divertimento anche nel centro cittadino, spostando le ultime tre serate della rassegna nella piazza principale di Monfalcone. Per l’Amministrazione Comunale – dice il Sindaco, Silvia Altran – far sì che, dopo l’Area Verde, anche il centro cittadino possa usufruire di un’offerta così fortemente incentrata sulle famiglie, sulla totalità dei cittadini che hanno deciso di godersi l’estate in città, e mettere a disposizione il proprio “salotto” più grande e significativo come punto di aggregazione nel nome della buona musica dal vivo e del divertimento collettivo è un ulteriore soddisfazione, della quale l’amministrazione stessa non può che ringraziare Isogas, l’azienda che ha creduto nell’iniziativa e l’ha sostenuta con il suo generoso contributo. Incontrarsi per conoscersi, per condividere l’ascolto della musica e per ballare insieme: “Balla la vita!” significa questo, e speriamo che questo anno d’esordio rappresenti solo il primo di una serie di appuntamenti che la città vorrà accogliere con l’entusiasmo e la vivacità di cui da sempre è generosamente capace. Così commenta invece Paola Benes, l’Assessore alla Cultura e al Commercio: “Sappiamo per certo, ce lo confermano i medici e gli scienziati, che la musica e il ballo sono terapeutici, antidepressivi, e mai come in questo momento di crisi se ne sente il bisogno! La Piazza, il centro di aggregazione più facilmente accessibile e frequentato della Città, dunque, viene scelto per i prossimi appuntamenti di “Balla la vita”: per far conoscere a tutti la popolare iniziativa che quest’anno l’Amministrazione Comunale ha realizzato in collaborazione con l’Associazione culturale Onde Mediterranee grazie al sostegno di Isogas: l’azienda e l’ente pubblico a sostegno delle famiglie per lo svago e per il sano e piacevole intrattenimento estivo: un’opportunità di incontro e di allegria “scacciapensieri” dedicata a chi è qui solo di passaggio, a chi viene appositamente a Monfalcone per incontrare gli amici, a chi non legge il giornale, a chi non segue la promozione, a chi è distratto, a chi è qui come turista, a chi risiede in città e per vari motivi non se ne è andato fuori in vacanza…tutti si accorgeranno che a fine agosto si balla in Piazza! E ci sarà posto (a sedere!) anche per chi non balla, ma gradirà anche solo ascoltare musica dal vivo in compagnia!  Tutti in piazza, dunque, sabato 18 agosto dalle 21, per ascoltare e ballare sulle le note di chitarre acustiche ed elettriche, benjos, violini, bellissime voci e cori, all’insegna dell’irresistibile country-rock dei Western Airlines Country Band, la miglior band regionale in assoluto del suo genere, che sfoggia un repertorio vastissimo per tutti i gusti (dai balli di coppia, ai two step, ai triple two step, fino ai più caratteristici line dance: canzoni bellissime e famosissime, superbamente riarrangiate da questi giovani musicisti). E ancora domenica 19 agosto, si balla con la 360° Experience Band, vivacissima compagine che fa scatenare sulle cover più classiche, sugli evergreen degli ultimi decenni e anche sui più noti e apprezzati balli di coppia di tutti i tempi




Foo Fighters a Villa Manin. We want Rock!!!

Ieri sera la splendida Villa Manin di Codroipo è stata il punto di ritrovo per moltissimi amanti del Rock, quello vero e puro. Alle ore 14 davanti ai cancelli la folla è già ammassata e trepidante, in attesa del momento chiave della serata: l’ingresso al concerto. La band di ieri ha richiamato ogni generazione, dagli adolescenti fino agli irriducibili sessantenni amanti del genere rock. Alle ore 16.30 scocca l’ora X, i cancelli si aprono e il manto erboso della Villa viene pian piano occupato dai fans; i più irriducibili non si lasciano sfuggire l’occasione di collocarsi sotto il palco. Gli uomini della Security e dell’Organizzazione dell’Azalea Promotion gestiscono i flussi di persone in maniera ordinata e controllata, garantendo un alto livello di guardia sulle operazioni di dispersione della massa. Alle 18 lo spettacolo entra nel vivo; sale sul palco la prima Support Band, i The Gaslight Anthem, gruppo statunitense in forte crescita sul panorama indie – rock. A loro seguirà Bob Mould, ex voce dei Sugar e leader storico degli Husker Du.

Ore 21.00 tutti i presenti sono in piedi, si accendono le luci ed entrano loro, gli ospiti tanto attesi che partono subito in quarta a suon di chitarre e batteria: i Foo Fighters. Nella loro unica tappa italiana, la band di Seattle fondata dal cantante e musicista Dave Grohl, inscena uno spettacolo formidabile di musica rock, che infiamma tutto il pubblico presente. Il regista dello show è sicuramente Grohl, che coinvolge il suo pubblico con molteplici battute, ironizzando sui suoi compagni di viaggio e divertendo la folla con il suo italiano scricchiolante ma efficace. Un vero giullare, capace però nello stesso tempo di lasciare tutti senza fiato per la maestria con la quale maneggia la chitarra; corre in lungo e in largo per il palco, saluta e manda baci e ci tiene a sottolineare che lui non mollerà il palco se non dopo un grande spettacolo per i suoi fans. I componenti della band, presentati dallo stesso Grohl, si dimostrano bravissimi nel sostenere l’energia e la passione che trasmette il loro leader.

[nggallery id = 66] FOTO SIMONE DI LUCA

 I Foo Fighters suonano moltissimi pezzi, attingendo da tutti gli album, sia tra quelli più nuovi che tra i più datati; il pubblico si lascia trascinare dalle note e partecipa attivamente ai brani con cori e applausi per ogni singolo pezzo (per citarne alcuni My Hero, The Pretender, Everlong e moltissimi altri). Due ore e mezza di spettacolo con, tanta musica, qualche siparietto simpatico, brani dedicati ad amici scomparsi, esibizioni da solisti per ogni membro della band. Un concerto straordinario nell’esecuzione dei brani e divertente dal punto di vista dell’atmosfera creatasi tra ascoltatore e band. Nel finale il cantante e leader duetta con la rock star Bob Mould, per un concentrato di musica allo stato puro.

La folla ancora in delirio per l’onore di aver assistito a un capolavoro di arte moderna si dirige a fine spettacolo presso i venditori ufficiali di gadget per accaparrasi un oggetto da tenere come ricordo della magica esperienza. Poi cala il sipario, ma sicuramente mentre ci si avvia verso le proprie dimore rimane ancora indelebile nella testa la melodia di qualche pezzo dei Foo Fighters.

Questa comunque è la progressione dei pezzi proposti dal gruppo :

WHITE LIMO ,     ALL MY LIFE,      ROPE,      PRETENTDER,     MY HERO,      GENERATOR,    LEARN TO FLY,      NEW WAY HOME,    WALK,    COLD DAY,      ARLANDRIA,     THESE DAYS,      AURORA,    MONKEYWRENCH,     HEY JP,       THIS IS A CALL,      IN THE FLESH,    BEST OF YOU,    BRIDGE BURNING,       DEAR ROSEMARY,      BREAKDOWN,   en in fine  EVERLONG

[nggallery id = 65] FOTO LIOTTI CARLO

Carlo Liotti

© Riproduzione riservata




CREEDENCE CLEARWATER R. 9 AGOSTO – MAJANO (UD), 52° Festival di Majano


 

Sono davvero tanti nel mondo ancora oggi i fans di quella che è stata, a detta di moltissimi, la più grande band americana per quanto riguarda i singoli, uno dei più convincenti rock’n’roll group di ogni genere, la formazione californiana più rappresentative della cultura “on the road” degli anni ’60 e ’70, i CREEDENCE CLEARWATER REVIVAL, che si sciolsero malauguratamente negli anni ’70, all’apice del successo, per la separazione artistica dei due leader, i fratelli John e Tom Fogerty. Se John intraprese una luminosa carriera solista principalmente nella musica country, il fratello Tom fu sempre desideroso di far “rivivere” i suoni con una band che fosse erede dei CCR, ma nel 1990 scomparve a causa di un male incurabile. Poco prima, con la nascita dei CREEDENCE CLEARWATER REVIVED sotto la guida del virtuoso chitarrista Johhny “Guitar” Williamson (già membro dei mitici Titanic di “Sultana”), che aveva avuto modo di conoscere Tom Fogerty e di seguirne il desiderio di far rinascere i CCR, aveva iniziato a essere rinvigorito l’epico successo della band originaria tanto che ancora oggi i REVIVED riescono a portare in tutto il mondo i suoni e le atmosfere dei CCR, entusiasmando e plasmando giovani e meno giovani.  La formazione guidata da Johnny “Guitar” Williamson, naturalmente alla chitarra, che vede alla voce il grande cantante Peter Barton, l’eclettico Chris Allen al basso e alla batteria il “vecchietto terribile” Wally Day, conosciuto come il “Santa Claus del Rock and Roll”, è ripartita per un nuovo tour che giovedì 9 agosto (concerto a ingresso gratuito) approderà a Majano (UD), confermando ulteriormente la qualità della proposta musicale del 52ESIMO FESTIVAL DI MAJANO, che nei giorni scorsi, grazie alla collaborazione con Azalea Promotion, ha già visto sul proprio palco i mitici Toto e gli scatenati Negrita.  on Rising” a “Fortunate Son”, passando ovviamente per “I Put a Spell on You”, “I heard it through the Grapevine” e tantissimi altri… Sul palco del Festival di Majano (inizio concerto ore 21:00) si esibiranno anche THE MODS, una giovanissima formazione di quattro elementi (chitarre, basso e batteria) che spesso accompagna le date italiane dei REVIVED proponendo un rock semplice e allo stesso tempo efficace tipico degli anni ’60 e ’70, con molte cover di storici gruppi di quell’epoca che hanno segnato la storia della musica.

AZALEA PROMOTION tel. +39 0431 510393 – www.azalea.itinfo@azalea.it

 UFFICIO STAMPA:  Luigi Vignando tel. +39 348 9007439 – luigi@azalea.it




Music&Live Events il pre-show ufficiale dei Foo Fighters

Dieci rock band del Nord-est Italia e dalla Croazia in un contest a Lignano

(Nella foto i Dead Poet Society_blondepitbull uno dei dieci gruppi partecipanti)

 

Un contest con dieci band grunge e post grunge, l’orecchio vigile di giurati d’eccezione, un dj set con Ringo Deejay, un premio esclusivo per il vincitore. Dopo i primi appuntamenti con scrittori e giornalisti di calibro internazionale, in occasione dell’unica data dei Foo Fighters in programma a Villa Manin lunedì 13 agosto, l’Agenzia TurismoFVG prosegue la stagione di Music&Live events organizzando a Lignano Sabbiadoro, un giorno prima dell’esibizione della band capitanata da Dave Grohl, il pre-show ufficiale con “Learn to fly”, una sfida all’ultima nota musicale.  Domenica 12 agosto a partire dalle ore 16.00 e fino a mezzanotte il palco del Beach Village di Lignano accoglierà “Learn to fly”, l’evento che prevede l’esibizione di giovani band provenienti dal Nord-est Italia e dalla Croazia che si sfideranno in un contest musicale. Ogni mezz’ora si intervalleranno le band dei Dead Poets Society / No More / Shattered Thought Patterns / Sonia Gallina / Pantan / Blue Rose / Dyalmace / Ivan Mihaljevic & Side Effects / The Morning / Party Animals (In allegato una scheda con maggiori dettagli sulle band).  La giuria chiamata a valutare timbro vocale, sonorità, presenza scenica e la performance nel suo complesso sarà capitanata dal celebre direttore artistico e speaker radiofonico di Virgin Radio, Ringo Deejay, supportato dai giornalisti musicali Matteo Maresi di Rolling Stone magazine e Alberto Zeppieri del Messaggero Veneto, dal chitarrista e artista Ibanez Gianni Rojatti e dal docente DAMS dell’Università di Udine Luca Cossettini.  La band che si distinguerà per la propria esibizione si aggiudicherà un riconoscimento e la possibilità di partecipare in prima linea al concerto dei Foo Fighters, a stretto contatto con la band.  Fuori contest, alla fine della competizione, si terrà inoltre la performance della rock band “Dolcetti” dell’artista Ibanez Gianni “Jana” Rojatti e, a partire dalle 22.00, il deejay set ad alto contenuto rock della nota voce del mondo radiofonico nazionale Ringo Deejay.  Da alcuni anni il Friuli Venezia Giulia presta molta attenzione al panorama musicale cercando di attrarre band di respiro internazionale, con date uniche in Italia, e fan da tutto il mondo. In questa ottica l’Agenzia TurismoFVG ha creato Music&Live, un format turistico ad hoc, e Music&Live events, un programma di appuntamenti a supporto dei grandi concerti in programma. Gli eventi di “Music&Live Events” sono organizzati dall’Agenzia TurismoFVG in collaborazione con il Comune di Lignano Sabbiadoro, Li.Sa.Gest, Azalea Promotion, Homepage Festival e Band Live.




UNA STELLA NELLA CITTA’ STELLATA: PAOLO CONTE

Serata magica in Piazza Grande a Palmanova per uno degli appuntamenti più attesi dell’estate, il concerto di Paolo Conte con la sua band organizzato splendidamente dall’Associazione Culturale Euritmica con il sostegno dell’Assessorato al Turismo della Regione Friuli-Venezia Giulia e del Comune di Palmanova, in collaborazione con Azalea Promotion.

In un’atmosfera incantevole data dalla straordinaria location, l’artista astigiano ha percorso la sua carriera con i suoi numerosi successi accompagnato da una strepitosa band formata da Nunzio Barbieri, Daniele Dall’Omo e Luca Enipeo alle chitarre, Lucio Caliendo (oboe, fagotto, tastiera e percussioni), Claudio Chiara (sassofono, accordeon, basso e tastiera), Daniele Di Gregorio (batteria, percussioni, marimba, pianoforte), Massimo Pizianti (accordeon, bandoneon, clarinetto sassofono, pianoforte, tastiera), Piergiorgio Rosso (violino), Jino Touche (contrabbasso, chitarra elettrica) e Luca Velotti (sassofoni, clarinetto) in un’ora e mezza di spettacolo di musica, luci e colori che, con gran eleganza, hanno fatto sognare il numeroso pubblico che ha risposto entusiasta all’evento.

 

La serata ha preso il via con i saluti del Presidente di Euritmica Giancarlo Velliscig e del Sindaco di Palmanova Francesco Martines per passare al concerto con il primo brano, Cuanta Passion.

[nggallery id = 63]  foto BUSET

Successivamente in Piazza Grande hanno riecheggiato le note di alcune fra le più importanti opere di Paolo Conte come Sotto le stelle del jazz, Alle prese con la verde milonga, La Negra e Bartali prima di un po’ di meritata pausa.

Al rientro sul palco Conte e i suoi musicisti hanno continuano a “rapire” il pubblico presente con diversi brani, fra i quali La comedie d’un jour, Gioco d’azzardo, Gli impermeabili, la famosissima Via con me e la straordinaria L’orchestrina per un finale in crescendo che ha estasiato Palmanova e i fan, di ogni generazione, del grande Maestro richiamato sul palco a gran voce da una folla in visibilio per i saluti finali.

Rudi Buset
rudi.buset@ildiscorso.it
© Riproduzione riservata




RINVIATO L’ATTESISSIMO TOUR DEI RADIOHEAD DOPO INCIDENTE TORONTO

DOPO L’INCIDENTE DEL 16 GIUGNO SCORSO DI TORONTO

RINVIATO IL CONCERTO DEI RADIOHEAD !!!!!!!!!

 

4 luglio 2012 VILLA MANIN – Codroipo (UD)

 

Attesi migliaia di fan da tutto l’Est europeo :  il richiestissimo tour europeo dei RADIOHEAD, è uno degli appuntamenti più attesi della prossima stagione estiva, che conferma il Friuli Venezia Giulia ai vertici nazionali nell’organizzazione dei più importanti concerti, in grado di richiamare migliaia di spettatori da tutta Europa, producendo notevoli ritorni in termini di flussi turistici, già nel breve periodo, e di publicity a livello nazionale e soprattutto internazionale. A quattro anni di distanza dal travolgente successo – 36mila biglietti venduti in pochissimi giorni – dei loro live a Milano, i RADIOHEAD hanno scelto l’Italia come prima tappa dell’attesissimo tour europeo e hanno deciso di regalare ai loro fan italiani quattro imperdibili appuntamenti, prodotti da Vivo Concerti, in alcune delle cornici più suggestive del nostro paese.   I RADIOHEAD questa volta hanno premiato il pubblico italiano: infatti il nostro Paese sarà quello che ospiterà più date nel loro tour europeo. La prima sarà sabato 30 giugno a Roma all’Ippodromo delle Capannelle, mentre il giorno successivo la band suonerà al Parco delle Cascine nel cuore di Firenze. Martedì 3 luglio sarà la volta di Bologna, dove i RADIOHEAD si esibiranno in Piazza Maggiore, il tour italiano si concluderà mercoledì 4 luglio nel maestoso complesso di Villa Manin, a Codroipo (Udine), uno dei più importanti monumenti artistici italiani. Per il sensazionale concerto dei RADIOHEAD, organizzato da Vivo Concerti in collaborazione con Azalea Promotion, la Regione Friuli Venezia Giulia, l’Azienda Speciale Villa Manin e l’Agenzia TurismoFVG, sono previsti fan da tutto l’Est europeo grazie anche al supporto di “Music&Live”, l’affermato sistema di promozione, sviluppato dall’Agenzia TurismoFVG, che permette di dare alla ricettività del territorio un elevato numero di clienti, promuovendo la conoscenza della regione, delle strutture turistiche e del complesso dell’offerta ricettiva.    In 8 album e quasi 20 anni di carriera i RADIOHEAD hanno fuso il rock alternativo all’art rock, l’elettronica al punk, il pop alla psichedelia, diventando una delle band più influenti – per critici, musicisti e pubblico – degli ultimi decenni. Grazie a ritmi elettronici, alla particolare voce di Thom Yorke e a testi visionari, la band di Oxford ha creato  una colonna sonora ideale per gli ultimi anni, mettendo in musica il desiderio di fuga, la necessità di perdere sé stessi, l’alienazione e  la spersonalizzazione causati dalla tecnologia e dalle convenzioni della  società contemporanea. Ma i RADIOHEAD, pur rimanendo dei sognatori, non hanno mai perso di vista la realtà, producendo testi politici e schierandosi spesso apertamente e personalmente dalla parte di chi protesta.   Allergici alle regole del mercato e del marketing musicale, la band ha fatto spesso scelte anticommerciali, imponendo brusche variazioni ad un sound già carico di dettagli sperimentali: questo non gli ha impedito però di vendere più di  25 milioni di dischi, e collezionare premi e riconoscimenti, tra cui 3 Grammy Awards, 1 Ivor Novello, e 3 Q Awards.  Thom Yorke (voce), Jonny Greenwood, Ed O’ Brien (chitarre), Colin Greenwood (basso) e Phil Selway (batteria) debuttano sotto il nome di RADIOHEAD nel 1993 con l’album Pablo Honey, che, trascinato dal singolo Creep, ottiene un buon successo commerciale.  Ma è nel 1997, con l’uscita di Ok Computer, che i RADIOHEAD raggiungono la fama internazionale, debuttando direttamente in testa alle classifiche nel Regno Unito. Diventati vere e proprie star della musica mondiale, i RADIOHEAD spiazzano il pubblico registrando contemporaneamente e pubblicando a breve distanza due album speculari come Kid A (2000) e Amnesiac (2001): disco difficile e duro il primo, più accessibile e melodico il secondo. Dopo Hail to the Thief (2003), nel 2007 è la volta di In Rainbows, con il quale i RADIOHEAD causano un vero e proprio terremoto nel mercato musicale.  Il loro settimo lavoro di studio viene infatti pubblicato quasi all’improvviso con un comunicato sul sito e distribuito con l’innovativa formula “pay as you like”: ognuno è libero di scaricare il disco pagando quanto ritiene più opportuno, anche nulla. La sfida del gruppo al mercato musicale continua anche con The King of Limbs (2010) rilasciato dapprima solo digitalmente e poi sotto forma di disco fisico. A quest’ultimo segue, qualche mese dopo, la versione remix “TKOL RMX 123456”, pubblicata prima solo in vinile, e poi in digitale, e lanciata dalla band inglese con un evento in streaming mondiale. L’occasione di vedere dal vivo il gruppo che sta cambiando le regole del rock è imperdibile: appuntamento dunque nella suggestiva cornice storica di Villa Manin a Codroipo il prossimo 4 luglio.

Maggiori informazioni sui prezzi dei biglietti e i circuiti di vendita saranno diffuse a brevissimo sui siti vivoconcerti.com e azalea.it.

Per informazioni sul tour italiano dei Radiohead: www.vivoconcerti.com

 

PER INFORMAZIONI SUL CONCERTO DEL 4 LUGLIO 2012 A VILLA MANIN:

Azalea Promotion tel. +39 0431 510393 – www.azalea.itinfo@azalea.it

Ufficio Stampa Azalea Promotion:  Luigi Vignando tel. +39 348 9007439 – luigi@azalea.it

Ufficio stampa Agenzia TurismoFVG: Tatjana Familio tel. +39 335 7968146 – tatjana.familio@turismo.fvg.it

 

La redazione