1

Tutte le sfide della 46^ Verzegnis-Sella Chianzutan

Con le verifiche di venerdì scatta il weekend della prova friulana del Campionato Italiano
Velocità Montagna e della FIA International Hill Climb Cup. Sabato le prove ufficiali e
domenica alle 9.30 le due gare con tante sfide tra i migliori specialisti italiani ed europei

DS3_0155                Verzegnis_-_Sella_Chianzutan

 Udine, 14 maggio 2015. La 46^ Verzegnis-Sella Chianzutan entra nel vivo venerdì 15 maggio con

la prima giornata dell’evento che domenica assegna punti pesanti per la FIA International Hill Climb
Cup, il Campionato Italiano e quello Sloveno della Montagna e altre serie nazionali e internazionali,
oltre al Trofeo Banca di Cividale per il vincitore assoluto. Il venerdì è dedicato a verifiche tecniche e
sportive per i 257 piloti iscritti di 11 nazionalità diverse e le loro auto da corsa. Le operazioni si
svolgono dalle 12.30 alle 18.30 presso il Municipio di Verzegnis. Sabato dalle 9.30 è previsto il via
delle due salite di prova. Domenica 17 maggio, sempre alle 9.30, il direttore di gara Flavio Candoni
darà il via a gara-1 del terzo round del CIVM con gara-2 a seguire.

Verzegnis 202

Domenico Scola

Christian MERLI

Christian MERLI

Alcune immagini della scorsa edizione:

DS3_0151DS3_9880 DS3_9888 DS3_9921 Sonia BORGHESEDS3_9870

Dei 257 driver iscritti alla cronoscalata internazionale 54 sono su auto storiche (al più veloce di loro va il Trofeo Luigi Bormolini), ma è il “pienone” tra le moderne che accende sfide cruciali in ogni gruppo e classe.

Ai vertici è atteso l’attuale leader del Campionato Italiano, l’under calabrese Domenico Scola, che con l’Osella Pa2000 Honda proverà a respingere i sicuri attacchi del trentinovicecampione Christian Merli, costretto al ritorno sullo stesso modello due litri per l’indisponibilitàdella Fa30 Rpe, in riparazione, e nel 2014 2° assoluto a soli 4 centesimi di Zardo. Atteso outsider sarà un altro under, Michele Fattorini, reduce dalla brillante vittoria in casa a Orvieto anche lui su Pa2000. Nel gruppo delle biposto E2B riflettori puntati anche sulle Norma M20 Fc di Jiri Svoboda e Petr Trnka in arrivo dalla Repubblica Ceca, mentre nelle monoposto E2M ci sono Diego Degasperi con la Lola Zytek e la gemella con motore Judd di Franco Cinelli e non poteva mancare alla gara di casa Marietto Nalon adesso con la Lola, come il ceko Vaclav Janik e lo svizzero Eric Berguerand, che motorizzato Cosworth ha vinto la Category 2 del Masters FIA in Lussemburgo davanti a Faggioli. In corsa anche l’elvetico Tiziano Riva su Leyton House. In classe 2000 rientro tricolore per Gino Pedrotti su F.Renault ed Enrico Zandonà su Reynard F.3. Arriva a Verzegnis forte di due successi consecutivi tra i prototipi CN il sardo Omar Magliona, 3° assoluto lo scorso anno a Verzegnis, sull’Osella Pa21 Evo ora gommata Pirelli. In gruppo annunciati gli attacchi delle gemelle, ma su coperture Avon, di Rosario Iaquinta, Luca Ligato e Achille Lombardi, mentre debutta in CIVM la nuova Cms 03 Honda affidata ad Andrea Picchi. In Carnia da leader ci arriva pure Roberto Ragazzi con la Ferrari 458 Evo di gruppo GT. Ignazio Cannavò (Lamborghini) e Franco Leogrande (Porsche) cercheranno il riscatto ma a Verzegnis riferimento resta il friulano Gianni Di Fant con la Porsche 997. Promette spettacolo l’affollato gruppo E1-E2S dove, stranieri a parte, nel Tricolore Fulvio Giuliani è al comando con la Lancia Delta Evo e attende i confronti con Marco Gramenzi su Alfa 155 DTM e Piero Nappi su Ferrari 550. Tra i driver di casa occhi puntati su Manuel Morocutti (Renault Clio) e Fabrizio Vettorel (Peugeot 106). In gruppo A Salvatore D’Amico sbarca in Friuli da leader sulla Renault New Clio ma in Carnia ci sono il rientro del campione in carica Rudi Bicciato con laMitsubishi Lancer Evo e i friulani Ivano Cenedese e Alessandro Di Fant anche loro su Clio. Ricco ilgruppo N con in testa “O Play” Antonino Migliuolo, l’inseguitore Giovanni Del Prete e i rientri del campione in carica Armin Hafner, di Lino Vardanega e del friulano Michele Buiatti, tutti su Mitsu.

Sorprese in classe 2000 con una doppia presenza in rosa, quella di Elena Croce e Daniela Festa,
entrambe su Clio, come un altro driver di casa, Michele Da Ros, mentre in 1600 c’è Fabrizio
Vettorel su Peugeot 106. Impossibile ogni pronostico, ma grande agonismo in Racing Start. Tra le
turbo, su Mini Cooper S, sfida aperta tra Oronzo Montanaro e Nicola Novaglio e le presenze del
direttore della rivista TuttoRally+ Stefano Cossetti e di Federico Borret. Tra le aspirate attesi il
campione in carica Antonio Scappa e Roberto Chiavaroli su Renault New Clio.

L’Ufficio Stampa
Rif. Gianluca Marchese / +39 328 0073660 / gianluca.mar76@libero.it

Foto: Dario Furlan