mercoledì , 14 Aprile 2021
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » Dall'Italia » THIERRY NEUVILLE E MARTIJN WYDAEGHE, CON LA HYUNDAI i20 R5, AL VIA DEL 44° RALLY IL CIOCCO E VALLE DEL SERCHIO (12 E 13 MARZO), APERTURA DEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY 2021.
THIERRY NEUVILLE E MARTIJN WYDAEGHE, CON LA HYUNDAI i20 R5, AL VIA DEL 44° RALLY IL CIOCCO E VALLE DEL SERCHIO (12 E 13 MARZO),  APERTURA DEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY 2021.
Foto di repertorio di una Hyundai i20 R5 (Umberto Scandola al Monte-Carlo 2020) Immagine: #darionnen.photographer

THIERRY NEUVILLE E MARTIJN WYDAEGHE, CON LA HYUNDAI i20 R5, AL VIA DEL 44° RALLY IL CIOCCO E VALLE DEL SERCHIO (12 E 13 MARZO), APERTURA DEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY 2021.

image_pdfimage_print

Il Ciocco (Lu). In attesa di conoscere lo schieramento dei pretendenti al titolo di Campione Italiano Rally 2021, il 44° rally Il Ciocco e Valle del Serchio, apertura stagionale del tricolore rally, presenta già un’anteprima di alto livello. Thierry Neuville, pilota ufficiale Hyundai Motorsport nel Campionato Mondiale Rally, cinque volte vice-campione iridato rally, insieme al suo navigatore Martijn Wydaeghe, hanno scelto di essere al via del prossimo rally Il Ciocco, con la Hyundai i20 R5, per macinare chilometri in gara, allo scopo di affinare sempre più il feeling pilota-navigatore, in un equipaggio di recentissima formazione. E’ il debutto, per il 32enne pilota belga, sulle prove speciali della Garfagnana che già, in passato, hanno visto all’opera, e hanno raccolto pareri entusiasti, anche da altri grandi protagonisti del Mondiale Rally.

Per i migliori rallisti di casa nostra sarà un’ottima occasione per confrontarsi con uno dei driver più veloci della scena internazionale. Andrea Adamo, Hyundai Motorsport Team Principal: “Ritengo sia una buona opportunitá per il nostro equipaggio belga Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe partecipare al Rally Il Ciocco, gara di apertura del Campionato Italiano Rally 2021, con una Hyundai i20 R5. L’occasione nasce dall’interesse che Hyundai Motor Company Italy, la filiale italiana della nostra casa madre, sta dimostrando per il CIR 2021 e da qui l’idea di avere un equipaggio ufficiale di Hyundai Motorsport al via della prima gara del campionato. Ovviamente questa sará anche un’ottima occasione per Thierry e Martijn per lavorare insieme nel consolidare ulteriormente la loro partnership in vista delle prossime gare del Campionato del Mondo Rally. Vorrei anche ringraziare il Presidente Angelo Sticchi Damiani, il Presidente della Commissione Rally Daniele Settimo e ACI Sport per la continua collaborazione e gli organizzatori del Rally Il Ciocco per la loro ospitalitá e accoglienza”.

Thierry Neuville: “Sono felice di partecipare al Rally Il Ciocco – primo round del Campionato Italiano Rally – con una Hyundai i20 R5. Questa sarà davvero un’ottima opportunità per me e Martijn per correre insieme chilometri in competizione e lavorare per rafforzare la nostra partnership, prima delle prossime gare della stagione WRC. Sarà la mia prima volta al Rally Il Ciocco, ma ho sentito che le strade asfaltate sono molto belle e impegnative, quindi non vedo l’ora di esserci”.

Valerio Barsella, organizzatore: “Sicuramente è un valore aggiunto importante per un organizzatore essere scelto e avere il privilegio di avere al via team e piloti del Mondiale Rally. L’opportunità di avere al rally Il Ciocco e Valle del Serchio il pilota ufficiale del team Hyundai Motorsport Thierry Neuville, con il navigatore Martijn Wydaeghe, unita al fatto che il campione belga sarà al via con la Hyundai i20 R5, aggiungerà ulteriore interesse alla lotta per la vittoria. Vorrei anche ringraziare, in questa occasione, Andrea Adamo, team principal Hyundai Motorsport, per la disponibilità, e Daniele Settimo, Presidente della Commissione Rally, per il fattivo interessamento e per la collaborazione forniti alla concretizzazione di questa possibilità”.

TANTE LE NOVITA’ 2021 CHE DEBUTTERANNO AL “CIOCCO”

LE WRC NEL “CIOCCO” CIR, ANCHE LE WRC PLUS NELLA COPPA RALLY DI ZONA A COEFF. 1,5

Porta il numero quarantaquattro – una storia lunga e importante – l’edizione 2021 del rally Il Ciocco e Valle del Serchio che, il 12 e 13 marzo prossimi, torna ad aprire il prestigioso Campionato Italiano Rally. Le iscrizioni al rally Il Ciocco 2021 aprono giovedì 11 febbraio, con chiusura prevista per mercoledì 3 marzo. Quella di quest’anno sarà anche la seconda edizione in “era Covid-19” della tradizionale gara tra Garfagnana e MediaValle. Lo scorso anno, la stretta sinergia con ACI Sport e con la Commissione Rally, unita alla forte volontà di O.S.E.Organization Sport Events, avevano superato tutte le difficoltà legate alla pandemia, riuscendo a mettere in scena, con successo, il “Ciocco”, in una inedita veste estiva.Nel 2021 il rally torna a disputarsi nella sua collocazione abituale, nel mese di marzo, anche se il format, il percorso e la logistica dovranno ancora sottostare alle stringenti normative e decreti, sia della Presidenza del Consiglio che della Autorità sportiva, per il contrasto alla pandemia Covid-19 che, purtroppo, prevedono anche il divieto della presenza del pubblico degli appassionati. Una rinuncia dolorosa, soprattutto per una zona ad alta densità di passione rallystica come la Garfagnana, ma non va dimenticata l’importanza economica dell’evento per tante strutture, team, operatori che traggono reddito dal motorsport, nonché per il territorio dove il rally si svolge.

Crugnola – Ometto, vincitori del CIR 2020

DIECI PROVE SPECIALI DA LEGGENDA PER IL “CIOCCO” 2021 Seppure con un percorso “compresso”, in ossequio alle indicazioni e alle norme varate da ACI Sport per i rally dei campionati tricolori in epoca “Covid-19”, il rally Il Ciocco e Valle del Serchio rimane una gara di spessore, impegnativa e ricca di insidie, con prove speciali i cui nomi hanno un posto fisso tra quelle leggendarie del C.I.R.. Il rally si svilupperà quasi interamente nella giornata di sabato 13 marzo, che prevede tre prove speciali – Massasassorosso, Careggine e Molazzana– da ripetere tre volte, con l’“antipasto” gustoso e spettacolare di venerdì 12, che ha in programma la disputa della Super Prova Speciale all’interno della Tenuta Il Ciocco, la prima “Power Stage”della stagione, che verrà interamente trasmessa in diretta televisiva su Rai Sport. Il cuore dell’evento, con Direzione Gara, servizi, Sala Stampa, verifiche, parco assistenza, partenza e arrivo, saràc oncentrato totalmente all’interno della Tenuta Il Ciocco.

Il rally Il Ciocco e Valle del Serchio ha in programma le ricognizioni del percorso nella giornata di giovedì 11 marzo, che in serata prevede le verifiche e punzonatura per i piloti prioritari e per gli iscritti al CIR. Venerdì 12 marzo a calendario le verifiche tecnich ee lo shakedown, che precede di poche ore la partenza del 44° rally Il Ciocco e Valle del Serchio, alle ore 16.00 e lo start, alle ore 16.20 della Super Prova Speciale.Sabato 13 marzo alle ore 7.00 il via della seconda sezione del rally, con arrivo finale previsto alle ore 18.00. L’edizione 2020 del rally Il Ciocco e Valle del Serchio ha visto la vittoria di Crugnola-Ometto (Citroen C3 R5), mentre Albertini-Fappani (Skoda Fabia R5) si sono aggiudicati la classifica CIRA.

IL RALLY IL CIOCCO PRIMO SCENARIO DELLE TANTE NOVITA’ DEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY 2021 La Commissione Rally, presieduta da Daniele Settimo, ha delineato, con il placet della Giunta Sportiva di ACI Sport, un Campionato Italiano Rally 2021 ricco di importanti novità, che troveranno al rally Il Ciocco la prima applicazione pratica. Tra le novità più importanti l’introduzione nel CIR della prova speciale televisiva – “power stage”- che si svolgerà in apertura di gara con l’assegnazione di 3, 2, 1 punti ai primi tre classificati, moltiplicati per il coefficiente della gara, e il nuovo sistema di assegnazione punteggio finale, che ha lo scopo di dare un maggior rilievo alla classifica assoluta.

UFFICIO STAMPA Il Ciocco

About Dario Furlan

Dario Furlan
Fotografo free lance e giornalista pubblicista. Segue da anni il panorama musicale internazionale - ma anche locale - con particolare predilezione per quanto riguarda il rock (in tutte le sue derivazioni), il folk ed il blues nonché la musica in lingua friulana. Cultore di "motori e rally", dei quali vanta una conoscenza ultradecennale, è anche atleta nella disciplina ciclistica della mountain bike.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top