domenica , 29 Marzo 2020
Notizie più calde //
Home » Sport » Altri sport » Sestriere, tra il Giro d’Italia e la candidatura ai Mondiali di Sci Alpino
Sestriere, tra il Giro d’Italia e la candidatura ai Mondiali di Sci Alpino
Foto Marco Alpozzi/LaPresse 18 Gennaio 2020, Sestriere, Italia SCI Coppa del Mondo di Sci Alpino - Slalom Gigante Femminile Nella foto: Photo Marco Alpozzi/LaPresse January 18, 2020 Sestriere, Italy Ski AUDI FIS Ski World Cup Women’s Giant Slalom In the pic:

Sestriere, tra il Giro d’Italia e la candidatura ai Mondiali di Sci Alpino

image_pdfimage_print

Sestriere, 18 gennaio 2020 – Ciclismo e sci a Sestriere è il grande tema discusso oggi in una conferenza stampa al termine della prima giornata di gare di Coppa del Mondo di sci alpino. Infatti, sabato 30 maggio, la località piemontese ospiterà per l’ottava volta l’arrivo del Giro d’Italia al termine di una tappa di montagna che risulterà decisiva per la classifica generale essendo la penultima prima della cronometro di Milano.

Al contempo si è parlato anche della candidatura di Sestriere per ospitare i Campionati del Mondo di Sci Alpino nel 2029.

Tappone alpino di 5000 m di dislivello con sconfinamento in Francia. Ultima tappa di montagna del Giro 2020, probabilmente decisiva. Si superano Colle dell’Agnello, Col d’Izoard, Monginevro e salita finale al Sestriere. Si tratta a detta di molti della mitica Cuneo-Pinerolo riproposta in chiave moderna.

LA CANDIDATURA DI SESTRIERE PER I MONDIALI DI SCI 2029 – Lo sci fa parte della storia di Sestriere. Il Comune è stato fondato nel 1934 espressamente per diventare una stazione sciistica internazionale. Il tempo ha confermato questa vocazione: dai grandi appuntamenti di Coppa del Mondo ai Mondiali di Sci del 1997 sino ad arrivare ai Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006. Negli anni Sestriere è cresciuta sempre più avviando all’attività dello sci milioni di persone. Oggi Sestriere è una destinazione turistica tra le più apprezzate a livello mondiale con base a 2000 metri d’altitudine e gran parte delle piste al di sopra di tale quote. Un particolare non certo trascurabile visto i repentini cambiamenti climatici a livello globale.

DICHIARAZIONI 
“Sestriere è un comune fondato sullo sci che vive di turismo: una vera e propria industria della neve capace di generare divertimento e occupazione con ricadute sull’intero Piemonte e anche oltre. Il futuro di un grande passato: questo ha spinto il Comune di Sestriere a candidarsi per i Mondiali di Sci Alpino del 2029, forti del sostegno e dell’appoggio di Regione Piemonte. Regione che è sempre stata al nostro fianco sostenendo sfide che, oltre alla promozione, hanno lasciato sull’intero territorio importanti opere ed investimenti che hanno contribuito a migliorare nettamente l’offerta turistica garantendo importanti riscontri su tutti i fronti. Sotto lo stesso profilo rientra anche la promozione estiva con Sestriere che ospita per l’ottava volta l’arrivo di tappa della Corsa Rosa. Noi come tutti gli appassionati di ciclismo nutriamo grandi aspettative verso questa ventesima tappa del Giro d’Italia 2020, da Alba a Sestriere. Una tappa ricca di significati che vanno ben oltre l’evento stesso in quanto qualifica sempre più Sestriere quale meta di riferimento per tantissimi amatori che scelgono di venire a pedalare sulle nostre montagne. Per loro abbiamo costruito nel tempo diverse opportunità per vivere emozioni, ripercorrere frazioni di tappe divenute epiche grazie alle imprese firmate da autentici fuoriclasse. Su tutte la Gran Fondo Sestriere Colle delle Finestre in programma il prossimo 19 luglio ed anche una serie di giornate per cimentarsi in crono-scalate su strade chiuse al traffico con la new entry 2020 Sestriere-Col Basset che farà da ciliegina sulla torta” – ha dichiarato il Sindaco di Sestriere Gianni Poncet.
“Il grande ciclismo e lo sci agonistico alpino. Due appuntamenti di assoluto rilievo che si collocherebbero come appuntamenti importanti per le nostre montagne e come occasione di sviluppo del territorio. Le nostre località sciistiche hanno già dato prova di poter ospitare grandi appuntamenti sportivi e le nostre competenze in merito di manifestazioni sportive sono un valore aggiunto” – affermano il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’ Assessore Regionale allo Sport Fabrizio Ricca. “Vogliamo costruire appuntamenti che diventino occasioni di sviluppo per i prossimi anni, creando un calendario di appuntamenti”.

Paolo Bellino, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RCS Sport, ha detto: “Il Giro d’Italia e Sestriere hanno una storia che dura da tanti anni e che vedrà la città piemontese ospitare nel 2020 un arrivo di tappa della Corsa Rosa per l’ottava volta – la prima volta nel 1991. Il rapporto di RCS Sport con Sestriere e la Regione Piemonte è un connubio che dura nel tempo, e che va oltre il Giro d’Italia, come dimostrano tutte le altre grandi manifestazioni internazionali che abbiamo organizzato in questo meraviglioso territorio. Sono sicuro che il nostro continuerà ad essere un rapporto duraturo. Faccio un grande in bocca al lupo al Sindaco e alla città per questa importante candidatura per ospitare i Campionati del Mondo di Sci Alpino nel 2029. Siamo orgogliosi di essere partner di un evento di altissimo livello internazionale che darebbe ulteriore lustro a Sestriere, al Piemonte e a tutta l’Italia”.

Flavio Roda, Presidente Federazione Italiana Sport Invernali ha sottolineato come: “La Federazione Italiana Sport Invernali esprime il massimo sostegno ad una candidatura che, se accettata, permetterebbe alla nostra nazione di mantenere un ruolo di primissimo piano negli avvenimenti sportivi invernali più importanti degli ultimi anni dopo i Mondiali di Cortina 2021 e le Olimpiadi di Milano-Cortina 2026. Ospitare un evento di tale portata avrebbe una notevole ricaduta in termini economici e di interesse mediatico, permettendo alla località piemontese di respirare nuovamente l’emozione del grande evento, dopo la perfetta riuscita delle Olimpiadi del 2006 che riscossero grande successo e sono ancora vive nei ricordi degli appassionati italiani e non solo. Si tratterà solamente di concordare nel migliore dei modi l’anno di assegnazione più adatto insieme alle altre nazioni, in base alla turnazione che esiste all’interno della Federazione Internazionale per le grandi manifestazioni”.

Foto Credit: LaPresse

Press Giro d’Italia

About Dario Furlan

Dario Furlan
Fotografo free lance e giornalista pubblicista. Segue da anni il panorama musicale internazionale - ma anche locale - con particolare predilezione per quanto riguarda il rock (in tutte le sue derivazioni), il folk ed il blues nonché la musica in lingua friulana. Cultore di "motori e rally", dei quali vanta una conoscenza ultradecennale, è anche atleta nella disciplina ciclistica della mountain bike.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top