sabato , 4 Dicembre 2021
Notizie più calde //
Home » SLIDER » POTEVA ANCHE PIOVERE

POTEVA ANCHE PIOVERE

image_pdfimage_print

Dopo il super passo falso di Genova contro la Sampdoria, Udinese di nuovo al Friuli, nel lunch match della prima giornata di ritorno contro la Lazio del “nostrano” Eddy Reja, spesso sulle tribune dell’impianto udinese in questa stagione.

Per i padroni di casa squalificati Allan e Gabriel Silva sostituiti da Badu ed Allan, con Maicosuel e Di Natale in attacco. Per la Lazio Hernanes in panchina con Floccari e bomber Klose in avanti.

I friulani partono subito bene con Pereyra che prova la conclusione dopo 4 minuti ma la palla è deviata in angolo. Un minuto più tardi è ancora Udinese con Pereyra che la crossa in area: la palla viene deviata da Bavia che per poco sorprende Berisha, ma il portiere albanese si salva. All’8 Maicosuel scatta sulla sinistra e viene atterrato in area da Cavanda: Rocchi non può far altro che ammonire il difensore biancoceleste e fischiare il rigore realizzato da Totò Di Natale al suo quinto gol in campionato. La Lazio prova una reazione ma senza grosse occasioni. A metà tempo la gara entra nel vivo: per gli ospiti ci prova Lulic da 25 metri ma Brkic non si fa sorprendere. Dall’altro lato Berisha rinvia su Di Natale e rischia il “gollonzo” della domenica. Per i biancocelesti è ancora Lulic ma Danilo salva tutto e poco dopo ci provano nella stessa occasione Dias che calcia con la difesa casalinga che respinge sui piedi di Floccari che si gira ma calcia alto: pericolo scampato! La Lazio continua costantemente a premere e ci prova dalla destra con Candreva bravo a mettere una palla insidiosa in area con Lulic che non ci arriva di un soffio. Più tardi ci provano ancora Onazi da 30 metri e Floccari ma Brkic ci arriva facile. È l’Udinese però che va più vicina alla rete con un contropiede finalizzato da Maicosuel che per pochi centimetri non sfrutta al meglio un perfetto passaggio di Badu. Finisce così la prima frazione con il vantaggio bianconero in una gara con diverse occasioni da entrambe le parti.

La ripresa con i bianconeri che provano a chiudere la gara prima con Badu deviato in corner al momento della conclusione e a seguire con Di Natale che per poco non trova il gran gol da calcio d’angolo e ancora con Basta che di testa non trova la porta. La Lazio ci prova con un tiro di Floccari che viene rimpallato e finisce facilmente fra le braccia di Brkic. Al 54′ altro episodio importante del match: Onazi vicino alla linea laterale stende Pereyra e si merita il secondo giallo e quindi l’espulsione permettendo ai bianconeri di guadagnare un vantaggio anche numerico. Prova a sfruttarlo subito Di Natale ma Berisha ci arriva. Escono Di Natale per l’Udinese e Ciani per la Lazio per far posto al rientro di Muriel e ad Hernanes. Il laziale ci mette un minuto per servire in profondità Klose che supera Domizzi e secondo Rocchi, meno secondo il pubblico, viene atterrato da Brkic in area. È il secondo rigore del match che viene trasformato da Candreva al 63′, anche lui alla quinta realizzazione in campionato. Passano tre minuti ed Ederson in campo da inizio ripresa al posto di Floccari che calcia dalla sinistra e di poco non trova l’angolino alla destra di Brkic. Passano due minuti e sull’altro fronte arriva il 2 a 1 firmato Badu: il ghanese prende palla al limite dell’area ed insacca d’esterno destro sotto l’incrocio. Gli ospiti non ci stanno e assaltano la porta bianconera con Brkic che non sembra particolarmente in forma: in rapida successione ci provano Klose di testa ed Hernanes da centro area ma entrambi, per fortuna, non trovano la porta. Ci prova ancora il brasiliano poco dopo con una bomba dal limite parata con non poche difficoltà dal numero uno bianconero. All’82’ arriva, clamorosamente per l’azione, il pareggio ospite grazie a Brkic che esce male e devia la palla che sbatte su Lazzari e si insacca. Mancano pochi minuti alla fine ed i tifosi friulani pensano di aver visto tutto ma al 90′ è psicodramma puro con Hernanes che dal limite dell’area fulmina Brkic e porta tre punti in casa Lazio e tanti fischi per giocatori e tecnico dalle tribune del Friuli.

Partita drammatica, in perfetta continuità con le ultime, quella odierna con una ripresa in cui i bianconeri sono riusciti a prendere tre gol con un uomo in più con amnesie difensive non facilmente riscontrabili in altre squadre di A.

Incredulo Guidolin in sala stampa alla fine di un match in cui ha visto l’Udinese partite bene e gestire la gara fino al 2 a 1 quando il mister pensava di averla vinta ma poi è andata com’è andata. Prosegue il periodo difficile in cui non ne va bene una ma che deve per forza di cose migliorare con prestazioni migliori e con episodi più fortunati rispetto alle ultime gare. Soddisfatto invece Reja arrivato in un periodo in cui la Lazio si guardava ieri e che ora dopo 7 punti in 3 gare può guardare ad un altro tipo di campionato anche se il calendario mette in fila Juventus e Napoli.

Periodo che continua ad essere super negativo e cammino che si fa molto insidioso per i bianconeri ora impegnati nella trasferta di Coppia Italia contro il Milan e poi con le uscite in campionato con Parma e Bologna in cui sarà fondamentale fare punti per non sprofondare in classifica verso l’abisso.

Rudi Buset
rudi.buset@ildiscorso.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

About Rudi Buset

Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top