martedì , 18 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Sport » Calcio » IL DISCORSO SUL CAMPIONATO – 33a giornata

IL DISCORSO SUL CAMPIONATO – 33a giornata

image_pdfimage_print

La Juve conta i giorni che la separano dallo Scudetto che si potrà festeggiare già nella prossima giornata o nella successiva. Gli uomini di Conte vincono, in una partita scarsamente spettacolare, contro il Milan e inguaiano i rossoneri ora con appena 1 punto di vantaggio sulla quarta, la Fiorentina. Decide il big match della domenica Vidal su rigore al 57’.

Tiene il passo della Juve, ma sempre a 11 punti di distacco, il Napoli che vince all’ultimo minuto contro uno straordinario Cagliari. Gli isolani vanno in vantaggio con Ibarbo al 18’, ma si fanno raggiungere da uno sfortuna autogol di Atzori al 48’ e superare da Cavani al 64’. Il Cagliari non ci sta e raggiunge il pari con Sau al 71’. A pochi secondi dalle fine definitivo 3 a 2 di Insigne che permette di portare a 8 punti di vantaggio sulla quarta.

Tre punti importanti e super sofferti anche per la Fiorentina in una gara dai mille volti. I viola partono forte e dopo 33 minuti sono in vantaggio di 3 gol al Franchi sul Torino grazie ad una grandissima rete di Cuadrado (spettacolare pallonetto all’8’) e alle reti di Aquilani al 16’ e Ljajic al 33’. Il Toro al 45’ trova quello che sembra il gol della bandiera con Barreto, ma nella ripresa arriva il clamoroso recupero dei ragazzi di Ventura che riducono ancora le distanza con Santana al 56’ e trovano il punto del 3 a 3 con Cerci al 77’. Gli ultimi minuti di gara sono aperti ad ogni soluzione. Ha la meglio la Fiorentina che trova la rete del definitivo vantaggio con Romulo all’86’per tre punti che mettono in sicurezza o quasi il quarto posto e riaprono le speranza di giocarsi il preliminare di Champions League arrivando terzi.

Dopo 3 sconfitte nelle ultime altrettante gare ritrova la vittoria l’incerottata Inter. In una partita brutta come poche dell’ultimo periodo Stramaccioni porta a casa i 3 punti grazie alla 101esima rete di Rocchi in serie A all’81° minuto.

Mantiene il sesto posto, in solitaria però, la Roma che non riesce ad andare oltre al pareggio contro il Pescara, ultima e solo in attesa della matematica retrocessione. Gli abruzzesi però fanno una grandissima gara all’Olimpico mettendo in difficoltà più volte i padroni di casa. Vantaggio ospite dell’ex Caprari al 14’, pareggio della Roma con Destro al 51’. I giallorossi cercano i 3 punti ma rischiano anche di perdere la gara negli ultimi minuti non approfittando quindi della sconfitta della Lazio.

Sconfitta della Lazio che arriva in quel di Udine contro la squadra più in forma del campionato capace di fare 10 punti nelle ultime 4 gare recuperando così terreno sulle squadre in corsa per l’Europa. I bianconeri vincono grazie ad un’ottima prestazione e al 18° gol in campionato di Di Natale al 19’ e possono sognare, per il terzo anno consecutivo l’Europa.

In zona tranquilla pareggio per 1 a 1 fra Bologna e Sampdoria. Vantaggio del Bologna con Gilardino al 24’, pareggio sampdoriano di Sansone al 59’.

In chiave salvezza è una giornata pro Siena, ma per demeriti altrui piuttosto che per meriti propri.

I bianconeri infatti perdono, in casa, lo scontro diretto con il Chievo, praticamente salvo, grazie al gol di Pellissier al 45’ e non approfittano dei pareggi, entrambi per 1 a 1 di Genoa e Palermo.

I primi non riescono a battere l’Atalanta nel primo anticipo di sabato. Vantaggio degli uomini di Ballardini con Floro Flores al 6° minuto, pareggio 2 minuti più tardi di Del Grosso.

Il Palermo recupera, all’ultimo secondo disponibile, il derby siciliano di Catania. Ci pensa infatti Ilicic al 95’ dopo il vantaggio casalingo di Barrientos al 69’.

Occasione sprecata quindi per il Siena che poteva approfittare degli scivoloni delle 2 rivali e portarsi a 4 punti di vantaggio a 5 gare dal termine.

Classifica dopo 33 giornate: Juventus 77; Napoli 66; Milan 59; Fiorentina 58; Inter 53; Roma 52; Lazio, Udinese 51; Catania 48; Cagliari 42; Bologna, Parma, Chievo 39; Atalanta (2 punti di penalizzazione), Sampdoria (1 punto di penalizzazione) 38; Torino (1 punto di penalizzazione) 36; Siena (6 punti di penalizzazione) 30; Palermo, Genoa 29; Pescara 22

Rudi Buset
rudi.buset@ildiscorso.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

 

About Rudi Buset

Rudi Buset
Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top