martedì , 15 Giugno 2021
Notizie più calde //
Home » Sport » Calcio » IL DISCORSO SUL CAMPIONATO – 22a giornata

IL DISCORSO SUL CAMPIONATO – 22a giornata

image_pdfimage_print

E’ una giornata questa, la terza del girone di ritorno, che vede la Juve perdere qualche punto di vantaggio sul Napoli e vede il Milan che fa capolino, per la prima volta in zona Europa League.

La Juventus non va oltre al pareggiocontro il Genoa in una gara ricca di polemiche per alcuni episodi dubbi in entrambe le aree. Ne nasce un 1 a 1 per i gol di Quagliarella al 54′ e pareggio genoano con Borriello 14 minuti più tardi. 5 punti per gli uomini di un Conte furioso come non mai a fine gara, nelle ultime 4 gare e nervosismo a fior di pelle e qualche preoccupazione in più rispetto a qualche tempo fa.

Ne approfitta, recuperando 2 punti e mettendo un po’ di fiato sul collo ai bianconeri, il Napoli che in una bella gara riesce ad espugnare il Tardini costringendo il Parma alla prima sconfitta casalinga. Vantaggio partenopeo con Hamsik al 20′, pareggio per gli uomini di Donadoni con un autogol di Cannavaro al 74′  su tiro di Sansone. Definitivo 1 a 2 di Cavani all’85’.

Non ne approfitta, per l’ennesima volta, la Lazio, che sbaglia totalmente la partita dell’Olimpico contro il Chievo ed esce con una sconfitta che ridimensiona il sogno Scudetto. Decide il risultato Paloschi al 61′.

Recupera un solo punto sulla Lazio, l’Inter, che pareggia per 2 a 2 contro un ottimo Torino. Vantaggio neroazzuro con Chivu su punizione dopo appena 5 minuto. Il Torino, dopo 5 partite senza sconfitte, non ci sta e ribalta il risultato con una doppietta di Meggiorini al 23′ e al 52′. Punto del definitivo pareggio prima di un finale di gara con occasioni da ambo i lati, di Cambiasso al 66′.

Continua a recuperare posizioni il Milan, al quarto risultato utile consecutivo (3 vittorie), che batte per 1 a 0 con un gol di El Shaarawy l’Atalanta che non vince da 6 giornate ma mantiene comunque qualche punto di vantaggio sulla terz’ultima, ma che deve riprendere il cammino per un campionato tranquillo come il passato. Il Milan sbuca in posizione Europa League e vede il terzo posto a 6 punti di distanza.

Perde una posizione in classifica la Fiorentina che esce sconfitta dalla difficile trasferta di Catania (quarto risultato utile e terza vittoria consecutiva) che si conferma come straordinaria rivelazione di questo campionato. Vantaggio viola con Migliaccio al 21′, pareggio casalingo di Legrottaglie al 50′ e gol del definitivo 2 a 1 di Castro all’88’.

Non riesce ad andare oltre al pareggio la Roma nella pirotecnica trasferta di Bologna. La squadra di Zeman fa la squadra di Zeman come nella partita d’andata e ne esce un movimentato 3 a 3. Vantaggio giallorosso con Florenzi al 9′, pareggio di Gilardino al 17′, secondo vantaggio ospite un minuto più tardi con Osvaldo, e secondo pareggio casalingo di Gabbiadini al 26′. Nella ripresa padroni di casa sul 3 a 2 con la prima rete in serie A di Pasquato al 54′. Definitivo 3 a 3 di Tachtsidis al 74′. Punto importante per il Bologna di Pioli, delusione per la Roma che si allontana dalle posizioni nobili della classifica.

Si avvicina alla zona Europa, invece, l’Udinese che in una partita decisamente brutta  batte per 1 a 0 il Siena grazie alla rete di Muriel al 36′.

In zona salvezza roboante vittoria per 6 a 0 della Sampdoria che ricorda il Presidente Garrone scomparso in settimana nella gara casalinga contro un pessimo Pescara. Nel primo tempo ci pensano Eder al 31′ su calcio di rigore e 11 minuti più tardi Icardi. Nella ripresa rete del 3 a 0 di Obiang al 50′ che fa da preludio a 3 reti nel giro di 15 minuti di uno straordinario Icardi che firma il suo primo poker italiano e fa sognare un finale di campionato per gli uomini di Delio Rossi.

Pareggio, infine, con alcune polemiche arbitrali fra due squadre in bilico da mesi, Cagliari e Palermo. Vantaggio ospite con Ilicic al 30′, pareggio casalingo di Thiago Ribeiro al 90′ che non migliora di molto la situazione di classifica di entrambe le formazioni.

Classifica: Juventus 49; Napoli 46; Lazio 43; Inter 40; Milan 37; Fiorentina 36; Catania 35; Roma 34; Udinese 33; Parma 31; Chievo 28; Torino (1 punto di penalizzazione) 28; Sampdoria (1 punto di penalizzazione) 24; Atalanta (2 punti di penalizzazione) 23; Bologna 22; Cagliari 21; Pescara 20; Genoa 18; Palermo 17; Siena (6 punti di penalizzazione) 14

 

Rudi Buset
rudi.buset@ildiscorso.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

 

About Rudi Buset

Rudi Buset
Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top