venerdì , 7 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Sport » Calcio » GRANDI SORPRESE E CONFERME NELLE COPPE EUROPEE!

GRANDI SORPRESE E CONFERME NELLE COPPE EUROPEE!

image_pdfimage_print

La Champions League riserva grandi sorprese nella parte finale del torneo.

Quest’anno gli opinionisti e quasi tutta l’Europa “pallonara” puntavano sicuri su una super finale fra Barcellona e Real Madrid per un’altra pagina di quell’entusiasmante confronto fra Mourinho e Guardiola e fra le due super potenze spagnole.

Entrambe le squadra però non hanno fatto i conti con la sfortuna, ma soprattutto con Chelsea e Bayern Monaco, per niente intenzionate a concedere i pass per la finale del 19 maggio a Monaco in Germania.

I blues inglesi sono riusciti nell’impresa di uscire imbattuti dal doppio confronto con Messi e compagni. 1 a 0 allo Stamford Bridge e pareggio, in una gara da mille emozioni per 2 a 2 al Camp Nou uscito in lacrime dopo un’eliminazione incredibile alla vigilia. L’Italia, non essendoci con le sue formazioni sarà comunque presente in finale con il tecnico del Chelsea, Di Matteo, seduto sulla panchina del club di Abramovich dopo l’esonero di Villas Boas. Grande soddisfazione per l’ex giocatore di Lazio, Chelsea e della Nazionale capace di sovvertire tutti i pronostici della vigilia.

Per il Bayern invece la finale era un sogno-obiettivo fin dall’inizio della competizione, considerato che l’ultimo atto della Champions si disputerà nel proprio stadio e che brucia ancora la sconfitta di due anni fa contro l’Inter a Madrid. Il doppio confronto con il Real di Mourinho si conclude ai rigori visto l’identico risultato dei 90 minuti di entrambe le sfide (2 a 1 per i padroni di casa). Decisivi, nella lotteria dei rigori, i 3 errori dei blancos di Spagna dati, come i connazionali, favoriti alla vigilia.

Nona finale per i bavaresi, capaci di alzare il trofeo per quattro volte nella loro storia, seconda per i londinesi sconfitti ai rigori nel 2008 a Mosca dal Manchester United. Entrambe le squadre arriveranno alla partita più importante della stagione senza diversi giocatori squalifica per ammonizione nel ritorno della semifinale per una gara quindi che non avrà alcuni protagonisti. Il pronostico dice Bayern, anche perchè trascinato dal pubblico di casa, ma visti gli ultimi risultati meglio non essere troppo sicuri!

 

In Europa League invece rispettati i pronostici della vigilia. La finale del 9 maggio a Bucarest sarà un derby spagnolo fra l’Atletico Madrid di Diego Simeone e l’Athletic Bilbao di Marcelo Bielsa. Grande torneo per entrambe le formazioni, che si sono meritate, fin dall’inizio, di arrivare a contendersi il trofeo. Vincitrici di entrambi i gironi iniziali con 13 punti su 18 hanno continuato il proprio cammino a suon di vittorie e belle prestazioni.

Per gli uomini di Simeone 8 vittorie su 8 partite e passaggio del turno ai danni di Lazio, Besiktas, Hannover 96 e Valencia. Da sottolineare che in tutto il torneo l’unica squadra a battere i madrileni è stata l’Udinese (2 a 0 al Friuli nella peggiore prestazione degli spagnoli allenati ancora da Manzano).

Per i baschi invece cammino più tortuoso nella fase eliminatoria, ma ricco di enormi soddisfazioni: dopo aver eliminato con notevoli difficoltà i russi del Lokomotiv Mosca, grande doppia vittoria con il Manchester United di Sir. Alex Ferguson. Cammino proseguito positivamente ai danni dello Schalke 04 e dello Sporting Lisbona eliminato con un gol decisivo di Llorente a pochissimi minuti dalla fine.

Seconda finale in tre anni per la squadra di Madrid vincitrice del trofeo nel 2010 ai danni del Fulham e vincitrice pochi mesi dopo della Supercoppa Europea ai danni dell’Inter. Per gli uomini di Bielsa l’unica finale europea, per altro persa, risale al 1977 in Coppa Uefa. Il pronostico è decisamente molto complicato, per una partita che si prospetta come molto interessante e dagli esiti assolutamente poco scontati.

 

Rudi Buset

rudi.buset@ildiscorso.it

© Riproduzione riservata

About Rudi Buset

Rudi Buset
Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top