1

Grande Udinese! Vittoria 2 a 1 sulla Juve!

Un successo che non ti aspetti, che porta 3 punti in saccoccia e 7 distanze di vantaggio sulla terz’ultima a tre giornate dalla fine, non ancora salvezza matematica ma un profumo di tranquillità che si sente bene!

Allo stadio Friuli arriva una Juve che con una vittoria può festeggiare il suo nono scudetto. Formazione tipo per Sarri con Dybala e Cristiano Ronaldo in avanti, con Higuain indisponibile. Per Gotti fuori Lasagna, al suo posto Nestorovski e ter Avest per Larsen.

Primo tentativo degli ospiti con Cristiano Ronaldo, senza particolari problemi per Musos che blocca facile. Friulani vicini al gol all’8′: cross di Sema dalla sinistra, deviazione di Danilo e palla sul palo. Spauracchio per gli uomini di Sarri che attaccano con più veemenza. Ospiti vicini al vantaggio con un retropassaggio di Nuytinck, ci arriva Musso evitando la beffa. Da corner conclusione di Dybala, ancora Musso in angolo. Dall’altro lato ci prova Sema, conclusione sul fondo. Poco prima della mezz’ora Dybala per Cristiano Ronaldo ma la conclusione del portoghese non trova la porta di un nulla. Per i padroni di casa tentativo del solito Sema, blocca Szczesny. Al 42′, quando sembra che il tempo scivoli senza grossi scossoni, palla rimessa dalla difesa di casa su De Ligt che controlla e va al tiro di destro dal limite, non ci arriva Musso ed è vantaggio Juve che va negli spogliatoi con lo scudetto cucito sul petto.

Ripresa con Udinese più intraprendente: tentativo di Nestorovski, blocca Szczesny. Al 52′ bel cross di Sema per lo stesso attaccante di Gotti che indisturbato colpisce di testa per il gol del pari frutto di una bella azione corale. La Juventus prova a reagire: conclusione di Dybala, ci arriva e blocca Musso. I tentativi degli ospiti sono affidati ai piedi di Cristiano Ronaldo che va al tiro sempre da fuori, sempre con scarsa precisione. L’Udinese non sta a guardare e agisce con ripartenze interessanti. Da punizione di De Paul colpo di testa di Okaka, con palla che finisce sul fondo. Finale di gara che scivola senza grossi scossoni fino a quando, al 91′ Fofana parte da metà campo, supera due avversari e la mette alle spalle del portiere juventino per la rimonta che fa festeggiare i bianconeri si, ma quelli friulani.

Vittoria meritata dopo uno straordinario secondo tempo dell’Udinese che per una volta raccoglie quando merita. Dopo la mancata vittoria contro il Genoa con un rigore per gli avversari al 97′, il palo di De Paul all’ultimo minuto di Udinese-Lazio e il gol del Napoli a tempo scaduto di 3 giorni fa, finalmente il recupero sorride agli uomini di Gotti che contro una Juve in vena di far festa sfoderano una partita intelligente e tatticamente perfetta.

Difesa ottima quella di Gotti, la Juve non è mai riuscita a tirare da dentro l’area di rigore e finalmente precisione chirurgica in attacco che ripaga delle delusioni, più che per i risultati che per il gioco, delle ultime gare.

4 punti nel trittico Lazio-Napoli-Juve sono decisamente un bel bottino da cui partire per riuscire a trovare gli ultimi punti necessari per conquistare una salvezza meritata per quanto espresso in campo. I punti di vantaggio nei confronti della terz’ultima, il Lecce di scena alla penultima giornata sotto l’arco del Friuli, sono 7 e una vittoria nella gara di domenica a Cagliari farebbero brindare ad un’altra stagione di A.

A Gotti e ai suoi ragazzi un applauso per aver fatto una buonissima prestazione nella partita più attesa quando tutti davano per scontata la festa scudetto della Vecchia Signora che dovrà rimandare di qualche giorno l’appuntamento con il nono scudetto di fila.

Foto tratta da www.legaseriea.it

Rudi Buset

rudibuset@live.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA