domenica , 5 Dicembre 2021
Notizie più calde //
Home » HOT » Grande successo per il 1° Tour Africa Twin e Transalp alla scoperta delle Valli, il raduno espressamente dedicato alle bicilindriche giapponesi a Azzida di San Pietro al Natisone
Grande successo per il 1° Tour Africa Twin e Transalp alla scoperta delle Valli, il raduno espressamente dedicato alle bicilindriche giapponesi a Azzida di San Pietro al Natisone

Grande successo per il 1° Tour Africa Twin e Transalp alla scoperta delle Valli, il raduno espressamente dedicato alle bicilindriche giapponesi a Azzida di San Pietro al Natisone

image_pdfimage_print

Le moto Honda Africa Twin e Honda Transalp hanno sempre avuto un posto di riguardo nel cuore degli appassionati delle due ruote, vuoi per la fama leggendaria che si è creata con le vittorie alla Parigi-Dakar, vuoi per le linee sinuose e la versatilità di questi modelli, le bicilindriche della casa giapponese hanno innumerevoli estimatori accomunati dalla enorme passione per queste motociclette.

E proprio la passione ha spinto alcuni amici ad organizzare il 1° Tour Honda Africa Twin e Transalp alla scoperta delle Valli, evento dedicato esclusivamente a queste due tipologie di moto e probabilmente unico in Italia; ideato da Eric Crainich – ovviamente possessore anch’egli di una Africa Twin – supportato dal G.S Azzida (che si è occupato della parte logistica del raduno) e sostenuto da Vallimpiadi ma soprattutto dalla concessionaria MCR Honda di Udine e Pordenone che ha creduto fortemente nell’iniziativa mettendo a disposizione una notevole quantità di gadget per i partecipanti al raduno, il Tour ha subito registrato il tutto esaurito all’apertura delle preiscrizioni.

Erich Crainich, ideatore dell’evento

La manifestazione, originariamente in programma nel mese di maggio scorso e poi rinviata causa le note problematiche legate alla pandemia, è andata in scena domenica 17 ottobre ed ha visto affluire nella borgata di Azzida (San Pietro al Natisone) – sede di iscrizioni e partenza del raduno – una cinquantina di iconiche motociclette della casa giapponese, di epoche e cilindrate diverse ma tutte caratterizzate dal marchio alato e dall’indistruttibile motore bicilindrico che le contraddistingue.

I saluti di Mariano Zufferli, sindaco di San Pietro al Natisone

La benedizione ai motociclisti di Don Alessandro Fontaine, parroco di San Pietro

Da sinistra: Antonello Venturini, presidente del G.S. Azzida, e Eric Crainich mentre illustrano il percorso del Tour

L’aria frizzante del mattino ha accolto i partecipanti che, espletate le formalità di iscrizione, hanno potuto gustarsi una colazione nell’attiguo bar caffetteria Gubana della Nonna in attesa della partenza per poi avviarsi alla scoperta di alcuni luoghi caratteristici lungo le bellissime strade del tracciato di una ottantina di chilometri lungo le valli del Natisone predisposto dall’organizzazione e assistiti da una splendida giornata soleggiata .

La colorata carovana si è diretta nella zona di Prepotto e, attraversata la valle dello Judrio, è risalita verso il Santuario di Castelmonte per poi proseguire lungo la strada panoramica dell’alta valle del Natisone costeggiata dai boschi che in questo periodo stanno assumendo i meravigliosi colori autunnali.

Visita al castagno secolare (età stimata di circa 400 anni) a Canalaz, piccolo borgo lungo la viabilità che conduce al passo di San Martino

Dopo la discesa verso Clodig il gruppo di motociclisti è risalito in direzione del passo di San Martino per raggiungere poi Montemaggiore e percorrere la bellissima strada che scende verso Mersino – solitamente interdetta al traffico veicolare ma concessa al transito per l’occasione – e raggiungere infine la pianura e la zona di festeggiamenti di “Sapori delle Valli”, nella z.i. di Azzida, dove si è tenuto il pranzo conviviale e l’estrazione di ricchi premi a sorteggio fra i motociclisti.

Il Tour è stato inframezzato da due soste-ristoro che hanno permesso ai partecipanti di sgranchire un attimo le gambe e degustare alcuni prodotti tipici locali e di apprezzare attraverso visite guidate le bellezze naturalistiche dei luoghi attraversati.

L’evento è stato reso possibile anche grazie all’aiuto dei volontari prodigatisi per garantire il corretto svolgimento della manifestazione che è stata notevolmente apprezzata da tutti i partecipanti, tanto che alcuni hanno già chiesto come fare per iscriversi alla prossima edizione. Lasciamo trascorrere i mesi più freddi a cui stiamo andando incontro e sicuramente con l’inizio del prossimo anno e l’avvio della bella stagione avremo piacevoli novità riguardo al raduno specificamente dedicato alle Africa Twin e Transalp.

Servizio e foto: Dario Furlan

About Dario Furlan

Fotografo free lance e giornalista pubblicista. Segue da anni il panorama musicale internazionale - ma anche locale - con particolare predilezione per quanto riguarda il rock (in tutte le sue derivazioni), il folk ed il blues nonché la musica in lingua friulana. Cultore di "motori e rally", dei quali vanta una conoscenza ultradecennale, è anche atleta nella disciplina ciclistica della mountain bike.

Un commento

  1. Confermo e sottoscrivo. È stato veramente un bel giro (complice anche la giornata soleggiata) e ottimamente organizzato. Abbiamo così avuto modo di conoscere, in rilassatezza, nuovi luoghi e nuove persone.

[fbcomments]
Scroll To Top