giovedì , 9 Dicembre 2021
Notizie più calde //
Home » HOT » CATANIA – UDINESE 1-0 PER UN RISVEGLIO CHE NON ARRIVA!

CATANIA – UDINESE 1-0 PER UN RISVEGLIO CHE NON ARRIVA!

image_pdfimage_print
Al Massimino di Catania il primo anticipo della dodicesima giornata di serie A vedeva oggi in campo Catania e Udinese. L’Udinese  reduce dal pensante ko casalingo contro l’Inter (0-3) era in cerca di un risultato che servisse anche a placare gli animi  dello spogliatoio  e il feeling interrotto tra i tifosi ed il mister Guidolin che si presentava in campo orfano di Di Natale  indisponibile con Muriel in avanti sin dal primo minuto. Difesa a tre con Heurtaux, Danilo, Domizzi e Gabriel Silva. A centrocampo c’è Fernandes e non Allan. Già al terzo minuto di gara un brutto fallo di Domizzi costringeva l’arbitro De Marco ad estrarre il primo cartellino giallo a carico del difensore friulano. Che il gruppo bianconero avesse i nervi a fior di pelle si notava ancora al settimo minuto quando anche Basta veniva segnato sul cartellino giallo di De Marco. Dopo il primo quarto d’ora Brkic era già agli straordinari con due interventi il primo su Capuano ed il secondo  su Castro per mantenere il risultato sullo 0 a 0. Finalmente dopo un inizio in sordina si nota qualche risveglio della formazione friulana  che in quattro minuti si procura ben tre palle gol con Muriel, Pereyra ed ancora Muriel, ma la porta difesa da Andujar sembra stregata. Dopo un tiro deviato di Maxi Lopez per i rossoazzurri , è ancora Udinese a rendere piacevole la partita con una splendida  iniziativa personale Pereyra si presentava solo davanti ad Andujar ma non realizzava il gol che avrebbe segnalato il bell’inizio delle zebrette bianconere. Dopo poco ci prova anche Heurtaux,   ma Domizzi abbraccia affettuosamente Legrottaglie in area e regala un rigore ai catanesi che Maxi Lopez segna portando l’1 a 0 a favore dei padroni di casa. Dopo qualche minuto anche l’Udinese chiede la concessione della massima nizione per un mani in area di Tachtisidis, ma De Marco non è dello stesso parere e Guidolin mostra tutto il suo nervosismo. L’Udinese non ci sta e cerca subito una reazione ma è Keko che segna nuovamente per Catania e la terna arbitrale a negare il raddoppio per un fallo dell’attacante catanese su Danilo. Prima della fine del tempo è Muriel che si presenta avanti ad Andujar, ma viene fermato per un presunto fuori gioco inesistente. Si va negli spogliatoi  con tantissime occasioni da rete e polemiche.  Il rientro in campo per il secondo tempo vedeva Naldo al posto di Domizzi per l’Udinese e dopo qualche minuto anche Izco al posto di Almiron ,con qualche problema muscolare, per il Catania. Si deve aspettare la prima metà del secondo tempo per ricevere qualche brivido con una gran conclusione di Pinzi dai venti metri che si pianta sul palo del portiere rosso azzurro. Un paio di minuti dopo Muriel  chiede un rigore  per presunto fallo di mani di  Legrottaglie ma De Marco non è dello stesso avviso e punisce con un giallo Pinzi per proteste. Al 30 ci prova ancora Pinzi ma la palla è alta sulla traversa. L’Udinese ci prova ancora con Pinzi prima e con Muriel su punizione al 38 ma non è serata. L’ultima mossa di Guidolin è Allan al posto di Pinzi ma neanche la prodezza di Muriel  al 40 su cross di Basta serve per la squadra friulana. Purtroppo non bastano neanche cinque minuti di recupero per raddrizzare una partita nata male e finita peggio … anche per un rigore nettissimo negato da De Marco all’Udinese  che regala la prima vittoria alla squadra di De Canio….   e negli spogliatoi bianconeri cresce il malumore. 
 Enrico Liotti 
 RIPRODUZIONE RISERVATA

About Enrico Liotti

Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top