sabato , 28 Novembre 2020
Notizie più calde //
Home » Sport » Altri sport » Al Giro d’Italia si inizia a fare sul serio: domani la tappa Udine-San Daniele con la salita del Monte di Ragogna da ripetere tre volte
Al Giro d’Italia si inizia a fare sul serio: domani la tappa Udine-San Daniele con la salita del Monte di Ragogna da ripetere tre volte
Foto Massimo Paolone/LaPresse 18 ottobre 2020 ItaliaSport CiclismoGiro d'Italia 2020 - edizione 103 - Tappa 15 - Da Base aerea Rivolto a Piancavallo (km 185)Nella foto: durante la garaPhoto Massimo Paolone/LaPresseOctober 18, 2020 Italy Sport CyclingGiro d'Italia 2020 - 103th edition - Stage 15 - from Air base Rivolto to PiancavalloIn the pic: during the race

Al Giro d’Italia si inizia a fare sul serio: domani la tappa Udine-San Daniele con la salita del Monte di Ragogna da ripetere tre volte

image_pdfimage_print

Il Giro d’Italia riparte domani con la Tappa 16, la Udine-San Daniele del Friuli di 229 km

SAGAN, ALMEIDA E I TEAM INEOS GRENADIERS E SUNWEB
GRANDI PROTAGONISTI DELLA SECONDA SETTIMANA DELLA CORSA ROSA

.

Udine, 19 ottobre 2020 – La seconda settimana del 103^ Giro d’Italia è iniziata con la grande impresa di Peter Sagan. Dopo aver collezionato tre secondi posti, il tre volte campioni del mondo su strada è andato in fuga per vincere in solitaria a Tortoreto. Il campione nazionale francese Arnaud Démare ha risposto il giorno dopo al suo rivale per la Maglia Ciclamino, ottenendo la sua quarta vittoria a Rimini. Anche Diego Ulissi, dopo aver già ottenuto un successo nella prima settimana, è riuscito ad imporsi nella seconda battendo Joao Almeida nello sprint ristretto di Monselice.

Il giovane portoghese ha prima esteso il suo vantaggio in classifica nella Tappa 12, la Prosecco Superiore Wine Stage TISSOT ITT, per poi difendere la Maglia Rosa dall’attacco del Team Sunweb a Piancavallo che ha ridotto il distacco tra Wilco Kelderman e la Maglia Rosa a soli 15”.


Il Team Ineos Grenadiers è stato grande protagonista anche nella seconda settimana di corsa, riscattando il ritiro del capitano Geraint Thomas con altre tre vittorie di tappa ottenute da Jhonatan Narvaez, Filippo Ganna – terzo successo al Giro per il verbanese – e Tao Geoghegan Hart, primo a Piancavallo e adesso quarto della classifica generale alla vigilia dell’ultima settimana di corsa con il duo del Team Sunweb Wilco Kelderman e Jai Hindley secondo e terzo rispettivamente a 15″ e 2’56”.

CLASSIFICA GENERALE
1 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
2 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 15”
3 – Jai Hindley (Team Sunweb) a 2’56”
4 – Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) a 2’57”
5 – Pello Bilbao (Bahrain – McLaren) a 3’10”
6 – Rafal Majka (Bora – Hansgrohe) a 3’18”
7 – Vincenzo Nibali (Trek – Segafredo) a 3’29”
8 – Domenico Pozzovivo (NTT Pro Cycling) a 3’50”
9 –  Patrick Konrad (Bora – Hansgrohe) a 4’09”
10 – Fausto Masnada (Deceuninck – Quick-Step) a 4’12”


MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti  Arnaud Démare (Groupama – FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Giovanni Visconti (Vini Zabu’ – Brado – KTM)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step), indossata da Jai Hindley (Team Sunweb)

LA TAPPA DI DOMANI
TAPPA 16 – UDINE-SAN DANIELE DEL FRIULI – 229km


Tappa molto mossa con una prima parte su e giù per le Prealpi Giulie e il finale in circuito attorno a San Daniele del Friuli. I primi 150 km fino all’ingresso in circuito si svolgono in un continuo su e giù con tre GPM mediamente impegnativi. Il primo, la Madonnina del Domm, è il più lungo e ripido, i successivi (Monte Spig e Monteaperta) presentano punte a due cifre di pendenza, ma sono più brevi. Giunti a Majano si entra nel circuito che si percorre quasi interamente prima del passaggio sull’arrivo. Dopo l’ingresso si affronta il muro del Castello di Susans, poi si affronta il Monte di Ragogna che verrà scalato altre due volte nei due giri di circuito. Segue una breve discesa e l’avvicinamento all’arrivo attraverso strade ondulate.

Un’immagine del GPM del Monte di Ragogna nel passaggio del Giro d’Italia 2018 quando se lo aggiudicò Valerio Conti (#darionnenphotographer)

#Giro

Photo Credits: LaPresse / #darionnenphotographer

About Dario Furlan

Dario Furlan
Fotografo free lance e giornalista pubblicista. Segue da anni il panorama musicale internazionale - ma anche locale - con particolare predilezione per quanto riguarda il rock (in tutte le sue derivazioni), il folk ed il blues nonché la musica in lingua friulana. Cultore di "motori e rally", dei quali vanta una conoscenza ultradecennale, è anche atleta nella disciplina ciclistica della mountain bike.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top