domenica , 28 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Sport » Calcio » +11 JUVE

+11 JUVE

image_pdfimage_print

Schiacciasassi Juve anche nella 26a giornata di A. Gli uomi di Conte trovano la 22a vittoria in 26 gare e danno forse il messaggio definitivo, qualora qualcuno ne avesse ancora bisogno, sulla squadra vincitrice del torneo. A San Siro, contro un Milan in ripresa, è 0 a 2 grazie alle reti di Llorente al 44′ e di Tevez al 68′.

La Roma si inceppa nell’anticipo del sabato sera e non va oltre allo 0 a 0 contro una buona, stranamente, Inter.

Pareggia, continuando nel periodo non particolarmente eccezionale, il Napoli che a Livorno fa solo 1 a 1. Vantaggio ospite con Mertens su rigore al 32′, rete casalinga con autogol di Reina dopo appena 7 minuti.

Non ne approfitta, come da tradizione ormai, la Fiorentina, che perde per 1 a 0 (rete di Cana dopo 5 minuti) contro la Lazio.

In chiave Europa League giornata positiva per il Parma, al 14° risultato utile consecutivo. Gli emiliani grazie alla vittoria per 1 a 0 a Reggio Emilia contro il Sassuolo per la rete di Parolo dopo appena 60 secondi raggiungono l’Hellas Verona al sesto posto, a 40 punti.

Hellas Verona che non riesce a trovare la prima vittoria del 2014 in casa contro il Bologna. Il match del Bentegodi si chiude sullo 0 a 0, risultato utile, ma non strepitoso per entrambe.

Si ferma sul più bello il Torino, che viene sconfitto per 2 a 0 in casa dalla Sampdoria che conquista una notevole tranquillità sul tema salvezza. La gara dell’Olimpico viene decisa da Okaka al 7′ e da Gabbiadini al 79′.

In chiave salvezza importanti successi per Genoa, Atalanta e Cagliari.

I genoani battono per 2 a 0 il Catania e contano solo i punti che mancano ad una salvezza ormai scontata. A Marassi vanno a segno Antonelli al 14′ e Sturaro al’85’.2 a 1 invece dell’Atalanta sul Chievo. Carmona apre le danze al 21′ per i nerazzurri, il Chievo non ci sta e nonostante l’uomo in meno trova il pareggio con Dainelli al 72′. La gara però viene decisa da Cigarini all’85 con i bergamaschi che fanno un notevole balzo in avanti in classifica.                                                                                       Il Cagliari con un perentorio, anche se eccessivo 3 a 0, batte l’Udinese e la raggiunge a quota 28 in classifica (+7 sulla terz’ultima) grazie alle reti Ibarbo al 18′, Vecinio all’81’ e Ibraimi all’88.

Classifica dopo 26 turni: Juventus 69; Roma 58; Napoli 52; Fiorentina 45; Inter 41; Parma (una gara in meno), Hellas Verona 40; Lazio 38; Torino 36; Milan, Genoa 35; Sampdoria, Atalanta 31; Cagliari, Udinese 28; Bologna 22; Chievo Verona, Livorno 21; Catania 19; Sassuolo 17

 

Rudi Buset
rudi.buset@ildiscorso.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

About Rudi Buset

Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top