martedì , 18 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » Video Festival Imperia Serata finale …le premiazione

Video Festival Imperia Serata finale …le premiazione

image_pdfimage_print

GRAN FINALE CON ALBERTO PATRUCCO, REDDY BOBBIO E CARLA GELMINI SUL PALCO DELL’AUDITORIUM DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI IMPERIA ALLA TRASMISSIONE “PECHINO EXPRESS” IL PREMIO TELEVISIONE DI QUALITA ’ PREMIO VIDEO GIORNALISMO D’INCHIESTA A TARCISIO MAZZEO

Imperia 28 aprile 2013 – Applausi a profusione e non poche appassionate standing ovation all’Auditorium della Camera di Commercio dove ieri sera sono saliti i premiati e gli ospiti che hanno animato il Video Festival Imperia, la più importante manifestazione cinematografica e televisiva indipendente della regione Liguria, una delle realtà più importanti del settore a livello nazionale e internazionale sulla cui ottava edizione, dopo cinque intense giornate dedicate a proiezioni, incontri, dibattiti e conferenze, è calato ieri il sipario.

Insignito ufficialmente per tre anni, dal 2010 al 2012 del riconoscimento dell’UNESCO, unico in Italia e tra i dieci al mondo, per “Salvaguardia e Diffusione delle Diversità Culturali”, il Video Festival Imperia (721 i film iscritti al concorso) ha concluso l’edizione 2013 in uno sfolgorante caleidoscopio di eventi tra i quali hanno trovato spazio, tra gli altri, gli incontri col creativo Bruno Bertelli, con l’attrice Annamaria Liguori, con regista Marco Leopardi, ma anche con alcune Istituzioni, come la Polizia delle Comunicazioni, il Direttore della Casa Circondariale e ilPrefetto di Imperia, S.E. Fiamma Spena, questi ultimi protagonisti di incontri imperniati su aspetti sociali. Argomenti di straordinaria attualità come quelli trattati in molti dei film in concorso all’ottava edizione del Video Festival Imperia.

Durante la serata, presentata da Fulvio DameleAnna Boriasco Laura Novaga, è stato particolarmente apprezzato il siparietto comico proposto da Alberto Patrucco cui è stato assegnato il “Premio simpatia”. Il premio tv di qualità è andato alla trasmissione di Rai2 Pechino Express e lo ha ritirato il vincitore Alessandro Sampaoli. Il Video Festival Imepria ha anche assegnato, per la prima volta, il premio al video giornalismo d’inchiesta andato al giornalista Rai Tarcisio Mazzeo.

 

Tra i film in concorso premiati nella sezione professionisti Melina con rabbia e con sapere del regista Demetrio Casile: il curioso, drammatico, a tratti divertente viaggio “geografico” nell’animo umano, mette in primo piano l’instancabile coraggio di una ragazzina di 15 anni, Melina, che, pur di realizzare il sogno della propria giovinezza, ingaggia una drammatica lotta contro un ambiente palesemente ostile. Il “Silver Frame” per il miglior attore se lo è aggiudicato Alessandro Haber per Day One. Premio per la miglior regia è stata considerata quella del palermitanoGiuseppe Gigliorosso col film Ore diciotto in punto. Miglior documentario, nella categoria professionisti, è risultatoProgramma 101 – Quando Olivetti inventò il PC dei torinesi Alessandro Bernard e Paolo Ceretto. Il Silver Frame per la migliore opera di animazione se lo è aggiudicato Forbici di Maria Di Razza. Nella sezione videoclip successo di Canzuni d’amuri del siciliano Baldo Messina. Thistlegorm del ferrarese Alex Finessi si è invece aggiudicato il premio Fil..mare. Miglior sceneggiatura è risultata essere quella di Marco Ongania di Lecco per Audition. Per la categoria scuole applauditissima la consegna del Silver Frame agli istituti Mario Festa Campanile e Carlo Levi di Potenza per Una Bella Giornata. Così come ha riscosso ampi consensi il lungometraggio Lacrime di San Lorenzodi Giampiero Caria. Tra i cortometraggi premiato col Silver Frame Miracolo in periferia del romano Maurizio Ravallese, menzioni anche per The lift di Daniele Menin e Dove il silenzio fa molto rumore di Rina La Gioia. Premio documentario amatori a Volontari a Kimbondo di Marcello Quinci e, per l’animazione amatori a Iphono Adventure di Matteo Caruso. Nella categoria documentari affermazione nella sezione naturalistica per La terra médi Lucio De Candia e nella sezione turistica per Yemen-isola di Socotra a Aldo Gaido.

 

In campo internazionale (lavori sono pervenuti quest’anno da ben 52 paesi del mondo) il Silver Frame per il miglior film se lo è aggiudicato il bielorusso Yuri Igrusha per Shoes. Tra i documentari l’ha spuntata The search for ispiration Alexandre Deschaumes del francese Mathieu Le Lay, mentre nel settore animazione affermazione diLuminaris dell’argentino Juan Pablo Zaramella. Premio Festival dei Festival al portoghese 50 argentine pesos.

 

Tra i premi è stato consegnati anche quello legato al 6° concorso per la realizzazione della linea grafica del Video Festival Imperia assegnato a Beatrice Ladisa, studentessa dell’Istituto Michelangelo Guggenheim di Mestre (VE)

 

Di seguito la dichiarazione del Direttore Artistico del Video Festival Imperia, Fiorenzo Runco:

“Poche volte, come in occasione di questa ottava edizione il Video Festival Imperia aveva affrontato temi scottanti come quelli finiti in primo piano quest’anno. Attraverso i film proiettati ed i dibattiti sviluppatisi nel corso del contenitore “Non Solo Cinema” sono stati toccati argomenti come quello dell’immigrazione, oppure come quello della crisi economica o ancor più come quello della violenza sulle donne, oppure di problemi come quelli dellepatologie rare, ma anche argomenti di straordinaria attualità come quello della donazione di sangue e di organi e quello delle deterrenza, del sovraffollamento carcerario, dello stato sociale di diritto del recluso. Argomenti che hanno finito per arricchire qualitativamente la nostra rassegna.

Oltre che notevoli riflessi culturali, il Video Festival Imperia continua ad avere grande impatto turistico. I turisti sono sempre più orientati verso visite nelle località di rilievo artistico e storico e sempre più attratti da manifestazioni identitarie di grande richiamo e da itinerari culturali. Si tende sempre più alla destagionalizzazione e alla riduzione della durata media del viaggio. Una delle ormai consacrate valenze del Video Festival Imperia, oltre a quella di inserirsi straordinariamente bene in periodo topico della stagione, è quella di garantire un richiamo nei confronti dei potenziali turisti, non solo attraverso il suo specifico comparto, ma anche e soprattutto in virtù di una serie di eventi costruiti e collocati ad arte a corollario della manifestazione. “Non solo Cinema” dunque, ma anche tante piccole perle che fanno di Video Festival Imperia un evento a tutto tondo in grado di richiamare attenzione nei confronti di un pubblico variegato e incuriosito”.

DALLA    CORRISPONDENZA  DI IMPERIA         

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top