giovedì , 2 Dicembre 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Musica » Uriah Heep, ritorno al passato!

Uriah Heep, ritorno al passato!

image_pdfimage_print

Un tuffo nel passato, ecco la sensazione provata al concerto degli Uriah Heep presso lo Športni Park di Batuje (Slovenja) a pochi chilometri dal confine con l’Italia. La musica era quella degli anni 70/80 ed anche l’atmosfera da festa popolare faceva si che sembrasse davvero di essere ritornati indietro nel tempo, chioschi con specialità culinarie e una location immersa nel verde ai margini del paese hanno contribuito all’operazione nostalgia della manifestazione Rock Batuje.

 

DS3_1453 I Pelhan In attesa del concerto DS3_1520

I “Pelhan” hanno avuto il compito di riscaldare la platea e, forti di un vocalist con un grande talento, non ci hanno messo molto a preparare il pubblico all’esibizione degli Uriah Heep.

La band inglese, con tre dei componenti storici ancora all’attivo, ha aperto il concerto con alcuni brani dall’ultimo album per poi passare ai classici del loro repertorio, citiamo fra i tanti Lady in Black cantata in coro dal pubblico, Gipsy e Look at Yourself.

Un gruppo che sa come farsi volere bene dai suoi fans e che ha addirittura chiamato sul palco numerose donne e ragazze presenti fra il pubblico per scatenarsi con loro a ritmo di musica.

Easy livin è stata scelta per la chiusura del concerto che, sebbene non di lunghissima durata, ha

confermato – se ce ne fosse stato ancora bisogno – che i gruppi hard-rock storici hanno ancora classe ed energia da vendere e tanto ancora da dare agli appassionati del genere.

La serata è poi continuata con altri due gruppi che si sono alternati sul palco e con musica a volume sostenuto fino a tarda notte.

Lodevole infine l’iniziativa di prevendita dei biglietti che si potevano acquistare anticipatamente anche presso i distributori di carburante ad un prezzo sensibilmente inferiore a quanto praticato il giorno del concerto; un modo sicuramente efficace per invogliare all’acquisto, dando la possibilità di risparmiare un po’ a chi è veramente interessato ad assistere allo spettacolo.

Un grande risultato quindi per questo festival  che in pochi anni è cresciuto, portando il Rock Batuje ad essere un punto di riferimento per gli appassionati della buona musica  del nord-est.

Dario Furlan

About Dario Furlan

Fotografo free lance e giornalista pubblicista. Segue da anni il panorama musicale internazionale - ma anche locale - con particolare predilezione per quanto riguarda il rock (in tutte le sue derivazioni), il folk ed il blues nonché la musica in lingua friulana. Cultore di "motori e rally", dei quali vanta una conoscenza ultradecennale, è anche atleta nella disciplina ciclistica della mountain bike.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top