sabato , 31 Luglio 2021
Notizie più calde //
Home » HOT » TS SCIENCE+FICTION – L’AMERICANO TIME LAPSE DI BRADLEY KING VINCE IL PREMIO ASTEROIDE

TS SCIENCE+FICTION – L’AMERICANO TIME LAPSE DI BRADLEY KING VINCE IL PREMIO ASTEROIDE

image_pdfimage_print

Tutto americano il Premio Asteroide 2014. E’ il film statunitense TIME LAPSE di Bradley King  il vincitore del PREMIO ASTEROIDE (assegnato al miglior lungometraggio di fantascienza in Concorso). Lo ha deciso la Giuria Internazionale di Trieste Science+Fiction_14, presieduta dal celebre regista Enzo G. Castellari, e composta anche da Daniel Cohen, direttore artistico dello European Fantastic Film Festival di Strasburgo, e Tomaž Horvat, produttore e fondatore del Grossmann Film Festival. Questa la motivazione: “Nella tradizione di questo festival, la giuria ha scelto di premiare un vero e proprio film di fantascienza con un tema molto importante. La sceneggiatura è molto forte, intelligente e ricca di suspense, e il film è un ottimo esempio di cosa si riesca a fare con un piccolo budget, pochi mezzi ma un’intelligente sceneggiatura nelle mani di un buon regista.”   Menzione speciale a HONEYMOON, opera di debutto di una donna regista, Leigh Janiak, un premio al femminile all’interno di un genere cinematografico popolato, in maggioranza, da registi uomini.  Anche questo riconoscimento va agli Stati Uniti d’America “per il suo originale mix di fantascienza e horror. La giuria è rimasta molto colpita dalla qualità artistica di questo film, opera prima di una giovanissima regista.”

HONEYMOON si aggiudica anche il Premio Nocturno Nuove Visioni, riconoscimento assegnato ad un’opera significativa e originale per l’evoluzione del cinema di genere della selezione

HONEYMOON

HONEYMOON

INDEX ZERO

INDEX ZERO

ufficiale del Trieste Science+Fiction dalla redazione di Nocturno, la rivista più quotata in Italia per gli appassionati del cinema di genere.  Per quanto riguarda l’assegnazione del MÉLIÈS D’ARGENTO al Miglior Lungometraggio Fantastico Europeo, va a INDEX ZERO di Lorenzo Sportiello. “La giuria sceglie di attribuire il Mèliès  d’argento 2014 a un’opera prima a basso costo che intercetta, proiettandolo in un futuro molto prossimo, uno scenario economico e sociale che appartiene alla contemporaneità. Si segnala inoltre la scelta, in controtendenza rispetto ad altri pur pregevoli titoli della sezione destinati a una sicura visibilità, di recuperare tempi narrativi dilatati in aperto contrasto con la frenetica contrazione dei ritmi imposta dal consumo e dal mercato.” Così per la Giuria composta dal regista e sceneggiatore Lorenzo Bianchini, da Leopoldo Santovincenzo, autore e regista televisivo, responsabile della programmazione cinema di Rai4, e il produttore e distributore cinematografico Lorenzo Von Lorch.

Nella sezione European Fantastic Shorts, la selezione di cortometraggi fantastici europei, il pubblico ha assegnato il MÉLIÈS D’ARGENTO al miglior cortometraggio fantastico europeo a THE NOSTALGIST di Giacomo Cimini.

Il pubblico ha invece votato a maggioranza EARTH TO ECHO di Dave Green. A questa pellicola americana è andato il PREMIO DEL PUBBLICO 2014.

EARTH TO ECHO

EARTH TO ECHO

Premio nuovo di zecca il PREMIO WONDERLAND, assegnato per la prima volta in collaborazione con Wonderland, il magazine di Rai 4 dedicato all’immaginario  fantascientifico. Un premio che suggella la media partnership tra la kermesse triestina e la produzione del canale Rai. Il film vincitore del Premio Wonderland è COHERENCE dell’americano James Ward Byrkit (tra gli sceneggiatori di Rango), “mind-bender” dalle prospettive insolite sulla meccanica quantistica, la fisica teoretica e gli universi paralleli. “Un film di fantascienza adulta che unisce, sullo sfondo del passaggio di una cometa,  un’ispirazione bergmaniana con l’ultima frontiera delle leggi della fisica, aprendo una finestra sul mondo della meccanica quantistica. L’autore, alla sua opera prima, riesce – anche grazie ad un gruppo di straordinari attori – nella difficile impresa di

COHERENCE

COHERENCE

fondere la novità di una tematica alta e un risultato pienamente godibile e avvincente” – così a detta della redazione di Wonderland.

Alla serata di premiazione ha partecipato anche il Sindaco di Trieste Roberto Cosolini. “Mi pare che l’edizione di quest’anno sia stata la più straordinaria di sempre” – ha detto. “Dovremmo cominciare a pensare ad una sala più grande per questo festival, che è una delle più belle manifestazioni di questa città“.

Annunciato per l’edizione 2015 un evento davvero straordinario. Il Mèliès D’Or, solitamente assegnato durante il Sitges in Spagna, verrà assegnato a Trieste. La città diventerà così la Capitale del Cinema Fantastico Europeo.  Si è conclusa così questa quattordicesima edizione di Trieste Science+FictionFestival Internazionale della Fantascienza di Trieste), che quest’anno ha avuto l’onore di ospitare un grande Maestro come Alejandro Jodorowsky. Ma l’iniziativa – realizzata e promossa dal centro ricerche La Cappella Underground – sta già scaldando i motori in vista della sua prossima edizione.

Intanto, i primi dati di questa edizione mettono in luce un record di presenze – oltre 20.000 – con un netto aumento del numero di spettatori della kermesse, e il tutto esaurito negli spettacoli serali, e non solo.

 

Andrea F. e Monna Luca

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top