domenica , 5 Dicembre 2021
Notizie più calde //
Home » HOT » The Country,con Laura Morante al ROSSETTI TRIESTE dal 6 dic. al 8 dic. 2013

The Country,con Laura Morante al ROSSETTI TRIESTE dal 6 dic. al 8 dic. 2013

image_pdfimage_print

Compromesso morale e violenza connotano la vita contemporanea, nella visione di Martin Crimp, uno dei più quotati autori inglesi del nostro tempo. Ciò sia quando il suo sguardo si muove  ampiamente sull’orizzonte della società, sia se la sua attenzione viene invece catturata da un ambito più intimo, com’è quello abitato da una coppia.È il caso di The Country, testo che indaga nelle dinamiche di una coppia, e che gode dell’interpretazione di una Laura Morante – per la prima volta ospite del Teatro Stabile regionale – di grande forza, nel ruolo della moglie, di Gigio Alberti – il marito – pronto a usare le armi del sarcasmo anche nei momenti più drammatici e di Stefania Ugomari Di Blas nei panni della misteriosa giovane donna, giunta a scardinare gli equilibri delicati intessuti fra moglie e marito. FOTO THE COUNTRY (2)Il plot prevede che un uomo – che dopo varie traversie di vita si è ritirato con la moglie a vivere in campagna – faccia ingresso in casa accompagnato da una ragazza reduce da un incidente. La moglie però si insospettisce e la ritiene una sua ex amante. Da questo intreccio scaturisce una pièce enigmatica e misteriosa che avvince per le sue evoluzioni e per il linguaggio di Crimp, perfettamente inteso e trasferito sulla scena dal regista Roberto Andò. Un linguaggio che traduce le schermaglie amorose di questa coppia lacerata e “in attesa di redenzione” attraverso l’intensità di ogni possibile codice espressivo: silenzi, grida, sussurri, pause, sguardi. Partitura d’interpretazioni sofferte e inquiete, che la stampa ha giudicato eccellenti.  «Leggendo The Country, dapprima nella bella traduzione di Alessandra Serra, poi nell’originale inglese – scrive il regista Roberto Andò nelle sue note – ho avuto la conferma di un autore di prima grandezza, col dono di una scrittura magistrale. Nella casa in campagna in cui ha convocato i tre personaggi della sua commedia, Corinne, Richard e Rebecca, Crimp muove il mistero a partire da un incidente che fa da antefatto all’azione. Da qui, passo dopo passo, lo spettatore verrà informato che la coppia è da tempo ostaggio di un altro ospite inquietante. Una storia di menzogne, di persone legate da inesplicabili sottomissioni, da torbide attrazioni sbilanciate, una storia d’amore tra un uomo e una donna in attesa di redenzione».  FOTO THE COUNTRY (1) Lo spettacolo ha nello straordinario cast un punto di forza notevole. Laura Morante è una delle icone del cinema italiano, attrice elegante, intensa, amata da grandi registi come Giuseppe Bertolucci (con cui esordisce nel 1980 in Oggetti smarriti), Bernardo Bertolucci (La tragedia di un uomo ridicolo), Gianni Amelio (I ragazzi di via Panisperna), Gabriele Salvatores (Turné), e negli ultimi anni Gabriele Muccino (Ricordati di me), Pupi Avati (Il nascondiglio e Il figlio più piccolo) e soprattutto emozionante protagonista di Nanni Moretti. Quest’ultimo l’ha diretta negli anni Ottanta in film come Sogni d’Oro e Bianca e poi ne La stanza del figlio, prova che le è valsa il David di Donatello e il Ciack d’oro, riconoscimenti che si aggiungono a molti altri conquistati nel corso di una carriera ricca e versatile (recentemente coronata dalla felice prova registica in Ciliegine).

Ma Laura Morante è anche ottima attrice di teatro, dove ha debuttato giovanissima nel ruolo di Ofelia in Amleto con un mentore del rilievo di Carmelo Bene.

 

Gigio Alberti è stato apprezzato molto dal pubblico dello Stabile regionale: se al cinema è stato applaudito in molti film di  Salvatores e di Bellocchio sul palcoscenico ha lavorato con Paolo Rossi, e al Politeama Rossetti nella passata stagione nel bellissimo Art di Jasmina Reza.

 

 

The Country si avvale della regia di Roberto Andò. Accanto a Laura Morante, Gigio Alberti applaudiremo la già citata Stefania Ugomari Di Blas.

Le scene e le luci sono firmate da Gianni Carluccio ed i costumi sono di Agata Cannizzaro.

Lo spettacolo è prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria, Fondazione Brunello Cucinelli in collaborazione con Nuovo Teatro.

 

Lo spettacolo debutta venerdì 6 dicembre alle ore 20.30. Nello stesso orario va in scena sabato 7, mentre la pomeridiana delle 16 sarà programmata domenica 8 dicembre.

 

I biglietti si possono acquistare presso i consueti punti vendita del Teatro Stabile regionale e attraverso il sito www.ilrossetti.it.

About Enrico Liotti

Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top