giovedì , 5 Agosto 2021
Notizie più calde //
Home » HOT » TRIESTE: dall’ 11 al 15 marzo 2015 Politeama Rossetti, Sala Assicurazioni Generali IL VISITATORE Di: Éric-Emmanuel Schmitt

TRIESTE: dall’ 11 al 15 marzo 2015 Politeama Rossetti, Sala Assicurazioni Generali IL VISITATORE Di: Éric-Emmanuel Schmitt

image_pdfimage_print

Una commedia brillante, intelligentemente leggera, a tratti commovente, esilarante, che ci fa sorridere ponendoci quesiti seri, esistenziali, che haberriguardano tutti noi. Merito di due attori in grande empatia fra loro, di somma bravura, perfetti nei loro ruoli, immersi pienamente nell’umanità fragile dei loro personaggi». Il critico de Il Sole 24 ore è rimasto conquistato da Il Visitatore di Eric-Emmanuel Schmitt, autore francese che ormai il pubblico dello Stabile regionale ha imparato ad apprezzare per la sua scrittura arguta, mai retorica e ricca di raffinata delicatezza. Il Visitatore è stato il primo suo testo dato al Politeama Rossetti nel 1996: allora a recitarlo, diretti da Calenda, erano Turi Ferro e Kim Rossi Stuart. Impossibile non restare incantati dalla commedia, a cui poi seguirono altri titoli, sempre affascinanti e imprevedibili: Piccoli crimini coniugali, Variazioni Enigmatiche, Il Vangelo secondo Pilato… A rendere interessante la riproposta, dopo quasi venti anni, de ilvisitatore1Il Visitatore è la prova di due attori affiatati, diversi e intensi come Alessandro Haber ed Alessio Boni, che devono saper “duettare” senza sbavature sulla drammaturgia di Schmitt. «In questa commedia – commenta il regista Valerio Binasco – come accadeva nel teatro di tanto tempo fa, le parole sono importanti e l’autore sembra coltivare la speranza che quando gli uomini si incontrano e si parlano possono, forse, cambiare il mondo. C’è una fiducia buona, dentro questa scrittura. C’è un grande ‘Sì’, così come nella drammaturgia contemporanea, di solito, c’è un grande ‘ No’. Questo ‘Sì’ è la prima cosa che mi ha colpito del ‘ Visitatore’. È un testo coraggioso, che non ha timore di riportare in teatro temi di discussione importanti come la Religione, la Storia, il Senso della Vita». La commedia si svolge a Vienna nel 1938 e riserva al pubblico non poche sorprese: l’Austria è stata annessa al Terzo Reich e lo sfondo dell’azione è l’appartamento di un anziano Sigmund Freud, la cui figlia Anna è stata appena portata via dalla Gestapo. Lo scienziato è pieno d’angoscia, solo… ma per poco. Dalla finestra si introduce in casa infatti un giovane, inatteso visitatore da cui Freud è assieme attratto e infastidito: l’uomo intavola una conversazione sui massimi sistemi.haber2 Chi è quell’importuno? Cosa vuole? Stupefatto, Freud si rende conto fin dai primi scambi di battute di avere di fronte nientemeno che Dio, lo stesso Dio del quale ha sempre negato l’esistenza. O è un pazzo che si crede Dio? La discussione che si svolge tra il visitatore e Freud, è ciò che di più commovente, dolce e divertente si possa immaginare. Freud ci crede e non ci crede; Dio, del resto, non è disposto a dare dimostrazioni di sè stesso come se fosse un mago o un prestigiatore. Sullo sfondo, la sanguinaria tragedia del nazismo che porta Freud a formulare la domanda fatale: se Dio esiste, perché permette tutto ciò?

Il Visitatore di Eric-Emmanuel Schmitt è diretto da Valerio Binasco. Alessandro Haber interpreta Sigmund Freud, Alessio Boni è il Visitatore, Nicoletta Robello Bracciforti interpreta Anna Freud, Alessandro Tedeschi è il Nazista. Le scene sono di Carlo De Marino, i costumi di Sandra Cardini, mentre Umile Vainieri è il light designer, le musiche sono di Arturo Annecchino. Lo spettacolo è prodotto da Goldenart Production. Sabato 14 marzo alle ore 12 all’Antico Caffé San Marco, Alessandro Haber e Alessio Boni parleranno del libro e dello spettacolo Il Visitatore. Condurrà la giornalista Elisa Grando. Repliche da mercoledì 11 a domenica 15 marzo; tutte le recite sono serali, con inizio alle 20.30 tranne quella di domenica 15 marzo che si tiene come di consueto alle ore 16.

I posti ancora disponibili si possono acquistare presso tutti i punti vendita dello Stabile regionale, i consueti circuiti e accedendo attraverso il sito www.ilrossetti.it alla vendita on line. Ulteriori informazioni al tel 040-3593511.

Traduzione e adattamento: Valerio Binasco  Scene:Set: Carlo De Marino Costumi:Costumes: Sandra Cardini  Musiche:Music: Arturo Annecchino
Regia:Director: Valerio Binasco  Produzione:Production: Goldenart Production   Interpreti:Starring: Alessandro Haber, Alessio Boni e con Nicoletta Robello Bracciforti e Alessandro Tedeschi

Luca Monna

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top