sabato , 23 Ottobre 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Teatro » Sogni di tango

Sogni di tango

image_pdfimage_print

Domenica sera, mi stuzzicava proprio l’idea di lasciarmi andare al ritmo del tango, desideravo proprio liberare anima e corpo, guidata dai passi dei tangueros sul palco del Teatrone.
Ma niente da fare, sold out. Non c’è stato verso, c’era pure una interminabile fila di appassionati, che fino all’ultimo speravano in un’epidemia influenzale che potesse liberare il posto di qualcuno che si era procurato il tanto desiderato biglietto. Nada de nada. Pazienza, a malincuore rinuncio. A pensarci bene, mi sento involontariamente calata nello spirito di questa danza argentina. Si perché il Tango è proprio questo: la malinconica passione, il desiderio che si protrae in un’attesa d’immaginazione. Mi guardo intorno nel foyer ricco di tanta gente, più che altro donne, e intuisco che è così, siamo tutti alla ricerca di quel posto, di quello spazio per liberarci dai tempi e dai modi che il ritmo di vita quotidiano ci impone. E allora indossiamo un tubino nero, una scarpa rossa col tacco alto e già ci sentiamo pronte ad affrontare la sfida della conquista, non importa se virtuale o solamente danzante.

Abbiamo tutti bisogno di passioni vere, di liberare anima e corpo, di non avere schemi ed orari che ci imbriglino.
Col tango quindi ci possiamo identificare nelle movenze che legano o sciolgono i due ballerini, i quali intrecciano voglia, pudore, dovere, potere o non potere, volere o negare…
Così come vorremmo vivere tutti i giorni: con la libertà di essere se stessi sempre, con la passione di fare ciò che ci piace, anche nel lavoro, con la decisione di scegliere chi vogliamo accanto nella vita di tutti i giorni. Con il coraggio di prendere per mano un uomo o una donna e dirgli “balla con me”.

Olè.

AlGa

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top