domenica , 11 Aprile 2021
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » Gorizia e provincia » NUOVO TEATRO COMUNALE DI GRADISCA D’ISONZO Si continua con i nuovi abbonamenti

NUOVO TEATRO COMUNALE DI GRADISCA D’ISONZO Si continua con i nuovi abbonamenti

image_pdfimage_print

Prosegue la campagna abbonamenti per la Stagione Artistica del Nuovo Teatro Comunale di Gradisca d’Isonzo: sabato dalle 10.30 alle 12.30, e martedì dalle 18 alle 20, sarà possibile sottoscrivere i nuovi abbonamenti fino ad esaurimento delle disponibilità. I prezzi degli abbonamenti resteranno invariati. Da quest’anno una novità riguarderà l’abbonamento Under26 che godrà della stessa scontistica riservata ai gruppi.
La stagione si aprirà con ‘Forbici&Follia’ l’8 novembre, giallo interattivo in cui è lo spettatore stesso a decidere chi è l’assassino (con Roberto Ciufoli, Michela Andreozzi, Max Pisu, Barbara Terrinoni e la partecipazione di Nino Formicola e Nini Salerno); il 19 novembre Massimo Cotto, direttamente da VirginRadio, proporrà assieme alla cantante Cristina Donà, ‘Rock Bazar’ riportando in scena l’epoca d’oro del rock attraverso le storie dei suoi protagonisti, stelle divorate dalla voglia di trasgressione e dalla paura di bruciare troppo in fretta; il 3 dicembre ‘Figli di un Dio minore’ di Mark Medoff (protagonisti Giorgio Lupano e Rita Mazza), ci racconterà la storia d’amore tra una ragazza sorda e il suo insegnante che diventa emblema del confronto fra le tante solitudini legate alle diverse appartenenze sociali e culturali; Ziya Azazi, che reinterpreta in chiave contemporanea le danze della tradizione sufi nell’intenso Dervish (11 dicembre) sarà l’appuntamento con la danza fuori abbonamento come pure fuori abbonamento sarà il ‘Concerto di Capodanno’ con la Mitteleuropa Orchestra organizzato dal Comune di Gradisca d’Isonzo. Il 2016 ospiterà, il 16 gennaio, Max Paiella con il suo irresistibile “one-man-show” (16 gennaio) di Max Paiella con il suo irresistibile “one-man-show” alla ricerca dell’uscita dalle cattive abitudini, dall’arroganza e dall’ignoranza; l’11 febbraio rifletteremo assieme a Lella Costa rileggendo uno dei racconti più emblematici di Karen Blixen, Il pranzo di Babette, storia di riconoscenza e condivisione; Marco Bocci darà vita ad Amedeo Modigliani, raccontando della sua arte immortale, delle sue donne, del legame totalizzante con la moglie Jeanne (Modigliani et les femmes, il 25 febbraio). ‘Il mondo non ci deve nulla’ (17 marzo) con Pamela Villoresi e Claudio Casadio ci proporrà una storia dei giorni nostri, che ci parla della libertà di scelta e del potere dell’amore; chiuderà la stagione il 12 aprile ‘Rumori fuori scena’ meccanismo perfetto di teatro nel teatro ancora in scena dopo 32 anni di repliche.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top