domenica , 5 Dicembre 2021
Notizie più calde //
Home » HOT » ENRON :dal 16 al 17 aprile 2014 Politeama Rossetti, Sala Assicurazioni Generali

ENRON :dal 16 al 17 aprile 2014 Politeama Rossetti, Sala Assicurazioni Generali

image_pdfimage_print

Un’impalcatura di schermi su cui in maniera ossessiva vengono trasmesse le oscillazioni degli indici di Borsa. Sotto, algidi uffici di dirigenza. Un’autrice appena trentenne come Lucy Prebble, affascinata da intrighi e scandali e lucida narratrice dei nostri tempi. E poi un progetto scenico imponente, orchestrato da Leo Muscato, che incrocia teatro, musica, danza e video, armonizzando la preparazione scenica degli Attori di Teatro Due alla sensibilità fisica degli attori-danzatori di Balletto Civile…
Sulla scena si rappresentano una pratica, una mentalità e una strategia adottate da persone che hanno segnato il destino del mondo. enron5Non sono mitici eroi della Storia dell’uomo: sono gli anti-eroi di oggi. Kennet Lee Lay, ad esempio: quel presidente di un colosso energetico texano che negli anni Novanta – età d’oro della finanza americana – ha un’intuizione scellerata e geniale assieme e inventa la speculazione finanziaria virtuale, i “titoli derivati”. È la fine di un mondo, di un sistema, di una prospettiva. Enron, nome del colosso energetico texano, dà il titolo allo spettacolo. Un progetto scenico importante, che interpella le coscienze su palpitanti tematiche civili e sembra voler agganciare il pubblico con ogni strumento possibile: venga esso dall’esperienza scenica di Muscato o dalla poesia dell’approccio fisico perseguito dal gruppo di Michela Lucenti, artista nota e enron4apprezzata dal pubblico della regione, per le sue frequenti residenze presso il CSS di Udine. Lo spettacolo – grazie alle approfondite ricerche dell’autrice, protrattesi per quattro anni – ricostruisce la truffa sistematica perpetrata dai vertici della Enron, che hanno costruito la cosiddetta “corporate culture”, incarnazione dell’avidità capitalista, dell’euforia finanziaria, di un sistema dopato e corrotto. Da ogni euforia però ci si scuote: e al risveglio il sistema si è rivelato fallimentare, insostenibile. È pleonastico sottolineare che il danno non è ricaduto soltanto su quelle menti sconsiderate: lo stiamo pagando tutti, anche adesso.
Scrive Leo Muscato, che firma oltre alla regia anche la traduzione del testo: «Dopo aver ascoltato questa storia, ricordo di aver pensato che se l’avesse dovuta raccontare Shakespeare, l’avrebbe scritta esattamente come Lucy Prebble. È un’opera di grande respiro, scritta con una marcata vena ironica e un forte senso per lo spettacolo; un’epopea che prevede un arco narrativo di quattordici anni (1992-2006) durante i quali si ripercorrono il sexgate Clinton/Lewinsky, le contestate elezioni presidenziali di Bush ai danni di Al Gore, i serial televisivi come Friends e Baywatch, i blackout in California, l’arrivo del nuovo millennio, fino alla caduta delle Torri Gemelle».

enron3per il cartellone PROSA:  ENRON : di: Lucy Prebble
traduzione di Leo Muscato
Scene: Federica Parolini
Costumi: Silvia Aymonino
scrittura fisica: Michela Lucenti
ideazione e realizzazione video: Fabio Massimo Iaquone e Luca Attilii
luci: Luca Bronzo
Regia: Leo Muscato
aiuto regia Laura Cleri
Produzione: Fondazione Teatro Due in collaborazione con Balletto Civile
Interpreti: Roberto Abbati, Alessandro Averone, Maurizio Camilli, Andrea Capaldi, Cristina Cattellani, Ambra Chiarello, Massimiliano Frascà, Francesco Gabrielli, Michela Lucenti, Luca Nucera, Massimiliano Sbarsi, Emanuela Serra

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top