domenica , 1 Agosto 2021
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » Dall'Italia » Alla Pergola di Firenze dal 13 al 18 gennaio 2015…dopo il silenzio.

Alla Pergola di Firenze dal 13 al 18 gennaio 2015…dopo il silenzio.

image_pdfimage_print

“Un tempo c’erano tante risposte quante erano le domande”. È strutturata come una eco di pensieri la regia di Alessio Pizzech, che per Sicilia Teatro ha messo in scena la drammaturgia di Francesco Niccolini e Margherita Rubino che teatralizzano  “Liberi Tutti” di Pietro Grasso.

9_dopo-il-silenzio-386x580“Un cecchino non ha nessun motivo di odiare la sua vittima”, così Turi Moricca interpreta le motivazioni di chi non si sente difeso dallo stato e aderisce alla mafia. Attore convincente, personaggio rude e delicato nello stesso tempo, intriso della drammaticità di chi ammette “mi piace sparare, sbirro!”. Fra gli effetti musicali di Dario Arcidiacono, Carlo Muratori, Discantus e le luci di Luigi Ascione, gli interventi video di Giacomo Verde sono come un ronzio della coscienza.

I volti di Serafina Battaglia, la voce del Cardinale Salvatore Pappalardo, le mani di Don Puglisi, si incarnano con eleganza nel corpo e nel cuore di due maestri indiscussi del teatro quali Sebastiano Lo Monaco e Mariangela D’Abbraccio.

“Io non ho paura, io faccio paura!”, la mafia ha dei comandamenti, un codice d’onore, una tradizione cavalleresca o no?

“Libertà, obbedienza e la tua vita” vale le schegge di amianto conficcate nell’anima? Aneddoti e catarsi provocano applausi a scena aperta  alla Pergola di Firenze dal 13 al 18 gennaio 2015…dopo il silenzio.

Anita Laudando

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top