mercoledì , 4 Agosto 2021
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » Gorizia e provincia » Teatro Verdi Gorizia: DA SABATO 20 IN VENDITA I NUOVI ABBONAMENTI

Teatro Verdi Gorizia: DA SABATO 20 IN VENDITA I NUOVI ABBONAMENTI

image_pdfimage_print

Terminata la fase delle conferme. I biglietti per Pintus dal 27

Gorizia, 18 settembre 2014Archiviata la prima fase della campagna abbonamenti per la stagione 2014/2015 del Teatro Verdi di Gorizia, ovvero quella delle conferme, la parola passa ai nuovi spettatori. Scatta infatti la seconda fase della campagna: dasabato 20, a seconda delle disponibilità, si potranno sottoscrivere inuovi abbonamenti Grandi Eventi (fino al 23/10/14), Musica&Balletto(fino al 12/11/14), Prosa (fino al 19/11/14). Anche in questo caso sonopreviste facilitazioni per chi vuole acquistare altri pacchetti: chi scegliegli abbonamenti Prosa e/o Musica&Balletto sarà infatti riservata lapossibilità di comprare prioritariamente uno o più abbonamenti EventiComic, International e Musical e il biglietto per gli spettacoli fuoriabbonamento “Sissi a Miramar” e “Nora Gregor”.

Da sabato 27 sarà la volta della vendita degli altri nuovi abbonamenti, fra cui quelli pensati dal Comune di Gorizia su misura per la stagione2014/2015: Eventi Comic (due spettacoli, fino al 23 ottobre), EventiMusical (due spettacoli, fino al 28 novembre), Eventi International (duespettacoli, fino al 13 febbraio 2015), 3 Stelle Classico (fino al 19novembre), 3 Stelle Contemporaneo (fino al 7 gennaio), Universitari(fino al 12 novembre). Dalla stessa data sarà possibile acquistare ibiglietti per lo spettacolo di apertura della stagione, “50 sfumature diPintus” e per i due spettacoli fuori abbonamento.

Fino a giovedì 23 ottobreabbonamenti e biglietti potranno essere acquistati nella biglietteria del teatro, in via Garibaldi 2/a (tel. 0481/383601), da lunedì a sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. Lo sportello sarà chiuso nei giorni festivi, oltre che dal 17 al 19 settembre e il 10 ottobre. Da venerdì 24 ottobre invece aprirà il botteghino del Verdi, in corso Italia (tel. 0481/383602), da lunedì a sabato dalle 17 alle 19. Il botteghino sarà chiuso nei giorni festivi e dal 24 al 28 dicembre.

LA “PRIMA” CON PINTUS – Dopo aver fatto ridere i teatri di tutta Italia, approda a Gorizia il fenomeno comico dell’anno. Direttamente dal palco di Colorado, Angelo Pintus proporrà le sue originalissime 50 sfumaturedi…Pintus. Un’ora e mezza di grandi risate, tra esilaranti imitazioni (da Bruno Pizzul a José Mourinho, da Pupo a Maria De Filippi), sketch ispirati alla vita quotidiana e canzoni, con cui il comico triestino intratterrà la platea goriziana nella “prima” della stagione, giovedì 23 ottobre alle 20.45. Lo show, che nel titolo trae irriverentemente spunto dalla trilogia di E.L. James, sublima le gag che hanno reso celebre Pintus in quasi tre lustri di esperienza televisiva, ospite di trasmissioni come Colorado, Quelli che…il calcio e Guida al campionato.

SISSI E NORA GREGOR FUORI ABBONAMENTO – La stagione artistica 2014/2015 sarà impreziosita da due spettacoli Fuori abbonamento Il primo, in programma già martedì 4 novembre, sarà dedicato al ricordo di Francesco Macedonio, il celebre regista goriziano scomparso lo scorso anno: sul palco del Verdi Ariella Reggio e Alessandro Fullin proporranno Sissi a Miramar, divertente affresco di Trieste raccontato nella sua lingua, ovvero il triestino. Fullin, che firma lo spettacolo prodotto da La Contrada e Teatro stabile di Trieste, racconta il capoluogo giuliano con i suoi vizi e le sue virtù, con una storia appassionante e fresca punteggiata da personaggi storicamente lontani immersi nella realtà quotidiana della città. Un progetto transfrontaliero, ispirato alla vita dell’attrice Nora Gregor, è il secondo spettacolo fuori abbonamento, che andrà in scena venerdì 27 marzo. Nora Gregor – Il continentenascosto della memoria è il titolo della messinscena, firmata Neda R. Bric, che stavolta parlerà soprattutto dell’attrice nata a Gorizia, della sua vita di splendori e miserie, del ruolo della donna nella società e delle sue lotte interiori causate dal conflitto tra la missione di artista, quella di madre e di moglie.

IACCHETTI CANTA GABER, PRIMA NAZIONALE DAL SISTINA – Mercoledì 12 novembre toccherà a Enzo Iacchetti inaugurare il cartellone Musica &Balletto: il popolare attore e conduttore di Striscia la Notizia sarà a Gorizia con Chiedo scusa al signor Gaber, spettacolo-omaggio all’amico e maestro Giorgio. Accompagnato dalla Witz orchestra e con la partecipazione straordinaria solo per Gorizia dell’Orchestra dell’Accademia Naonis, Iacchetti rivisita con particolare ironia il primissimo repertorio del signor G. La settimana dopo, mercoledì 19 novembre, salirà sul palco del Verdi Silvio Orlando, attore teatrale e pluripremiato anche per i ruoli – da La stanza del figlio di Nanni Moretti a Il papà di Giovanna di Pupi Avati – interpretati al cinema: l’attore napoletano, accompagnato dalla giovane Popular Shakespeare Kompany diretta da Valerio Binasco, sarà Shylock ne Il mercante di Venezia, una delle opere più note di William Shakespeare. La stagione 2014/2015 regalerà ad abbonati e spettatori anche una prima nazionale di prestigio. Venerdì 28 novembre il Verdi si riempirà delle note di Tutti insiemeappassionatamente, una produzione con la quale il teatro Sistina di Roma intende celebrare il cinquantesimo anniversario di uno dei film musicali più amati di tutti i tempi. Sarà l’attore e doppiatore Luca Ward a dare voce e corpo al rigido militare Von Trapp, padre vedovo di sette figli che, come in ogni favola a lieto fine, verrà ammorbidito e quindi domato dalla dolcezza femminile a cui darà tutto il suo vigore Vittoria Belvedere: con loro, in scena sette bambini dai 4 ai 17 anni.

IL RITORNO DELL’OPERETTA E IL LAGO DEI CIGNI – A grande richiesta torna a Gorizia l’operetta. Con il soprano Daniela Mazzucato, i tenori Max Renè Cosotti e Andrea Binetti, accompagnati dall’Orchestra Mitteleuropa diretta dal maestro Vram Tchiftchian approderà al Verdi un progetto esclusivo, pensato proprio per il palcoscenico goriziano: sabato 6 dicembre in Vienna chiama Gorizia – Gran galà dell’operetta si respirerà il clima della Belle epoque, quando di Gorizia si parlava come una piccola Vienna. Quattro giorni dopo Anna Galiena, Marina Massironi, Amanda Sandrelli e Sergio Muniz, diretti da Chiara Noschese, porteranno a Gorizia Tres, che racconta la storia di tre amiche inseparabili che decidono di rimanere incinte insieme e dello stesso uomo. A pochi giorni dal Natale, sabato 20 dicembre, il Verdi regalerà una serata di grande musica dai forti connotati sociali: il coro The Soul Children of Chicago, fondato nel 1981 e diretto da Walt W. Whitman jr, è nato infatti come un’alternativa da offrire ai giovani afroamericani considerati a rischio. Il gruppo ha cantato per la convention democratica statunitense, esibendosi anche per i presidenti Ronald Reagan, George Bush sr e Bill Clinton. Il 2015 si aprirà dunque con un grande classico della danza: perfetta sintesi di composizione coreografica accademica e notturno romantico, il Lago dei Cigni di Cajkovskij sarà portato in scena dai russi della Bashkir State Opera and Ballet di Ufa, con le coreografie firmate da Marius Petipa.

LA “SCENA” DELLA COMENCINI, IL RITORNO DI PAOLINI – L’inizio del nuovo anno sarà particolarmente scoppiettante. Ne La scena (in programma mercoledì 7 gennaio alle 20.45) Cristina Comencini racconterà la storia di due amiche mature (interpretate dalle amatissime Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti), tra passioni, amori e sentimenti femminili, che s’intrecciano anche in scena su un palcoscenico. Ci sarà da ridere invece giovedì 15 gennaio, quando andrà in scena la nuova produzione di a.ArtistiAssociati, Forbici & Follia, con la regia di Marco Rampoldi. Eccezionale il cast, composto Michela Andreozzi, Roberto Ciufoli, Max Pisu, Barbara Terrinoni, con la partecipazione straordinaria di Nino Formicola e Nini Salerno, che metteranno alla prova anche il pubblico nell’unico vero spettacolo interattivo. Gennaio si conclude dunque (lunedì 26) con il ritorno a Gorizia di Marco Paolini, protagonista della Ballata di uomini e cani – dedicata a Jack London, lo scrittore statunitense che con i suoi romanzi ha fatto volare con la fantasia milioni di ragazzi. Lo spettacolo ha la forma di un canzoniere teatrale, con brani tratti da opere e racconti di London, alternati a musiche e canzoni ispirate alla produzione letteraria dello stesso romanziere. Il grande musical sarà protagonista domenica 1 febbraio, con un grande classico della commedia musicale italiana: approda a Gorizia infatti Aggiungi un posto a tavola di Garinei e Giovannini, in un’edizione fedele all’originale degli anni Settanta, nella regia e nelle coreografie, prodotta da dalla Compagnia dell’Alba di Ortona.

ATMOSFERE CUBANE E IL DON GIOVANNI DI PREZIOSI – Venerdì 6 febbraio protagonista la prosa, con Il mondo non mi deve nulla di Massimo Carlotto, con Pamela Villoresi e Claudio Casadio, mentre sette giorni dopo, il 13 febbraio, il Verdi respirerà le atmosfere cubane con i Ballet Nueva Cuba, che a Gorizia porteranno il nuovo allestimento di Havana Song and Dance, straordinario spettacolo che ripercorre, come in un viaggio, una straordinaria storia tutta cubana. Il 19 febbraio sarà poi la volta di una grandissima della musica classica, Natalia Gutman, che a Gorizia sarà eccezionalmente accompagnata dall’Accademia d’Archi Arrigoni di San Vito al Tagliamento (Pordenone), un’orchestra giovanile tra le più apprezzate e vivaio di giovani talenti. Natalia Gutman, violoncellista di caratura mondiale, sarà affiancata anche dal violinista ucraino Pavel Vernikov. Martedì 3 marzo tornerà sul palco del Verdi Alessandro Preziosi, che cura anche la regia del Don Giovanni di Molière: dopo il successo dell’Amleto e di Cyrano de Bergerac – portato due stagioni fa a Gorizia – l’attore prosegue nell’intento di trasmettere il valore dei classici a un pubblico ampio e, in particolare, alle nuove generazioni.swan Il cartellone Musica & Balletto andrà in archivio giovedì 12 marzo, quando in prima regionale approderà a Gorizia la ParsonsDance Company, diretta da una vera e propria icona della post modern dance a stelle e strisce, il coreografo David Parsons. A fianco delle coreografie più richieste, come il leggendario Caught, una selezioni di brani originali, tratti dal grande repertorio della storica compagnia americana. Lunedì 30 marzo un altro interprete particolarmente amato dal pubblico televisivo, Emilio Solfrizzi, sarà in scena nel capoluogo isontino con Sarto per signora, testo di George Feydeau che narra del dottor Molineaux, fresco di matrimonio ma dai dubbi comportamenti coniugali. Sabato 11 aprile saranno i ritmi travolgenti dello HungarianState Folk Ensemble, che presenterà il meglio dei generi folcloristici ungheresi, ad ammaliare il pubblico goriziano, mentre la chiusura, mercoledì 22 aprile, sarà affidata agli eclettici Oblivion, che con la consulenza registica del grande Giorgio Gallione porteranno al Verdi Othello, l’h è muta, in cui demoliscono a colpi di grottesca ironia sia l’opera di Shakespeare che quella di Verdi.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top