1

Venerdì 26 luglio ore 20.45 al Teatro Zancanaro, Sacile Orchestra sinfonica del XXIII FVG International Music Meeting

Esecuzione della prima assoluta del brano “Mo(uve)ment Musicaux” di Andrej Goričar, vincitore del “IV International Composition Prize SEM 2019
Concerto n.4 per pianoforte e orchestra op.58 di Beethoven
Rhapsody in Blue di Gershwin

Esecuzione in prima assoluta del brano “Mo(uve)ment Musicaux” del compositore sloveno Andrej Goričar, vincitore del “IV International Composition Prize SEM 2019”, venerdì 26 luglio alle 20.45 al Teatro Zancanaro a Sacile da parte dell’orchestra sinfonica del XXIII FVG International Music Meeting, festival organizzato dall’Associazione Ensemble Serenissima in coorganizzazione con il Comune e il sostegno della Regione e della Fondazione Friuli, che quest’anno si pregia anche dell’alto patrocinio del Parlamento Europeo.
La composizione è stata premiata dalla giuria internazionale, presieduta dal M° Daniele Zanettovich, per la buona padronanza nella scrittura orchestrale, l’inventiva di carattere neo-romantico che riesce a creare un meraviglioso momento musicale, ben strutturato in un sottile senso di teatralità ed equilibrio, con contrasti ben realizzati, un buon controllo delle tensioni e un’armonia interessante, mai scontata.

Andrej Goričar

Andrej Goričar, nato a Lubjana nel 1971, oltre che compositore è pianista e arrangiatore. Il suo profilo artistico si estende ampiamente dalla musica classica da concerto al cinema, alla musica da palcoscenico e oltre. Come pianista, si esibisce come solista, musicista da camera e pianista cinematografico. Come compositore, le sue composizioni classiche, sceniche e cinematografiche sono state eseguite da rinomati solisti, gruppi da camera e orchestre. La serata, sotto la direzione del maestro Mario Zanette, si completa con l’esecuzione  del Concerto n.4 per pianoforte e orchestra op.58 di Beethoven e con Rhapsody in Blue di Gershwin.
Il Concerto di Beethoven – affidato a Leonardo Vaccari e Muraad Layousse, allievi della Maestra Redaelli che, nonostante la giovane età, si sono più volte segnalati in concorsi nazionali ed internazionali – vede il compositore tedesco rivoluzionare i tradizionali rapporti fra solista e orchestra e presenta anticipazioni dell’intimismo di Schubert ed estrapolazioni liriche di schietto segno romantico.
La Rhapsody in Blue composta da Gershwin a 26 anni e divenuta in un batter d’occhio un successo mondiale, vedrà al pianoforte Kristýna Schumová, giovane interprete della Repubblica Ceca e allieva del M° Alessandro Commellato, già protagonista nelle più rinomate sale da concerto internazionali. Nella Rhapsody in Blue, composizione emozionante e travolgente, la musica incontra il paesaggio sonoro delle metropoli americane, e l’aspirazione allo stile dei grandi compositori intreccia le sonorità jazz di cui era impregnata la sua cultura sin da ragazzo dimostrando un’autentica forza espressiva e immediatezza melodica.
Il Meeting proseguirà fino al 6 agosto con altri appuntamenti musicali che vedranno sempre protagonisti i giovani talenti e i grandi maestri e sempre a ingresso libero.