martedì , 13 Aprile 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Musica » Venerdì 22 maggio 2015 – ore 19.30 Trieste, Cattedrale di San Giusto Requiem di John Rutter

Venerdì 22 maggio 2015 – ore 19.30 Trieste, Cattedrale di San Giusto Requiem di John Rutter

image_pdfimage_print

Cent’anni di Grande Guerra: 1915 – 2015, l’anniversario è cruciale per la storia del nostro tempo e il Conservatorio Tartini di Trieste lo celebra tornando dopo oltre vent’anni a S. Giusto, la cattedrale nel cuore di Trieste, per un concerto dedicato a tutti i caduti della Grande Guerra nei cento anni dall’entrata in guerra dell’Italia, il 24 maggio 1915. Per l’occasione il Tartini proporrà, venerdì 22 maggio dalle 19.30,  l’esecuzione del Requiem di John Rutter per soli, coro e ensemble strumentale composto dall’autore nel 1985 per la morte del figlio, prematuramente scomparso. Pagina di grande intensità espressiva e particolarmente ispirata, è formata da sette movimenti su testi tratti dalla Missa pro Defunctis (in latino)e dai Salmi 130 e 23 del Vecchio Testamento (in lingua inglese).  Il Requiem, diretto da Rita Susovsky, sarà affidato al complesso vocale e strumentale Gruppo Incontro di Trieste, con la collaborazione strumentale dell’organista della Cappella Civica Roberto Brisotto e di Arianna Russolo (flauto), Francesco Poropat (oboe), Davide Forti (violoncello), Lara Macrì (arpa),  Tina Renar (glockenspiel), Michele Montagner (timpani). Voci soliste di Daria Ivana Vitez, soprano, e Margaritha Swarczewskaja mezzosoprano. Collaborazione musicale di Nicola Colocci. Ad intercalare le musiche saranno brevi  letture di alcune lettere di soldati dal fronte della Grande Guerra, per la voce recitante di da Mario Mirasola, regista e programmista della RAI regionale. John Rutter, londinese classe 1945, è organista, compositore, direttore di coro e d’orchestra, arrangiatore e produttore musicale. E’ uno dei compositori di musica corale tra i più apprezzati ed eseguiti al mondo, in particolare in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, ma anche in Italia e in altre nazioni europee. La sua musica è eclettica, sebbene mostri chiaramente le influenze della tradizione corale contemporanea inglese e francese, così come quelle della musica leggera e della tradizione corale statunitense. L’ingresso al concerto è libero, info tel. 040.6724911, www.conservatorio.trieste.it

Formatosi a Trieste nel 1971 per iniziativa di alcuni giovani uniti dall’amicizia e dalla passione per la musica, il Gruppo Incontro si è subito distinto sia per l’originalità che per la particolarità del suo repertorio, realizzato anche con la collaborazione di diversi strumenti.  Nel corso dei suoi oltre 40 anni ha svolto un’intensa attività concertistica in Italia, Austria, Germania, Belgio, Ungheria, Serbia, Slovenia e Croazia. Ha vinto il I° premio con lode della giuria al 25° Festival Internazionale di Neerpelt (Belgio).  Ha registrato per la RAI, Radio Capodistria, Radio Lubiana, Radio Televisione Belga ed Olandese. Ha inciso cinque CD dedicati ai brani più significativi del suo ampio repertorio che va dal Medioevo ai compositori contemporanei, compresa la canzone d’autore. Rita Susovsky, triestina, si è diplomata in pianoforte con Maureen Jones al Conservatorio “G. Tartini” della sua città ed in canto con Adriana Rognoni al Conservatorio “C. Pollini” di Padova, studiando – fino al compimento medio – anche organo e composizione organistica.  Dopo aver iniziato l’attività artistica come pianista e direttore di coro, si è dedicata interamente al canto perfezionandosi con importanti e qualificati docenti a livello internazionale, vincendo alcuni concorsi nazionali ed internazionali e debuttando in teatro nell’opera “Così fan tutte” di W.A. Mozart. Successivamente ha cantato nei più importanti teatri lirici italiani e in prestigiose sedi concertistiche in Italia, Francia, Germania, Spagna, Austria, Croazia, Belgio, Serbia, Slovenia, in Corea e negli Stati Uniti. Ha registrato più volte per la RAI e per diverse emittenti radiotelevisive italiane e straniere, e ha inciso per la Fonit – Cetra, Ares, Carrara, Warner-Nuova Fonit – Cetra. Il suo repertorio (lirico, concertistico e d’oratorio) spazia dal barocco fino alla musica contemporanea, con particolare attenzione anche alla liederistica tedesca ed alla mélodie francese. E’ docente di Canto al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste e tiene regolarmente master classes in importanti Conservatori ed Accademie di Francia, Inghilterra, Austria, Belgio, Spagna, Estonia, Serbia e Turchia.

 

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top