sabato , 6 Marzo 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Musica » TriesteLovesJazz 2013: un successo annunciato.

TriesteLovesJazz 2013: un successo annunciato.

image_pdfimage_print

 Un’edizione particolarmente fortunata, quella di TriesteLovesJazz 2013, che ha visto come sempre i nomi internazionali, musicisti storici italianI ed esteri del jazz accanto ai nomi più interessanti del territorio. Quasi trenta concerti in 15 serate, oltre 160 gli artisti coinvolti, una piazza Verdi sempre strapiena  attenta e partecipe, la scelta raffinata e diversificata di repertori sempre all’insegna della qualità sono state anche quest’anno le caratteristiche del Festival. Accanto a serate memorabili di nomi come Bill Evans, Sugar Blue, Anthony Strong, Markus Stockhausen e il “chitarrista italiano per antonomasia” Franco Cerri (che per l’occasione ha ricevuto un’ufficiale riconoscimento dal Sindaco Roberto Cosolini), non è stata da meno l’accoglienza dei giovani (tra tutti la rivelazione Emanuele Grafitti), delle proposte originali di “Made in Trieste” e di tutti i musicisti del territorio. Stupefacente la performance iniziale dell’European Saxophone Ensemble a Ponte Curto, così come notevole il concerto in quartetto dedicato all’entrata in Europa della Croazia. Resta ancora nella memoria l’atmosfera struggente creata dalle note del grande Glauco Venier nel concerto all’alba di domenica mattina sul Molo Audace: una delle esperienze più emozionanti, intime e identificative di TriesteLovesJazz dove suono, luce, paesaggio e natura hanno restituito una Trieste inedita, dal fascino di rara impressione.

È inoltre con grande orgoglio, spiega il coordinatore Gabriele Centis, che la centralità del festival rimane  il suo carattere internazionale, la possibilità di riunire in un unico contesto culturale le voci di tanti paesi d’Europa, confermando la ricchezza che da sempre rende Trieste un unicum europeo, come crocevia e luogo di confronto tra “linguaggi” diversi.

Concerto di Anthony Strong FOTO:(copyright Massimo Goina)

Anche il Sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, conferma che “TriesteLovesJazz si conferma manifestazione di assoluta qualità e contribuisce anche quest’anno al successo di Trieste Estate, programma di eventi culturali promossi dal Comune per i propri concittadini e i turisti. Scuola di Musica 55 anche stavolta ha pescato artisti di grande prestigio, che hanno riempito piazza Verdi e riscosso grande successo, con due momenti poi di  grande emozione: i sassofoni sulla Passeggiata Joyce e il concerto di Franco Cerri. Un grazie perciò a Gabriele Centis e a tutto il suo staff, indispensabili partners del Comune e al lavoro per l’edizione 2014”.

E così saluta TriesteLovesJazz l’Assessore alla Cultura del capoluogo Giuliano, Franco Miracco: “In un certo senso il grande successo di questa parte di Trieste Estate è quel contributo che dà la misura esatta della grande professionalità con cui viene realizzato TriesteLovesJazz, che unita all’amore sconfinato per la musica, fanno di Trieste un punto di riferimento internazionale. TriesteLovesJazz è stato il cuore del grande successo riscosso dall’edizione 2013 di Trieste Estate. Non soltanto un successo sostenuto e garantito dagli appassionati del jazz, bensì vi è stata la capacità di coinvolgere larghe fette del pubblico cittadino, basti pensare al copioso numero di persone che all’alba della scorsa domenica hanno assistito al concerto sul Molo Audace di Glauco Venier oppure alla piazza Verdi gremita per l’esibizione di Franco Cerri.  Nei prossimi anni non verrà mai a mancare il nostro sostegno a questi progetti di qualità”. 

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top