sabato , 28 Novembre 2020
Notizie più calde //
Home » HOT » PORDENONE 24 OTTOBRE Un messaggio di speranza in musica Dal campanile di San Marco il concerto per la città
PORDENONE 24 OTTOBRE Un messaggio di speranza in musica Dal campanile di San Marco il concerto per la città
corso Vittorio Emanuele

PORDENONE 24 OTTOBRE Un messaggio di speranza in musica Dal campanile di San Marco il concerto per la città

image_pdfimage_print

Sabato 24 ottobre alle 17, la Società Operaia di Mutuo Soccorso e Istruzione e il Comune di
Pordenone, organizzano un concerto nella cella campanaria del Duomo di San Marco. Ad esibirsi con
l’unico strumento suonato, il violino, sarà Davide Musolla giovane musicista pordenonese.
Pur da un “palcoscenico” così inconsueto ed alto, le melodie si potranno sentire lungo tutto corso
Vittorio Emanuele perché il suono sarà opportunamente amplificato. Inoltre l’evento sarà trasmesso in
diretta streaming sia sulla pagina facebook del Comune che su quella della Società Operaia (@Somsipn).
Il violinista Davide Musolla eseguirà brani dall’elevato valore simbolico, l’Inno di Mameli, l’Aria
sulla quarta corda di Bach, l’Ave Maria Gounod, la versione strumentale della canzone Con te partirò di
Bocelli e la Meditazione dal Thais di Massenet.
Il concerto sarà preceduto dagli interventi del sindaco Alessandro Ciriani e da Rosa Saccotelli
Pavan, presidente dell’Operaia che interverranno dal sagrato del Duomo, per poi lasciare spazio alle note
del giovane violinista che suonerà dalla cella campanaria.
Un evento che vuol essere un invito alla solidarietà, alla reciprocità e all’unità per superare il
periodo di difficoltà che affligge la nostra società per l’emergenza sanitaria , un’esortazione a ricercare
nuove prospettive di convivenza nell’auspicio che gli effetti delle restrizioni e il sacrificio comune,
portino ad affrontare il futuro con minor apprensione.

About Enrico Liotti

Enrico Liotti
Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top