domenica , 26 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Musica » Paolo Conte, a Palmanova il 26 luglio in esclusiva per il Triveneto

Paolo Conte, a Palmanova il 26 luglio in esclusiva per il Triveneto

image_pdfimage_print

Cresce l’attesa per il concerto-evento di Paolo Conte, a Palmanova

il 26 luglio in esclusiva per il Triveneto. E sul sito ufficiale di Euritmica,

intanto, viene ospitato Ce soir Paolo Conte , il progetto di Rai Radio due.

 PALMANOVA –  È sicuramente uno degli ospiti in assoluto più attesi dell’estate, Paolo Conte, invitato a Palmanova da Euritmica per il progetto Music Time il prossimo 26 luglio, alle 21.00, nella magnifica Piazza Grande. L’avvocato ritornerà in Regione in esclusiva per il Triveneto dopo aver calcato alcune delle cattedrali della musica europea come la Philharmonie di Monaco, l’Alte Oper di Francoforte e il Konzerthaus di Vienna e dopo tre soli concerti in Friuli negli ultimi quindici anni.E proprio in questi giorni Euritmica accoglie con piacere il progetto che Rai Radio 2 dedica al cantautore: Ce soir Paolo Conte, inserito nel palinsesto di Alle otto della sera, registrato nel 2002 e oggi riproposto non solo alla radio ma anche in podcast (cliccando qui è disponibile la pagina di euritmica dedicata al progetto). Dieci puntate di una poesia straordinaria (domani, 20 luglio, in onda l’ultima puntata su Radio 2), nelle quali gli autori (Ermanno Anfossi e – per la regia – Vittorio Attamante) hanno ritratto con precisione e generosità, dipingendola attraverso diversi segmenti tematici, una delle personalità più complesse, ritrose, affascinanti e geniali della nostra musica d’autore.Così Euritmica ha deciso di riproporre anche al pubblico ad essa vicino e a tutti (tanti!) coloro che amano Conte quelle stesse puntate, inserendole, come omaggio, nel proprio sito www.euritmica.it. E nel frattempo, con grande disponibilità della Rai e dello stesso autore, Ermanno Anfossi (storica e mirabile voce della radio) ha raccontato agli organizzatori come sia nata l’avventura…

«Io avevo incontrato Conte la prima volta negli anni Settanta, quando entrambi eravamo agli inizi: fu così disponibile che ci regalò una sigla per una nostra trasmissione: Un’estate così. Da allora, forse perché a lui mi sono sempre avvicinato con grande discrezione, ha sempre assecondato le mie richieste. E ho avuto la fortuna che dicesse di sì anche a Ce Soir Paolo Conte. Quando gli ho spiegato che avrebbe dovuto parlare di sé, mi ha spiazzato dicendomi “Parlare io? Ma manda in onda le canzoni, no?”. Da questa sua reazione ho intuito che l’unico modo per far funzionare il format era capovolgerlo. Anziché concepire un’alternanza tra testo parlato-canzoni- testo parlato, abbiamo cominciato dalle canzoni. Avremmo potuto scegliere i brani da trasmettere e lui commentarli: ma anche così rischiava di non funzionare… Dopo aver studiato per settimane tutta la produzione di Conte, ho scelto alcuni aspetti della sua poetica come fil rouge per pormi a lui, usandoli come input istintivi per potergli scatenare delle emozioni, dei modi di vivere la sua arte dei quali potesse parlare spontaneamente».

E ancora: «Ci chiudemmo per due pomeriggi nel suo studio di Asti. Lui una volta accettato era solo “con” noi. Non risparmiava nulla di sé, non guardava l’orologio. E lavorammo così: scegliemmo una sequenza di canzoni da trasmettere, e dopo ogni canzone io molto semplicemente gli lanciavo da fuori onda un’esca, un’immagine, una parola come tinello maron, fiume di gennaio, le donne odiano il jazz. Con questa modalità non c’è stato nulla da fare se non registrare quello che lui (perfettamente nei tre – quattro minuti richiesti) esprimeva nella sua suprema fantasia e, insieme, con il suo grande rigore. Non c’è stato quasi bisogno di montare nulla in regia. Più che commenti alle canzoni, con questi suoi interventi lui, di canzoni, ne ha scritte di nuove, a parole. E sono canzoni belle almeno quanto quelle “vere”…».
Grazie a Ce Soir Paolo Conte, dunque, ci si può godere in anticipo la poesia che attende il pubblico il prossimo 26 luglio a Palmanova! I biglietti per l’evento, inserito anche nella promozione Music&Live dell’Agenzia TurismoFVG, sono disponibili nei punti vendita autorizzati Azalea, presso la sede di Euritmica (a Udine, in via Percoto 2) e sul sito www.euritmica.it.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top