1

Omaggio a Renato Sellani VENERDI 5 DICEMBRE 2014 al NEW AROUND MIDNIGHT di Napoli

Il NAM – New Around Midnight di Napoli – vivacissimo music-club di Via Bonito, nel cuore del quartiere Vomero – ospiterà venerdì 5 dicembre 2014 [dalle ore 22.00] un “OMAGGIO A RENATO SELLANI”.

Il NAM – NEW AROUND MIDNIGHT rende omaggio al grande musicista scomparso lo scorso 1 novembre, che si era esibito l’ultima volta a Napoli proprio sul palco del jazz-club nel 2013. Il 5 dicembre 2014 era stata programmata l’unica data/live campana del maestro e, proprio in questa data, il NAM dedicherà un’intera serata al leggendario jazzista coinvolgendo alcuni dei migliori pianisti della scena musicale italiana, da Lorenzo Hengeller ad Armanda Desidery, passando per Danise. Alla serata/omaggio parteciperà anche il contrabbassista Massimo Moriconi, da sempre al fianco del Maestro Sellani. Moriconi – da molti anni collaboratore di Mina – si esibì a Napoli con Renato Sellani proprio sul palco del New Around Midnight.

Un omaggio d’obbligo per uno dei maestri del jazz italiano.

Sellani è stato, infatti, uno dei musicisti più importanti e memoria storica del jazz italiano, e ha suonato con alcuni dei più grandi artisti internazionali, da Billie Holiday a Chet Baker, da Lee Konitz a Mina. Compositore di musiche di scena, negli anni Settanta ha lavorato al Piccolo Teatro di Milano scrivendo le musiche di “Aspettando Godot” di Samuel Beckett, per la regia di Walter Pagliaro e “Il signor Puntila e il suo servo Matti” di Bertolt Brecht per lo Stabile di Torino. Tino Buazzelli lo volle al suo fianco per molti suoi spettacoli. A 32 anni si stabilì a Milano, che a metà degli anni Cinquanta era la capitale del jazz italiano e una delle tappe europee predilette per i più importanti jazzisti americani: qui conobbe Billie Holiday e Chet Baker, che lo scelse come pianista per l’incisione dell’album Chet Baker in Milan, cui fece seguito una tournée. Ma Sellani ha suonato con molti altri tra i più grandi musicisti e cantanti jazz di fama mondiale, da Lee Konitz a Sarah Vaughan, da Jula De Palma a Dizzy Gillespie, da Irio De Paula a Phil Woods.

Nel 2008 gli è stato assegnato l’Honorary Award (Premio alla Carriera) nell’ambito degli Italian Jazz Awards “Luca Flores”.