lunedì , 20 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Musica » Novembre all’insegna degli scambi internazionali per la Fondazione Siena Jazz
Novembre all’insegna degli scambi internazionali per la Fondazione Siena Jazz

Novembre all’insegna degli scambi internazionali per la Fondazione Siena Jazz

image_pdfimage_print

Novembre all’insegna degli scambi internazionali per la Fondazione Siena Jazz. Prosegue a pieno ritmo l’attività all’interno di “GIOSI Jazz.IT”, acronimo di “Giovani sinergie del jazz italiano, il progetto della prestigiosa istituzione musicale senese che è risultato tra i 9 vincitori – su 150 partecipanti – del primo bando nazionale specifico per il mondo del jazz italiano e che coinvolge circa 100 persone fra studenti, docenti e responsabili dei dipartimenti di jazz dei conservatori di Amsterdam, Parigi, Barcellona, Maastricht, Bologna, Napoli, Trento e Rovigo, oltre a includere concerti al Jazz Festival di Budapest, al Festival Jazz di Novara e al Jazz Club “il Torrione” di Ferrara.

In questo mese, allievi e docenti di quattro conservatori di europei e di altrettanti italiani si incontrano a Siena per una intensa attività formativa e concertistica: sono già in viaggio per le rispettive destinazioni la formazione senese che si esibirà al Festival Jazz di Budapest e la delegazione di studenti senesi diretta al conservatorio di Amsterdam, mentre giovedì 5 novembre arriveranno a Siena gli allievi del conservatorio di musica e danza di Parigi e quelli del conservatorio di Trento. Le due delegazioni incontreranno gli studenti dei corsi SJU – Siena Jazz University in tre giornate intense di studio, unendosi ai gruppi di musica d’insieme del diploma accademico triennale senese ed esibendosi domani venerdì 6 novembre alle 21.30 presso il circolo “Il Tubo” (vicolo del Luparello 2, Siena), in un imperdibile concerto a ingresso libero. Ad aprire la serata sarà la performance di due docenti del conservatorio di Parigi, il contrabbassista Riccardo del Fra e il trombettista Mederic Collignon, per poi lasciare il palco agli artisti più giovani di Parigi e Trento. Il gruppo proveniente da Parigi è formato da Melvin Marquez, sax; Julian Caetano, piano; Sylvain Fournet-Fayas, contrabbasso; Baptiste Thiebault, batteria, mentre quello del conservatorio di Trento da Antonio Saldi, sax; Sergio Mutalipassi, chitarra; Stefano Bertamini, piano; Marco Zuccatti, contrabbasso; Filippo Gris, batteria.

Obiettivo del progetto “GIOSI Jazz.IT” è creare una rete di operatori pubblici e privati che, partendo dall’Italia e guardando alle piazze europee, alimenti confronti e occasioni nell’ambito della formazione dei giovani talenti, delineando e favorendo la nascita di un percorso che dalla formazione accademica porti alla concertistica e alla pluralità di professioni richieste nel mondo del lavoro musicale. In particolare, sono stati attivati 18 stage di tecniche dell’improvvisazione e musica d’insieme e 21 concerti in cui eseguire produzioni musicali realizzate nei vari stage organizzati fra i giovani musicisti selezionati sia dai conservatori italiani che europei. Grazie alle modalità organizzative di “GIOSI Jazz.IT” inoltre, agli allievi della Fondazione Siena Jazz viene offerta l’opportunità di confrontarsi con i propri colleghi di altre realtà qualificate dell’alta formazione musicale, mentre per la città di Siena è l’occasione per ospitare un alto numero di giovani talenti che oltre agli aspetti didattici e formativi possono così conoscerne e apprezzarne le numerose eccellenze nei diverti settori.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top