lunedì , 21 Giugno 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Musica » NovaraJazz 2015 dodicesima edizione
NovaraJazz 2015 dodicesima edizione

NovaraJazz 2015 dodicesima edizione

image_pdfimage_print

Giunta alla dodicesima edizione, entra nel vivo la Stagione 2014/2015 di NovaraJazz nella sua veste estiva. NovaraJazz è il palcoscenico unico nel cuore di Novara per il grande jazz, l’improvvisazione, le sperimentazioni elettroniche e le contaminazioni tra le arti. Organizzata dall’Associazione Culturale Rest-Art, questa edizione arriva dopo un’intensa rassegna invernale che dall’autunno fino a oggi ha portato in città nomi quali Marco Cappelli e Oscar Noriega, Keith e Julie Tippett, Frode Haltli e Gianni Coscia, Danilo Gallo, Steve Lehman, Craig Taborn, Paolo Angeli e Endriss Hassen, Ferner e Juliusson Duo, Antonio Zambrini e Pietro Tonolo, Massimiliano Rolff e Fabio Giachino, Nido Workshop, InSight Trio, Raw Frame, Cecile Delzant e Emanuele Francesconi, Thomas Guiducci, Mario Fragiacomo, Carlo Morena, Elisabetta Antonini e Alberto Marisco, Igor Palmieri. La nuova edizione esporta il nome della rassegna in molte località della provincia novarese e non solo, mantenendone il cuore all’interno della cornice del Broletto di Novara, che si trasformerà in un palcoscenico a cielo aperto per concerti e dj set. Un evento che tra anteprime, concerti in calendario, collaborazioni e eventi collaterali, copre l’arco di ben 4 settimane per un totale di oltre 100 appuntamenti.Momenti clou della manifestazione i concerti serali, che quest’anno vedranno protagonisti: Bo van de Graaf e Michiel Braam (4 giugno, ore 21.30, Auditorium Conservatorio Guido Cantelli, Novara), Tin Men & The Telephone (5 giugno, ore 21.30, Cortile del Broletto, Novara), Fabbrica dei Botti (6 giugno, ore 21.30, Cortile del Broletto, Novara), Xol feat. Peter Brӧtzmann (11 giugno, ore 21.30, Auditorium Conservatorio Guido Cantelli, Novara), Roberto Ottaviano e Giovanni Falzone in un concerto tributo aSteve Lacy (12 giugno, ore 21.30, Cortile del Broletto, Novara), Hackney Colliery Band (13 giugno, ore 21.30, Cortile del Broletto, Novara).

il primo weekend di concerti a Novara

 Si parte scoprendo i luoghi più belli della provincia di Novara con brunch e aperitivi, accompagnati dalla musica di grandi artisti. Giovedì 4 giugno alle 18.00con il Tramonto in Jazz di Démodé alla Cascina Graziosa di Casalino: Andrea Zampieri (clarinetto), Francesco Zanon (violino), Claudio Colaone (sassofoni),Luca Laruina (pianoforte), Carin Marzaro (basso), Alberto Zenarolla (batteria), una pocket-size orchestra del Friuli-Venezia Giulia con un repertorio crossover fra jazz, progressive, folk, rock, musica da film, ispirazioni classiche e popolari.

Alle 21.30 nell’Auditorium del Conservatorio Guido Cantelli di Novara il concerto Olanda in due con Bo van de Graaf (sassofoni) e Michiel Braam(pianoforte), due musicisti di grande rilevanza nella scena jazz europea che collaborano a diversi ensemble e progetti musicali dal 1986. Le loro performance non hanno confini musicali: improvvisazioni in cui si combinano jazz, blues e musica contemporanea, ricche di sfumature e amore per i dettagli.   Venerdì 5 giugno l’aperitivo è alle 18.00 a Galliate, nella Centrale Idroelettrica Orlandi con un concerto chitarra solo di Filippo Cosentino, considerato uno dei più apprezzati chitarristi italiani del momento e riconosciuto come il nuovo talento della scena jazz italiana della classifica Top Jazz 2014.

 Dalle 19.00 si scaldano i motori nel Cortile del Broletto, il “warm up” dei dj di NovaraJazz è il DeeJazz Warm Up. Il primo è affidato al dj Riccardo Casariaka NO fUN.Alle 21.30 il primo dei grandi concerti nel Cortile del Broletto, unica data italiana, arrivano da Amsterdam Tin Men & The Thelephone. Più che un semplice concerto, un vero e proprio spettacolo, in cui con la musica si fondono suoni presenti nella vita quotidiana, aspetti teatrali e visuali. Tre musicisti – Tony Roeal piano, Pat Cleaver al basso e Bobby Petrov alla batteria – entusiasti, cresciuti con la musica moderna, il jazz classico e contemporaneo, l’hip-hop e i ritmi balcanici, presentano il jazz in una nuova veste: seducente, divertente, stimolante, anche malvagia, ma sempre con grande profondità musicale e ritmi forti. Si sono esibiti nei maggiori festival e nei più importanti locali dei Paesi Bassi e non solo, ad esempio al North Sea Jazz Festival, Tremplin Jazz d’Avignon, Vortex, Konstanzer Jazzherbst, B-flat, Oerol, de Parade, Bimhuis, Muziekgebouw aan t IJ, Paradiso e hanno ricevuto recensioni entusiastiche sui principali quotidiani dei Paesi Bassi.Come sempre NovaraJazz dedica ampio spazio ai dj set, divenuti per l’occasione DeeJazz Set: dalle 22 in Piazza delle Erbe sarà già possibile ascoltare e ballare sulla selezione di vinili scelta da DJ D (Domenico Marafioti), mentre nel Cortile del Broletto alle 23 arrivano da Torino i Soulful con Dj Chak aka Fabulous Mr.C (Fun City Shingaling, St. Petersburg) dalla Russia con furore: pluri-campione nazionale nella nobile arte del soul, le sue esibizioni sono famose per la scelta del repertorio, sempre di grande stile. L’esibizione è accompagnata da due dei migliori “atleti” nazionali, Luis e Jimmy.

Sabato 6 giugno si apre con un brunch alle 12.00 nell’area piscina del Centro Alcarotti a Novara ospite sarà il concerto When we forget the Melody diDimitri Grechi Espinoza (sax alto) e Tito Mangialajo Rantzer (contrabbasso): nove brani che prima non esistevano e che ora esistono, fortemente ispirati alla tradizione del jazz e dell’improvvisazione, ma nel contempo calati nel presente. Un dialogo tra due musicisti che si stimano e si ascoltano con grande piacere cercando stimoli l’uno nell’altro.

Nel pomeriggio appuntamento imperdibile, sorprendente e originale: alle 17.00 in Piazza Puccini a Novara, per la prima volta al di fuori dei Paesi Bassi,KAKAFONISSIMO, il claxon concerto ideato dal musicista jazz e compositore olandese Bo van de Graaf: è un Community-Art-Event eseguito da un ampio gruppo di automobili, gli interpreti sono i proprietari/autisti delle vetture che diventano musicisti solo per questa performance. Le vetture vengono disposte in piazza come un’orchestra e gli autisti seguono le istruzioni del direttore/compositore e del suo assistente. Ogni auto ha il suo suono peculiare e questo fa in modo che l'”orchestra” sia in grado di produrre combinazioni di svariati clusters di suoni e ritmi. La composizione Kakafonissimo è un evento energico, a volte esilarante, per la gioia di tutti coloro disposti all’ascolto. L’appuntamento è organizzato in collaborazione con Maggiolino Kafer Club,Autoamatori Club Novara, Mini Maxi Club Novara.

Ale 18.00 nel Birrificio Croce di Malto di Trecate, storico partner della manifestazione e produttore della birra di NovaraJazz, BJ, il Tramonto in Jazz è conEZ Quartet, il quartetto di Enrico Zanella (chitarra e composizione) con Giovanni Po (chitarra ritmica), Matteo Zucconi (contrabbasso) e Simone Valla (sax, clarinetto). Il quartetto – partendo dall’immortale contributo di Django Reinhard – propone un ricco catalogo di brani originali dello stesso Zanella.

Alle 19.00 a Novara, nell’Art Space BASEXALTEZZA l’esibizione di Paolo Botti, in concerto solo. Paolo Botti (viola) si è fatto notare come una voce originale nel panorama jazzistico e della musica di improvvisazione. Negli ultimi anni poi ha affiancato alla viola altri strumenti insoliti come il banjo, il dobro, il mandolino, fino al violino di Stroh (sorta di violino/grammofono) al salterio ad arco e al cinese Er-Hu. La ricerca di timbriche inusuali su strumenti acustici va di pari passo al recupero delle forme musicali più arcaiche e rurali della musica afroamericana reinterpretate e filtrate attraverso la sensibilità di un musicista contemporaneo dando vita ad una sorta di folklore immaginario tra passato ancestrale e futuro. L’esibizione sarà contestuale all’inaugurazione della mostra di fumetti “Tutti vogliono suonare la batteria” di Davide Catania, fumettista catanese residente a Milano, noto per i suoi disegni dal tratto espressionista, spesso eseguiti a carboncino, e per i suoi originalissimi video realizzati montando in sequenza le fotografie di centinaia di suoi frame. Una mostra ispirata al sudore e ai muscoli degli interpreti della musica afroamericana.

Dalle 19.00 anche il Cortile del Broletto ritorna protagonista il DeeJazz Warm Up con Lello Matrone aka MadL.Alle 21.30 sale sul palco del Cortile del Broletto la Fabbrica dei Botti. La Fabbrica dei Botti è il luogo in cui alcuni tra i migliori improvvisatori della scena italiana del jazz e dell’avanguardia hanno deciso di darsi appuntamento per provare a tracciare percorsi possibili tra la concretezza del blues e l’astrazione dell’improvvisazione. L’ensemble è composta da Paolo Botti (viola, banjo), Luca Calabrese (tromba), Dimitri Grechi Espinoza (sax contralto), Edoardo Marraffa (sax contralto), Tony Cattaneo (trombone), Tito Mangialajo Rantzer (contrabbasso), Zeno De Rossi (batteria) e Mariangela Tandoi (fisarmonica).Il progetto, presentato a NovaraJazz nella sua versione originale, sarà contemporaneamente in uscita in un cd allegato alla prestigiosa rivista Musica Jazz.Dalle 22 torna ancora in Piazza delle Erbe il DeeJazz Set di DJ D, e nel Cortile del Broletto alle 23 Luis e Jimmy di Soulful Torino, “pesi massimi” dell’R&B e del soul su giradischi e manager della label Soulful Torino che ha recentemente rilanciato la storica linea di quarantacinque giri, con produzioni (Soulful Orchestra feat Sister Cookie / Sarah Gardner, the legendary New Swing Sextet) e riedizioni di tracce perse nel tempo, riofferte su singolo in vinile per la gioia di collezionisti, dj’s e club punters. Con loro sul palco del Broletto il dj russo Dj Chak aka Fabulous Mr.C.

E per chi ancora non è stanco il weekend si conclude con gli Afterparty allo 049 in Piazza Martiri, venerdì 5 e sabato 6 giugno da mezzanotte in avanti, affidati alle sapienti mani di Dj Chak aka Fabulous Mr.C e Jimmy e Luis Soulful

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top