martedì , 30 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » Dal 3 febbraio riprendono i lunedì de “La Scimmia Nuda”

Dal 3 febbraio riprendono i lunedì de “La Scimmia Nuda”

image_pdfimage_print

A febbraio proseguono i lunedì del collettivo di musicisti de “La Scimmia Nuda” alla Casa della Contadinanza di Udine con un calendario di concerti caratterizzati dalla forte connotazione sperimentale, rafforzati dalla presenza di alcuni ospiti speciali: l’eclettico sassofonista Antonio Marangolo il 3 febbraio, il pianista e arrangiatore friulano Rudy Fantin il 10 febbraio, il duo sassofono/contrabbasso Filippo Orefice e Alessandro Turchet il 17 febbraio e il virtuoso chitarrista toscano Roberto Rossi il 24 febbraio. 

Il progetto de La Scimmia Nuda è organizzato dall’Associazione Culturale LiveAct, una start-up che ha come preciso intento quello di diventare un collettore di idee e di esperienze, in grado di portare nel mercato artistico nuove risorse economiche e un nuovo impulso alla scena musicale. LiveAct ha deciso di intraprendere un percorso partecipato che porterà a finanziare la propria attività con le donazioni private, forti della convinzione che sia giunto il momento che ciascuno si riappropri della libertà di finanziare direttamente iniziative e progetti che ritiene meritevoli di essere supportati. Per consentire il coinvolgimento del singolo nel sostegno dei progetti proposti, tutti gli eventi de La Scimmia Nuda sono e saranno ad ingresso gratuito. Il progetto de La Scimmia Nuda da novembre arricchisce lo scenario artistico e culturale di Udine, proponendo ogni lunedì un modo diverso di vivere la musica, che permette al pubblico di cenare (prenotazione tavoli al 329.2496211) assistendo al concerto di musicisti di primo livello che sfocia poi nella jam session aperta a tutti, vero momento d’interazione e contatto. La Scimmia si sgretola e si ricompone, si allarga e si stringe, muta il suo organico e rompe le tradizionali barriere tra pubblico e musicisti ridando la vera funzione sociale alla musica live: interazione e contaminazione.LA SCIMMIA NUDA

La Scimmia Nuda apre il mese di febbraio con le composizioni minimali di Antonio Marangolo, artista completo ed ecclettico, sassofonista, compositore, arrangiatore, scrittore e pittore, che vanta importanti collaborazioni con Francesco Guccini, Paolo Conte, Vinicio Capossela e che sarà ospite del collettivo in evoluzione il prossimo lunedì 3 febbraio alla Casa della Contadinanza di Udine. Dotato un’ampia e personale visione della musica e di uno spiccato talento melodico, Marangolo trasporterà il quintetto su territori musicali inesplorati e stimolanti per un percorso musicale in continua evoluzione. Andranno dunque in scena per l’occasione Francesco Bertolini alla chitarra, Federico Missio e Antonio Marangolo ai sassofoni, Paolo Corsini al pianoforte, Roberto Franceschini al contrabbasso e Andrea Pivetta alla batteria.

Secondo appuntamento del mese fissato per lunedì 10 febbraio con La Scimmia Nuda feat. Rudy Fantin, pianista, tastierista ed arrangiatore friulano; è Direttore del F.V.G. Gospel Choir e ha partecipato all’ultimo concerto italiano di Stevie Wonder all’Arena di Verona.

 

Elia Falaschi

Elia Falaschi

Lunedì 17 febbraio si prosegue con La Scimmia Nuda feat. Filippo Orefice/Alessandro Turchet.

Filippo Orefice

Filippo Orefice

Filippo Orefice è giovane musicista friulano, allievo di Daniele D´Agaro al sassofono e clarinetto. Si è laureato nel 2009 all’Università di Musica e delle Arti di Graz (Austria) e ha partecipato ai seminari d’icone mondiali quali Ohad Talmore, Billy Hart, Dave Liebman, Bob Brookmeyer, Adam Nussbaum, Jerry Bergonzi e altri. Alessandro Turchet si è formato al basso elettrico sotto la guida di Piero Cescut e al contrabbasso sotto la guida del Maestro Romano Todesco.

L’ultimo appuntamento di febbraio è in programma per lunedì 24 con Roberto Rossi, ospite speciale de La Scimmia Nuda. Classe 1973 e originario di Arezzo, Rossi si diploma alla chitarra con il Maestro Giorgio Albiani e nei primi anni duemila si avvia all’attività concertistica iniziando con l’eclettico gruppo di musica popolare dell’appennino tosco-emiliano de “I Viulan”.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top