venerdì , 30 Luglio 2021
Notizie più calde //
Home » HOT » CONSERVATORIO TARTINI DI TRIESTE L’OMAGGIO AL VIOLONCELLO FRA SONORITA’ SPAGNOLE E BEETHOVEN per I MERCOLEDÌ DEL CONSERVATORIO

CONSERVATORIO TARTINI DI TRIESTE L’OMAGGIO AL VIOLONCELLO FRA SONORITA’ SPAGNOLE E BEETHOVEN per I MERCOLEDÌ DEL CONSERVATORIO

image_pdfimage_print

Un recital pianoforte – violoncello nel quale risuonano anche partiture di Bernhard Romberg aiuta a comprendere l’evoluzione legata a questo strumento, fortemente innovato dall’autore e musicista tedesco, che ha allungato la tastiera del violoncello introducendo l’uso di aumentare l’inclinazione della tastiera e di rettificarla in corrispondenza della terza e quarta corda, per permettere maggiore libertà di vibrato. Romberg è

Brenno Ambrosini

Brenno Ambrosini

anche noto per  aver uniformato la notazione musicale per il violoncello stabilendo la convenzione dell’uso di sole tre chiavi: quella di basso, quella di tenore e quella di violino. Prima di lui, era comune utilizzare tutto il setticlavio per il violoncello. Si preannuncia dunque di particolare fascino e interesse il Cello & Piano – Duo Recital del pianista Brenno Ambrosini con il violoncellista Josè Enrique Bouché, in programma mercoledì 26 novembre, nell’Aula Magna del Conservatorio Tartini di via Ghega 12 a Trieste (ore 20.30), sesto concerto dei “Mercoledì del Conservatorio” autunno – inverno 2014/2015
Il concerto, infatti, sarà scandito da musiche di Ludwig van Beethoven (Sonata n. 2 in sol minore op. 5 n. 2), Bernhard H. Romberg (Sonata in Sol maggiore op. 43 n. 3), Joaquín Nin (Suite Española) e Gaspar Cassadó (Sonata nello Stilo Antico Spagnuolo e Requiebros). Un piacevolissimo mix di sonorità spagnole e Centro-europee nella serata che il Tartini organizza in collaborazione con il Conservatorio Superior de musica Castellon (Spagna). Come sempre l’ingresso è libero, previa prenotazione: info 040.6724911 www.conservatorio.trieste.it

José Enrique Bouché, nativo di Castellon (Spagna) e docente di violoncello allo  ISEACV-Conservatorio Superior “Salvador Seguí” di Castellón (Spain), ha studiato al “Real Conservatorio Superior de Música de Madrid”, al “Centre Internacional d´Ensenyaments Musicals de Barcelona” e al “ Conservatorio Superior de Salamanca”. Ha tenuto concerti in Spagna, Francia, Italia, Regno Unito, Portogallo, Romania, Svizzera, Argentina, Chile, Uruguay, El Salvador, Brasile, Norvegia, Giappone e Stati Uniti. Partecipando spesso a festival quali il  Festival Internacional de Santander (Spagna), il Festival Internacional “Chopin” di Valldemossa, Festival de Música Contemporánea di Alicante, Cicli de Música da Cámara di Cajamadrid, Festival de Música de Cámara de Segovia, Fundación March, Children4Music (Londra), Puentes Project-New York (E.E.U.U.), , Festival Grieg in Bergen (Norvegia), etc.. Bouché ha registrato parecchi Cd  come solista e in formazioni cameristiche, suona in duo con i pianisti Juan Carlos Cornelles e Brenno Ambrosini e ha collaborato con prestigiosi musicisti quali Michael Thomas, Ilya Grubert, Vasko Vassilev, Alexandru Gavrilovici, Nobuko Imai, Imre Rohmann, Michiko Tsuda, Joan Enric Lluna, Massimo Paris and Cuarteto Leonor. Con formazioni orchestrali quali  Orquesta Sinfónica de Castellón, Orquesta Sinfónica del Mediterráneo, Orquesta de les Arts,  Camerata de Madrid, Castelló XXI, Nomos Group, Trío of Paris, etc. E’ invitato regolarmente a tenere masterclass in Spagna e in vari paesi europei e a curare orchestre giovanili quali  Jove Orquestra de la Generalitat Valenciana, Jove Orquestra Simfònica de Castelló, JOBASCYL de Castilla y León, Orquesta Juvenil “Don Bosco” de El Salvador and The World Orchestra. Bouché suona un violoncello  Gaetano Gadda  (Mantova, 1934).

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top