domenica , 26 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Musica » Concerto per il 150° Anniversario dalla nascita di Ferruccio Busoni. Trieste 1 aprile Teatro Verdi
Concerto per il 150° Anniversario dalla nascita di Ferruccio Busoni. Trieste 1 aprile Teatro Verdi

Concerto per il 150° Anniversario dalla nascita di Ferruccio Busoni. Trieste 1 aprile Teatro Verdi

image_pdfimage_print

Nell’ambito delle celebrazioni per il 150° anniversario della nascita di Ferruccio Busoni, venerdì 1. aprile alle ore 20.30, nella Sala del ridotto “Victor De Sabata” del Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, si terrà il concerto dell’Orchestra Ferruccio Busoni diretta dal Maestro Massimo Belli con la pianista coreana Ji-Yeong Chloe Mun.

Il programma sarà interamente dedicato alle musiche del grande pianista e compositore di madre triestina, che a Trieste si è formato culturalmente ed è musicalmente cresciuto: i Canti Popolari Finlandesi nella versione per orchestra di Marco Sofianopulo dedicata all’orchestra Busoni, il Concerto per pianoforte e archi in RE minore e il Quartetto op. 19.

L’Orchestra da Camera “Ferruccio Busoni” è un complesso storico fondato nel 1965 da Aldo Belli. È una delle prime orchestre da camera sorte in Italia nel dopoguerra ed è la più antica del Friuli Venezia Giulia. Si è posta all’attenzione del pubblico e della critica suonando in Italia e in Europa con solisti d’eccezione e ha al suo attivo molte prime esecuzioni assolute. Direttore dell’Orchestra è Massimo Belli. Diplomato con il massimo dei voti e la lode, il M° Belli è stato premiato in numerosi concorsi nazionali e internazionali, ha suonato da solista e diretto, nelle più importanti sale italiane, in tutta Europa, ex Unione Sovietica, Turchia e Sud America.

Vincitrice del Concorso di Ginevra (primo premio all’unanimità) e del Concorso Busoni (prima pianista asiatica a vincere il primo premio dal 1949), Ji-Yeong Mun – in arte Chloe Mun – pare ricalcare le orme di Martha Argerich, che nel 1957 si aggiudicò entrambi i premi dando il via a una brillante carriera su scala mondiale. Grazie al suo approccio assolutamente genuino e naturale verso lo strumento, la sudcoreana classe 1995 si è guadagnata negli ultimi anni il consenso del pubblico e di prestigiose giurie internazionali. Jörg Demus, presidente della giuria della 60° edizione del Concorso Busoni, ha affermato sul suo conto “ho riscoperto in lei una naturalezza musicale che credevo scomparsa”.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top