domenica , 22 Maggio 2022
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Cinema » L’ESTATE DI GIACOMO da venerdì 20 luglio nelle sale distribuito dalla Tucker Film

L’ESTATE DI GIACOMO da venerdì 20 luglio nelle sale distribuito dalla Tucker Film

Presentato in anteprima mondiale al Festival di Locarno 2011 (dove si è aggiudicato il Pardo d’Oro “Cineasti del presente”) e selezionato in oltre 20 festival internazionali arriva finalmente nelle sale italiane L’ESTATE DI GIACOMO, il delicato e poetico film di Alessandro Comodin.  Giacomo è un ragazzo di diciannove anni cui un’operazione chirurgica ha ridato l’udito. I rumori, i suoni, le voci della natura, permetteranno a Giacomo di vivere una vera iniziazione alla dimensione adulta e un nuovo apprendistato dei sensi. Tutto attorno a lui è fatato e tutto appare come una nuova scoperta. Girando nella campagna friulana, la macchina da presa di Comodin, trasparente, insegue Giacomo e Stefania, sua amica d’infanzia, nel bosco che costeggia il fiume. Loro due soli e liberi, durante un pomeriggio che sembra durare il tempo di un’estate …  Alessandro Comodin, classe 1982, nato a San Vito al Tagliamento e originario di Teor, dopo aver studiato le tecniche del cinema a Bruxelles, si è fatto notare al Festival di Cannes nel 2009. Il suo primo film, prodotto nel 2008, Jagdfieber – La febbre della caccia aveva conquistato le attenzioni dell’allora direttore della Quinzaine des réalisateurs, Olivere Père (e attuale direttore del Festival di Locarno), che non aveva esitato a inserirlo nella selezione ufficiale legata ai mediometraggi.  Prodotto dalla Faber Film in coproduzione con la friulana Tucker Film, la belga Les Films Nus di Bruxelles e la francese Les Films d’Ici – finanziato dal Fondo Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia –, L’ESTATE DI GIACOMO sarà distribuito in Italia dal venerdì 20 luglio e pochi giorni prima (il 4 luglio) in Francia, dove uscirà in una decina di sale.

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top