lunedì , 26 Luglio 2021
Notizie più calde //
Home » HOT » INIZIA LA V EDIZIONE DI PASCHALIA Passione e Resurrezione nella tradizione musicale 7 marzo 2015 – 19 aprile 2015

INIZIA LA V EDIZIONE DI PASCHALIA Passione e Resurrezione nella tradizione musicale 7 marzo 2015 – 19 aprile 2015

image_pdfimage_print

Dal 7 marzo al 19 aprile centinaia di coristi della regione Friuli Venezia Giulia condivideranno l’esperienza della quinta edizione di Paschalia, il grande progetto di rete che si svolge con le stesse modalità del popolarissimo cartellone natalizio Nativitas, promuovendo e inserendo in un circuito unico le proposte musicali ideate dai cori partecipanti, favorendo la conoscenza reciproca, valorizzando inoltre luoghi di interesse storico e artistico sul territorio regionale. Entrambi i progetti vengono promossi fin dalla prima edizione dall’Unione Società Corali del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con le Associazioni Provinciali e l’Uccs-Zskd, con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Veneza Giulia.

Saranno oltre cinquanta gli eventi nelle chiese dell’intero territorio regionale che offriranno musica legata alle celebrazioni religiose, liturgie della quaresima e del tempo pasquale con musica antica, programmi monografici o florilegi di brani rinascimentali, ottocenteschi e contemporanei, meditazioni musicali, vespri e mattutini delle tenebre, programmi scelti considerando la propria tradizione locale, oppure con uno sguardo al repertorio internazionale.

I misteri cristiani di passione e resurrezione hanno costituito nei secoli fonte di ispirazione per brani musicali ricchi di particolare intensità. Un ruolo principe sarà dedicato ai Requiem, legati al periodo quaresimale più idealmente che liturgicamente, ma che offrono ai cori la possibilità di affrontare capolavori musicali assoluti. In questo ambito corali riunite proporranno i Requiem di Mozart, Perosi e Saint-Saëns. Nel filone degli Stabat Mater (quello di Haydn, ma anche quello di Sisask) si inserirà anche il Planctus Mariae della tradizione cividalese, ma le profonde meditazioni musicali dei giorni precedenti la Pasqua comprenderanno anche le Sette parole di Cristo sulla croce di Franck e i Responsori delle Tenebre di Carlo Gesualdo e Tomas Luis de Victoria. Non mancherà un omaggio a Marco Sofianopulo, mentre le messe pasquali rientreranno come di consueto nel numero degli appuntamenti immancabili di Paschalia.

Il calendario più intenso si concentrerà come sempre nei giorni della Settimana santa e delle feste pasquali, ma il programma si aprirà ufficialmente sabato 7 marzo tra Bibione, Cordenons e Trieste. La giornata corale inizierà alle 18.30 a Trieste nella Chiesa di Santa Caterina con la celebrazione liturgica accompagnata dal canto gregoriano con il gruppo Laetare. Alle 21.00 la musica di Paschalia incontrerà il pubblico di Cordenons con un evento a cori riuniti per l’esecuzione del celebre Requiem KV626 di Wolfgang Amadeus Mozart. L’interpretazione sarà affidata all’Accademia musicale Naonis, al Gruppo vocale Città di San Vito, alla Corale di Rauscedo, all’Ensemble Armonia e all’Accademia d’archi Arrigoni diretta da Domenico Mason.

La rassegna avrà due tappe in Veneto, delle quali la prima proprio nella giornata di apertura, nella chiesa di Santa Maria Assunta a Bibione, dove la Corale Caminese di Camino al Tagliamento (Udine) presenterà un programma di canti di autori ed epoche diverse accomunati dal tema della Settimana Santa, dal titolo Esto perenne mentibus.

Nella prima fase della rassegna gli eventi si concentreranno nei fine settimana; dopo la giornata di apertura, Paschalia riprenderà il 13 e 15 marzo con la Meditazione musicale dei cori Candotti di Codroipo e Vocincanto di San Daniele a Carpacco di Dignano e la messa nel suggestivo Santuario di Muggia Vecchia con gli Amici del canto gregoriano di Trieste.

Il dettaglio degli eventi con tutti gli aggiornamenti è a disposizione sulla pagina www.uscifvg.it. Tutti i concerti sono a ingresso libero.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top