domenica , 9 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » Gorizia e provincia » Il Verdi di Gorizia chiude la stagione all’insegna del successo con gli Earth Wind & Fire Experience feat. Al McKay

Il Verdi di Gorizia chiude la stagione all’insegna del successo con gli Earth Wind & Fire Experience feat. Al McKay

image_pdfimage_print

Chiude all’insegna del successo la stagione artistica del Teatro “Giuseppe Verdi” di Gorizia: gli Earth Wind & Fire Experience, band di dieci musicisti creata dal cantante e polistrumentista Maurice White, paga di un’indiscutibile fama internazionale che decollò già a partire dai primi anni ’70, sono stati capaci di trasformare l’ambiente canonico e fin troppo formale che si respira solitamente fra la platea e le gallerie in una spettacolare atmosfera fatta di luci, balli e musica, soprattutto musica, secondo una linea per nulla convenzionale per un pubblico abituato a rimanere seduto e a godersi le performance degli artisti senza intimità, confidenza e calore.

Non c’è voluto molto, infatti, perché gli astanti si alzassero per occupare il sottopalco e scatenarsi a tempo di soul, R&B, jazz, fusion, pop e disco, travolti dal ritmo dance e dagli inconfondibili timbri black dei cantanti che hanno messo in scena coinvolgenti e coloratissime coreografie ; un’ora e mezza di un appassionante show, in cui melodie memorabili si sono susseguite a falsetti, acuti, vibrati e incredibili assoli pieni di virtuosismo.

Un sassofonista, tre trombettisti, un percussionista, un batterista, un tastierista, un bassista, tre voci e un chitarrista, Al Mckay, protagonista fondamentale degli anni d’oro degli EW&F che questa volta ha scelto di ritornare con la sua vecchia formazione a cui fin dall’inizio impresse il tipico sound che della band ne porta il marchio, mai più ritrovato dopo il suo distacco dal gruppo avvenuto nel 1981. Dal 1983 infatti gli EW&F cominciano a disgregarsi e, dopo varie reunion, da allora sono costretti a cambiare continuamente membri.

Uno spettacolo che celebra la black music non avrebbe potuto non risultare così emozionante anche per il pacato pubblico teatrale che ha risposto alla componente ballabile nel migliore dei modi: la rigogliosa miscela della musica nera ha rapito tutti, stropicciando vestiti, scompigliando capelli e facendo allungare i colletti alle camicie. Un successo, si diceva, irresistibile.

Ingrid Leschiutta

About Ingrid Leschiutta

Avatar

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top