sabato , 27 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Ennio Marchetto ritorna nel circuito ERT

Ennio Marchetto ritorna nel circuito ERT

image_pdfimage_print

Il comico e cabarettista Ennio Marchetto ritorna nel circuito ERT – dopo i successi delle scorse stagioni – con “A qualcuno piace carta”. L’artista veneziano, noto e apprezzato in tutto il mondo per i suoi esilaranti trasformismi, sarà ospite di SanVitoTeatro giovedì 16 febbraio, alle 20.45, all’Auditorium Centro Civico. Lo show di Ennio Marchetto si avvale della collaborazione di Sosthen Hennekam, stilista e scenografo, autore dei celebri abiti di carta che Marchetto utilizza in scena.  All’inizio degli anni Ottanta Ennio Marchetto frequenta la scuola d’arte e crea fantasiosi costumi per il Carnevale usando materiali di recupero. Nel 1985 uno stage con Lindsay Kemp stimola in lui la passione per il teatro, il mimo e la danza. Nel 1986 si trasferisce per un anno a Parigi, dove lavora in vari cabaret. Nel 1988 vince il 4° concorso per nuovi comici “La Zanzara d’Oro”, ma è nel 1990, con la partecipazione al Fringe Festival di Edimburgo, che conquista i più severi critici inglesi e il suo show diventa subito un cult. Inizia, così, la carriera di star internazionale sui palcoscenici di tutto il mondo, da Parigi a San Francisco, passando per New York, San Francisco, Amsterdam, Dubai, Londra… Nel 2003 vince il “Laurence Olivier Award” per il miglior spettacolo comico dell’anno.  Ma cosa accade in uno show di Ennio Marchetto? Ci sono dei costumi di carta che raffigurano grandi cantanti e grandi personaggi italiani e stranieri; dietro c’è lui, straordinario performer, a dar vita a questi costumi ripetendo movenze e tic delle grandi star. Ma “A qualcuno piace carta” non è solo questo. Come per i più grandi trasformisti, la forza dello spettacolo sta nella straordinaria velocità con cui Ennio Marchetto muove i costumi, li apre, aggiunge particolari disegnati e parrucche di carta: Whitney Houston, Tina Turner, Luciano Pavarotti, Mina, Patty Pravo, Liza Minelli, Marylin Monroe, Lucio Dalla, Vasco Rossi, Madonna… sono solo alcuni dei 200 costumi della galleria inventata dall’artista veneziano per uno spettacolo che è una vera Babilonia di musica, teatro e creatività. Per maggiori informazioni consultare il sito dell’ERT www.ertfvg.it oppure contattare il Punto IAT di San Vito al Tagliamento (0434/80251).

Per la settimana appena iniziata segnaliamo tra l’altro : oggi 13 e domani 14 Il racconto d’inverno di William Shakespeare   Interpreti principali: Ferdinando Bruni, Cristina Crippa,Elena Russo Arman, Corinna Agustoni, Luca Toracca, Cristian Giammarini, Nicola Stravalaci, Federico Vanni, Enzo Curcurù, Alejandro Bruni Ocaña, Camilla Semino Favro, Umberto Petranca Regia: Ferdinando Bruni e Elio De Capitani al Teatro Comunale di Monfalcone. Invece a Codroipo – Teatro “Benois-De Cecco”
in programma Open Day
martedì 14 con replica mercoledì 15 a Cordenons – Auditorium “Moro” di Walter Fontana Interpreti principali:
Angela Finocchiaro e Michele Di Mauro
Regia: Ruggero Cara:
Dopo i trionfi cinematografici del 2010 e il successo teatrale di Miss Universo, Angela Finocchiaro collabora nuovamente con Walter Fontana in uno spettacolo ironico, tagliente e ricco di emozioni. Accanto al bravo Michele Di Mauro metterà in scena l’interrogativo che riguarda un po’ tutti noi: come guardiamo al futuro quando non sappiamo bene come comportarci col presente?

Angela Finocchiaro mattatrice in Open Day

Prosegue sempre per il circuito ERT_FVG la repplica di Caracreatura di Pino Roveredo Interpreti principali: Maria Grazia Plos Regia: Franco Però con appuntamenti a Tolmezzo – Teatro “Luigi Candoni” – (Tolmezzo) il 15 febbraio e Latisana – Teatro Comunale “Odeon” il successivo 16 febbraio giovedì.

Venerdì 17  a Zoppola presso il teatro Comunale,Due uomini e un cullo di Giorgio Monte e Manuel Buttus Interpreti principali:
Giorgio Monte e Manuel Buttus
Regia: Giorgio Monte.
Uno spettacolo divertente e ironico, scritto in friulano e italiano. Ed infine a Casarsa della Delizia – Teatro Pier Paolo Pasolini sempre venerdì il grande Paolo Poli sarà l’interpre de IL mare due tempi di Paolo Poli da Anna Maria Ortese racconti di Anna Maria Ortese composti nel lungo arco di tempo che va dagli anni Trenta ai Settanta, riflettono sorprendentemente la complessa personalità dell’autrice.

Paolo Poli mattatore de: Il Mare

 

Storie quasi senza storia che dipingono una realtà tragica come attraverso un sogno. Ad una rilettura odierna sembrano rievocare la teatrale tenerezza del Tasso o la cinematografica leggerezza dell’Ariosto. Gli avvenimenti narrati sono visti attraverso il ricordo struggente: l’infanzia infelice, ma luminosa, l’adolescenza insicura, ma traboccante, l’amore sfiorato, ma mai posseduto. Figure e figurine di una italietta arrancante nella storia dove le canzonette fanno la parte del leone. Accanto a Poli gli attori che da sempre lo accompagnano in un tipo di teatro personalissimo. Le scene del grande Luzzati enfatizzano la pittura novecentesca. I costumi fantasiosi di Calì sorprendono ancora una volta. Le musiche di Perrotin persuadono arditamente. Insomma una nuova produzione della premiata ditta Sorrisi e Veleni.

La redazione

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top