domenica , 26 Settembre 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Danza » Festival della Danza A Monfalcone, venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 settembre.
Festival della Danza A Monfalcone, venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 settembre.

Festival della Danza A Monfalcone, venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 settembre.

image_pdfimage_print

Visto il grande successo delle ultime edizioni e l’analoga positiva ricaduta sulle attività commerciali e di servizio, il Comune di Monfalcone organizza la settima edizione del Festival della Danza da venerdì 17 a domenica 19 settembre (un giorno in più rispetto alle passate edizioni) nelle piazze e nei luoghi caratteristici della città, appositamente attrezzati con palchi e altre strutture, nel pieno rispetto delle prescrizioni anti Covid e della sicurezza. Il Festival della Danza è un evento molto atteso per le esibizioni di grande prestigio e rilevanza nazionale, organizzato dall’Assessorato alla Cultura, insieme alla Consulta Cultura, alle trenta Scuole di Danza del territorio regionale, alle Associazioni di categoria Ascom, Viva Centro, Confartigianato e CNA e ai professionisti del settore.

Il ricco programma del Festival della Danza è stato presentato, durante una conferenza stampa alla Rocca di Monfalcone, dal Sindaco Anna Maria Cisint, dall’Assessore al Rilancio del commercio, marketing territoriale e sviluppo turistico, eventi, cultura Luca Fasan, presente l’Assessore allo sport, associazionismo e relazione con i rioni, Francesco Volante, e dalla Coordinatrice delle scuole di danza Eleonora Violin. E’ seguita una breve ma suggestiva performance di danza “Twenty/TwentyOne” a cura del Club Diamante.

“Il fabbisogno di danza, di ballo, che si sente così forte in questa città è cresciuto ulteriormente – ha affermato il Sindaco, Anna Maria Cisint – “quindi abbiamo voluto accompagnare questo entusiasmo aggiungendo una giornata alla settima edizione del Festival. Senza la grandissima collaborazione di un gruppo di lavoro così coeso – dagli uffici del Comune alle tante scuole di danza di tutta la regione – e la partecipazione, ancora una volta, dei commercianti e dei ristoratori della città non sarebbe possibile offrire un Festival così ricco di eventi e di opportunità”.

“Continua anche a settembre, dopo il grande successo estivo, il programma monfalconese degli eventi. Come sempre molto attesa – ha affermato l’Assessore alla cultura Luca Fasan – “la settima edizione del Festival della Danza trasformerà la città in un grande palcoscenico ove, dall’alba al tramonto, oltre 30 scuole si esibiranno nelle location più esclusive e coinvolgenti di Monfalcone. Classico, contemporaneo, moderno e molti altri, saranno gli stili che potremo ammirare unitamente alle Masterclass in una kermesse artistica di grande levatura. Tra la festa di colori e movenze anche bar, ristoranti e negozi si stanno preparando all’evento con vetrine a tema e piatti pensati per l’occasione. Ancora una volta arte, danza ed eventi non rappresentano solo un importante messaggio culturale, ma un grande supporto a sostegno delle imprese e della nostra economia”.

La settima edizione del Festival della Danza desidera ricordare una delle più grandi ballerine del XX secolo, Carla Fracci, una grande donna che ha fatto dell’arte e della danza classica la sua vita. Per le ballerine e i ballerini italiani, e non solo, rappresenta la passione, la disciplina, la costanza, l’arte personificata. Un esempio di grandezza non solo nel mondo della danza.

Importante novità di questa edizione la durata del festival, che prevede tre giorni di manifestazione, e la musica dal vivo che accompagnerà alcune esibizioni dei ballerini, venerdì pomeriggio e sabato pomeriggio.

Ospiti speciali saranno Marcello SacchettaMartina MiliddiVincenzo Durevole e Giovanna D’Anna, che si esibiranno in pubblico sabato 18 e domenica 19 settembre sul palco in piazza della Repubblica.

Grazie alla collaborazione delle Associazioni di categoria Ascom, Viva Centro, Confartigianato e CNA, a Monfalcone si potrà assaporare l’atmosfera della danza: saranno allestite delle vetrine a tema, ideati cocktail e menù dedicati all’evento dalle attività di somministrazione.

Il Festival della Danza si aprirà venerdì 17 settembre alle ore 18.00, in piazza della Repubblica, con uno spettacolo carico di emozioni, riflessioni e suggestioni, grazie alla musica dal vivo. Dopo i saluti istituzionali e l’inaugurazione, alle 19.30, i danzatori di Viento Flamenco si esibiranno nella danza di Flamenco “Mujeres que Luchan” con l’accompagnamento di chitarra, percussioni e voce. Seguirà l’esibizione di Street Dance, “The Orion” a cura della Ilydance Studio.

Sabato 18 settembre, alle ore 12.00 in piazza Unità d’Italia, “Human dance technique” con Giorgio Rivari e dalle 15.45 le esibizioni delle Scuole di danza in piazza Falcone Borsellino, in piazza Unità d’Italia e piazza della Repubblica. Nel tardo pomeriggio, durante l’esibizione della scuola ADS Ballet Club di Ronchi dei Legionari, suonerà l’Orchestra d’archi dell’Associazione Culturale e Musicale di Farra d’Isonzo: una ventina di musicisti, diretti da Annalisa Clemente, eseguiranno musiche di Antonio Vivaldi e Leroy Anderson. In particolare Simone Valente e Barbara Masseni al violino e Francesco Milanese al violoncello suoneranno l’opera 3 n. 11 di Antonio Vivaldi.

Alle 18, in parrocchia del S.S. Redentore si esibirà Coppelia Danza di Monfalcone, mentre sulla Rocca, due saranno gli spettacoli dal vivo: “The Indian Garden” a cura di ASCD Salammbò, dedicato alle danze orientali, e “Ethnika” eseguito da Moonflower Tribal Dance, con la direzione artistica di Patrizia Pin. Sarà attivo il servizio Rocca bus gratuito. La serata si concluderà alle 20 in piazza della Repubblica con il Gala di Danza, che prevede l’esibizione di Axis Danza di Udine e Gradisca d’Isonzo, le premiazioni dei giovani talenti e l’esibizione del ballerino Marcello Sacchetta.

Domenica 19 settembre, proseguiranno dalle 15.45 le esibizioni delle piazze delle Scuole di Danza e alle 19.30, in piazza della Repubblica, la conclusione del Festival con spettacoli dal vivo: latino “One Hundred Years” a cura del Club Diamante, esibizioni di Vincenzo Durevole e Giovanna D’Anna, di Martina Miliddi e di The Lab Collettivo Contemporaneo con “Grapes”.  Come da tradizione, nelle tre giornate saranno organizzate le Masterclass, al Palazzetto dello Sport e nella Sala Polifunzionale don Foschian in Largo Isonzo, la cui partecipazione è riservata agli allievi delle scuole partecipanti al Festival (prenotazione obbligatoria alla mail info@ele-dance.com).

Venerdì 17 settembre
Sala Polifunzionale Largo Isonzo

17.00 – 19.00 – Contemporaneo con The Lab Collettivo contemporaneo

20.00 – 21.30 – Afrocontemporaneo con Elisa Cecchini, Nuovo Centro Danza

Sabato 18 settembre

Palazzetto dello Sport

10.00 – 12.00 – Modern fusion con Marcello Sacchetta

Sala Polifunzionale Largo Isonzo

10.00 – 12.00 – Hip Hop con Ilydance Studio

Domenica 19 settembre

Palazzetto dello Sport

09.00 – 10.30 – Classico con Farida Faggi dal Balletto di Toscana

11.00 – 12.30 – Latin Pop con Vincenzo Durevole e Giovanna D’Anna

Il programma nel dettaglio delle esibizioni delle scuole di danza aperte al pubblico

Sabato 18 settembre, dalle 15.45, esibizioni di 13 Scuole di danza della durata di 15/20 minuti l’una, nelle postazioni di piazza Falcone e Borsellino, piazza Unità d’Italia e piazza della Repubblica

 

PIAZZA FALCONE E BORSELLINO ore 15.45 – 19.30

  1. NOI Monfalcone APS, Monfalcone
  2. Club Diamante, Fogliano Redipuglia
  3. ASD Movartex Tango, Gorizia
  4. ASD Dance Academy Nueva Clave, Gradisca d’Isonzo

PIAZZA UNITA’ D’ITALIA ore 15.45 – 19.30

  1. ASD Cenacolo Arabesque, Ronchi dei legionari
  2. ASD Èlever contatto danza, Cormons
  3. Elisa Cecchini, Nuovo Centro Danza, Monfalcone
  4. ACSD Nuovo Centro Danza, Monfalcone

PIAZZA DELLA REPUBBLICA ore 15.45 – 19.

  1. Ass. Regionale Tersicorea, Gorizia
  2. ACSD Movimento Espressivo, Pieris
  3. ASD ArteDanza, Monfalcone
  4. ASD The Lab Formazione Danza, Staranzano
  5. ASD Ballet Club, Ronchi dei Legionari

Domenica 19 settembre, dalle 15.45, si esibiranno altre 15 scuole di danze di tutta la Regione:

PIAZZA FALCONE E BORSELLINO ore 15.45 – 19.30

  1. ASD Dance & Fit Academy, Gorizia
  2. ASD Ilydance Studio, Monfalcone
  3. ASD Viento Flamenco, Monfalcone
  4. Country Dance Iron Boot, Cervignano del Friuli
  5. Country Kete Passa, Aiello del Friuli

PIAZZA UNITA’ D’ITALIA ore 15.45 – 19.30

  1. ASD Superfly, Turriaco
  2. ASCD Salice Verde, Trieste
  3. ASD Ventaglio, Trieste
  4. Scuola di Danza Ceron, Udine
  5. Axis Danza, Udine e Gradisca d’Isonzo

PIAZZA DELLA REPUBBLICA ore 15.45 – 19

  1. Ele Dance, Trieste
  2. ACSD Progetto Danza e Spettacolo, Spilimbergo
  3. ASD Vitality Dance & Fitness, San Vito di Fagagna
  4. ASD Movartex, Monfalcone
  5. Circolo San Giuseppe – Amici di Alice, Monfalcone

OSPITI SPECIALI

Marcello Sacchetta 

Nato a Napoli il 25 agosto 1983, Marcello Sacchetta è un famoso ballerino e coreografo del talent show Amici.

 Sin da piccolo coltiva la passione per la danza, condividendola con il fratello Raimondo, in arte Momo, anch’egli famoso coreografo e ballerino professionista.

 Prima di diventare un membro dei Professionisti di Amici, Marcello tentò di entrare nella scuola come allievo. Nel 2000, a 17 anni, provò l’audizione, ma ad un passo dal banco non venne ammesso.  Dopo aver lavorato sodo al fianco di importanti coreografi, nel 2013 Marcello Sacchetta è entrato a far parte del corpo professionisti della scuola. Per diverse edizioni, Marcello è anche il volto della fascia del daytime del programma in onda su Real Time. a anche ballato in diversi tour nazionali e internazionali. Artisti del calibro di Elisa, Justin Bieber, Marco Mengoni, Mika, Renato Zero, infatti, che lo hanno ingaggiato per i loro concerti.L in qualità non solo di ballerino ma anche di coreografo. Marcello ha lavorato sia nelle vesti di ballerino sia in quelle di coreografo anche al programma talent musicale a X-Factor.

Vincenzo Durevole 

Vincenzo Durevole è un ballerino professionista celebre per essere stato uno degli allievi della scuola più ambita d’Italia.  Si tratta della scuola di Amici di Maria De Filippi, il talent show televisivo di Canale 5 che ogni anno sforna personaggi più o meno bravi nell’ambito artistico. Vincenzo è stato un finalista dell’edizione 2014 del talent, vincitore della categoria danza. Il suo nome è molto famoso perché è stato il primo ballerino latinista entrato nel talent dopo l’inserimento della nuova categoria di Danza.

Classe 1992, Vincenzo nasce a Napoli. Vive in un piccolo paese della provincia di Napoli con la famiglia e fin da piccolo nutre una grandissima passione per la danza. Si descrive come un ragazzo diretto e sincero, anche se spesso a primo impatto potrebbe sembrare presuntuoso. Non ama la falsità e il suo più grande sogno è realizzarsi a livello professionale come ballerino. Proprio per questo motivo trascorre la maggior parte del tempo libero in palestra per studiare e perfezionarsi nella danza. Il suo sogno nel cassetto? Diventare un professionista affermato e aprirsi una propria scuola di danza. A trasmettergli la passione per il ballo latinoamericano è stato suo nonno: quando Vincenzo era piccolo, insegnandoli a muovere i primi passi.

 Nel 2009 vice campione italiano nella sua categoria, ma nello stesso anno ahimè la sua carriera subisce una battuta d’arresto a causa di un grave problema agli occhi; dopo tre anni di stop, torna in pista anche grazie all’aiuto della sua fidanzata Giovanna. Nel 2014 dopo una serie di provini entra nella scuola di Amici di Maria de Filippi.
Un percorso pieno di difficoltà che Vincenzo dimostra di affrontare con determinazione e passione. Il ballerino, infatti, arriva al serale del talent show tv vincendo il Premio categoria danza consegnatogli dal maestro Giuliano Peparini. Con il montepremi apre una scuola di danza a Napoli dove insegnare a bambini e ragazzi, portandolo via dalle strade, con un progetto ambizioso a di diffondere l’arte e la cultura della danza latino-americana. Durante il percorso di Amici si fa accompagnare da Giovanna d’Anna, ballerina professionista, partner anche nella vita, che lo accompagna da sempre come ballerina, partner e compagna di vita.

Giovanna D’Anna

Giovanna D’Anna è stata una delle concorrenti di Amici 13, una bellissima e giovane ballerina napoletana entrata nella scuola più famosa d’Italia insieme al suo fidanzato Vincenzo Durevole. I due bravi ballerini sono entrati in coppia e hanno subito dimostrato il loro talento, soprattutto nel ballo latino americano. La loro bravura ha conquistato sia i professori della scuola di Maria De Filippi che il pubblico a casa che ha portato Vincenzo e la sua fidanzata sino alla vittoria della categoria ballo di quell’edizione. Insieme hanno realizzato il progetto di aprire una scuola di danza a Napoli aperta ai ragazzi di ogni Età e classe sociale per allontanarli dalla strada.

Martina Miliddi 

Martina Miliddi, è un nome che potrebbe non risultare noto, ma, soprattutto i giovani conosceranno sicuramente “Martina di Amici“, la ballerina di latino americano, tanto criticata dalla maestra Celentano, che ha partecipato all’ultima edizione del talent show, andato in onda su canale 5, condotto da Maria De Filippi. Martina Miliddi entra nella scuola di Amici perché fortemente voluta dalla maestra Lorella Cuccarini.

Martina Miliddi è nata a Cagliari nel 2000. Appassionata di ballo sin da bambina, è stato proprio suo padre ad accorgersi della sua passione e del suo talento, tanto da iscriverla a una scuola di danza all’età di 5 anni e a seguirla in ogni suo allenamento e competizione. Martina ha perso il papà quando aveva appena 10 anni, Un evento tragico che ancora la fa soffrire molto e ad oggi nonostante siano passati 10 anni dalla scomparsa del suo caro papa, Martina, continua da sola la sua strada per inseguire il suo sogno, continuando a studiare danza, specializzandosi nel ballo latino americano. Nel frattempo prosegue in maniera incessante le lezioni di latino americano insieme all’insegnante Alessandra Secci, a cui deve la chiamata al campionato mondiale della Synchro Dance, dove gareggia nella categoria Adults all’età di soli 17 anni. Ad Atene, sede della rassegna iridata, Martina ha ottenuto il primo posto insieme all’altra italiana Maura Mameli, raccogliendo così un’immensa soddisfazione dopo le tante fatiche fatte per raggiungere l’obiettivo.     La vittoria ai Mondiali di Atena nella Synchro Dance non era però la prima per la ballerina di Amici, che nel proprio palmares contava già un titolo di campionessa del mondo ed europea nei due anni precedenti: nel mese di settembre del 2015 Martina aveva ottenuto il primo posto nella disciplina di danza latino americana, successo bissato agli Europei di maggio dell’anno seguente insieme a Maura Mameli ed Eleonora Garau. In questi anni, la giovane ballerina di Assemini ha continuato gli allenamenti senza sosta, fino alla chiamata forse più importante di questi suoi primi 20 anni, quella del talent condotto da Maria De Filippi.

La farmacia Al Redentore in Via IX Giugno, 36, a Monfalcone, dal 17 settembre, offre la possibilità di tamponi per coloro i quali parteciperanno al Festival della Danza, sia come pubblico sia come danzatori. I tamponi avranno il costo di e 15,00 per gli adulti, ed € 8,00 per i minorenni.

Non serve la prenotazione. 

Anche la Farmacia comunale n. 2 di Monfalcone, in via della Crociera, 14, tel: 0481-494950, offre questa possibilità, con lo stesso importo. In questo caso bisogna prenotare.

About dal corrispondente

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top