domenica , 28 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » HOT » dal 9 al 13 aprile 2014 Politeama Rossetti, Sala Assicurazioni Generali SLAVA’S SNOWSHOW

dal 9 al 13 aprile 2014 Politeama Rossetti, Sala Assicurazioni Generali SLAVA’S SNOWSHOW

image_pdfimage_print

È buffo se a teatro improvvisamente iniziano a danzare nell’aria alcuni fiocchi di neve… è insolito che cadano addirittura in platea… e se poi diventano una copiosa tormenta… allora è arrivato lo SLAVA’S SNOWSHOW! Lo spettacolo è fra i più applauditi e amati degli ultimi anni, non solo a Trieste –Yellow clown in storm (V.Mishukov) dove è andato in scena nel 2007 per ritornare con ancora maggiore successo nel 2009 ed ora 10-9-2013-8-22-23_475948nuovamente in questa stagione – ma nei più prestigiosi teatri internazionali: dal 2004 è attrazione fissa off-Broadway, da cinque anni il Piccolo Teatro di Milano lo mette in cartellone ogni stagione, e alcuni dei suoi numeri sono stati inglobati dal Cirque du Soleil nello spettacolo Alegria.foto_05_big
Il suo geniale ed eccentrico ideatore, il russo SLAVA, pluripremiato (ha meritato l’Olivier e il Time Out Award a Londra, il Drama Desk a New York, lo Stanislavskij a Mosca e il Festival Critics Award a Edimburgo) e considerato “il miglior clown del mondo”, afferma di amare «(…) un teatro che nasce inesorabilmente dai sogni e dalle fiabe; un teatro ricco di speranze e sogni, di desideri e di nostalgie, di mancanze e disillusioni. Un teatro che sfugge a qualsiasi definizione, all’interpretazione unica delle sue azioni e da qualsiasi tentativo di limitazione della sua libertà».
Lo SLAVA’S SNOWSHOW è proprio così: libero, lirico, ironico, fantasioso, divertentissimo e tenero, talvolta venato di malinconia… Raccoglie i numeri più belli e famosi del repertorio di SLAVA, che per la sua arte si ispira a maestri come Leonid Engibarov, clown triste, o al raffinato Marcel Marceau, o alla delicata comicità di Charlie Caplin. Il risultato è una serata di teatro che è limitante definire semplicemente “spettacolo”: per il pubblico è un’esperienza incredibile e inattesa, che lascia gli adulti pervasi di spirito bambino, che induce spettatori piccoli e grandi a divertirsi nella neve e a giocare assieme con i giganteschi palloni che invadono il teatro nel gran finale: e mai nessuno, alla fine, ha voglia di lasciare la sala.
10-9-2013-8-21-58_480294Ma prima di questo coup de theatre, sono molti i sortilegi e le ironie che i clown regalano alla platea, invadendola talvolta, per fare qualche dispetto esilarante.
Fra loro riconosceremo di certo Asisyai, la più famosa creazione di SLAVA, un personaggio meditabondo, gentile, poetico e commovente ma anche buffo, vestito di una tuta gialla da lavoro e con un paio di pantofole rosse soffici. All’inizio c’era solo Asisyai, un personaggio multi-sfaccettato; poteva essere gentile e spontaneo, ma ironico il minuto dopo, superbo nelle sue convinzioni con il suo invincibile “Zya!”. standing up clowns ((V.Mishukov))Ne scaturì l’idea che ogni aspetto del personaggio poteva diventare un personaggio a sè stante. Ed è nata così l’idea di un teatro di clown, ognuno diverso dall’altro ma riconoscibile e familiare ad ogni singolo spettatore.

Produzione: Tournée italiana organizzata da ATER – Associazione Teatrale Emilia Romagna In collaborazione con SLAVA e Gwenael Allan

About Enrico Liotti

Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top