sabato , 27 Novembre 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Cinema » CINEMA, IL BASAGLIA INEDITO DI GORIZIA DOMANI A FILMFORUM FESTIVAL – ‘ECCOLI’ IN PRIMA NAZIONALE

CINEMA, IL BASAGLIA INEDITO DI GORIZIA DOMANI A FILMFORUM FESTIVAL – ‘ECCOLI’ IN PRIMA NAZIONALE

image_pdfimage_print

Da sabato 5 aprile prosegue a Gorizia FilmForum Festival 2014, per ospitare l’annuale Spring School incentrata sul rapporto fra Cinema e arti visive contemporanee. Fra le novità più attese della sezione goriziana del festival spicca domani, sabato 5 aprile (Kinemax Gorizia ore 21), la prima assoluta di “Eccoli”, una produzione dedicata a Franco Basaglia, a cura dell’artista e fumettista Stefano Ricci, realizzata con il montaggio di materiali inediti della Collezione Osbat Basaglia di proprietà del Palazzo del Cinema di Gorizia/ Mediateca Provinciale “Ugo Casiraghi“, acquistati dalla famiglia Osbat grazie a un contributo della Fondazione Carigo, digitalizzati a Gorizia a cura del Laboratorio La Camera Ottica dell’Università di Udine, assemblati su montaggio di Jacopo Quadri – il noto montatore di ‘Sacro Gra’, al fianco anche di Bertolucci, Martone, Cipri’ e Maresco … – con le musiche del contrabbassista Giacomo Piermatti.  L’evento sarà accompagnato dalla pubblicazione fotografica a cura di Stefano Ricci, edita MamiVerlag, nella quale i lettori ritroveranno le atmosfere di quei filmati clinici e l’esperienza di Basaglia a Gorizia, dal 1961 al 1968. 58

«A sette anni e fino a quando ho cominciato a vivere disegnando, ho passato molto tempo con i matti. L‘estate stavamo in una casa nelle Dolomiti, costruita da un piccolo gruppo di libertari che avevano conosciuto Franco Basaglia a Gorizia. Io non lo sapevo ancora, ma quello che stavamo facendo era la conseguenza di quello che Basaglia aveva immaginato e fatto: la chiusura dei manicomi, il ritorno dei matti nella comunità delle persone …». E’ il ricordo di Stefano Ricci, disegnatore e fumettista, adesso anche filmmaker e autore del progetto “Eccoli” che racconta, con una pubblicazione e una produzione documentaria, il lavoro di Franco Basaglia negli anni pionieristici della sua direzione dell’Ospedale Psichiatrico di Gorizia. Filmati clinici e immagini completamente inedite di quegli anni sono alla base del progetto: «E’ il fondo di pellicole 16 mm girate da Giorgio Osbat all‘Ospedale Psichiatrico Provinciale di Gorizia durante la direzione di Franco Basaglia – spiega ancora Ricci –  Sono frammenti, singole sequenze brevi, filmate durante le prime sedute di musicoterapia. Immagini per le quali era andato perduto il suono:  cosí, con l‘aiuto di Jacopo Quadri e Giacomo Piermatti, abbiamo lavorato su musica e montaggio per restituire identità e dimensione storica alle persone filmate, in un omaggio a Franco Basaglia e alla sua immaginazione politica, all’eredità che ci ha consegnato realizzando un progetto non solamente italiano e senza precedenti». Levento sarà accompagnato dalla pubblicazione fotografica a cura di Stefano Ricci, edita MamiVerlag, nella quale i lettori ritroveranno le atmosfere di quei filmati clinici e l’esperienza di Basaglia a Gorizia, dal 1961 al 1968: il suo radicale lavoro di trasformazione istituzionale, i tentativi di attivare la  “comunità terapeutica” mutuata dall’intuizione di Maxwell Jones in Scozia, le nuove regole di organizzazione e di comunicazione, il rifiuto delle contenzioni fisiche e delle terapie di shock, le assemblee di reparto e plenarie, la vita comunitaria fatta anche di feste, gite, laboratori artistici nei quali finalmente cadeva la separazione coatta fra uomini e donne degenti.

La serata sarà seguita dal programma con musica dal vivo di Home Movies Afghanistan 1969: immagini inedite, girate alla fine degli anni Sessanta in Super8, da una giovane filmmaker, Anna Bavicchi.  La proiezione segna l’incontro tra Home Movies, Archivio Nazionale del Cinema di Famiglia e curatori della selezione filmica, e il musicista Renato Rinaldi, con l’assistenza di Roberto Fabrizio. Anna Bavicchi (Roma, 1944), è figlia di un dipendente del Ministero degli Esteri, Alessandro Bavicchi, console in vari Paesi, tra i quali l’Afghanistan, dove l’autrice ha vissuto per circa dieci anni dal 1963.

 

FilmForum festival è diretto dallo storico del cinema Leonardo Quaresima per il coordinamento dei ricercatori Sara Martin e Federico Zecca. Info: www.filmforumfestival.it

About Redazione

Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top