giovedì , 6 Maggio 2021
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » CALENDIDONNA SI AVVIA ALLA FINE

CALENDIDONNA SI AVVIA ALLA FINE

image_pdfimage_print

Quarta e ultima giornata della IX edizione del Festival Calendidonna dedicato alle Cittadine altrove e in programma a Udine fino all’11 marzo. Calendidonna è ideato dall’ Assessorato alla Cultura del Comune di Udine e realizzato da CSS  Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia, C.E.C. Centro Espressioni Cinematografiche, C.O.R.E. Associazione Culturale e vicino/lontano associazione culturale.

Sabato 10 marzo (ore 10 Casa della Contadinanza, Castello di Udine) il programma di Calendidonna inizia con un laboratorio di cucina dal titolo L’INTEGRAZIONE IN CUCINA con Theodora Hurustiati. Al centro del laboratorio la preparazione di due piatti vegetariani che intrecciano fusioni e contaminazioni della cucina indonesiana. Seguirà un assaggio per il pubblico presente. Theodora Hurustiati, indonesiana immigrata in Friuli, insegna Cucina etnica al Civiform di Cividale. Il suo blog “Pura Cucina” è il risultato della fusione fra i due mondi in cui ha vissuto e vive. Nel 2011 si è classificata seconda al primo talent show culinario della tv italiana, La Scuola-Cucina di Classe, del Gambero Rosso Channel.

Alle ore 16 al Teatro S. Giorgio di Udine è in programma lo spettacolo teatrale La nave di Penelope, (ingresso libero, apertura porte alle ore 15) progetto e regia di Andreina Garella, testo di Elide La Vecchia, ambientazione di Mario Fontanini, con Leyla Akgul, Valentina Ceclu, Mariama Diakhatè, Andreina Garella, Sara Jerdouh, Eugenia Michel, Mina Hamsas, Fatna Hamsas, Teresa Portesani, Viorica Revenco. Dal 2003 Festina Lente Teatro e Vagabonde hanno intrapreso un importante percorso teatrale rivolto a tutte le donne del mondo, migranti e native, per dare spazio allo scambio creativo tra le diverse culture. Da queste premesse è nata La nave di Penelope, progetto di teatro rivolto a donne coraggiose, viaggiatrici, migranti, a donne sensibili, curiose, moderne “Penelopi”, che lasciano la casa di Ulisse e si mettono in viaggio, a volte fuggono, arrivano, desiderose di fare.

Alle ore 21 (ingresso libero, apertura porte alle ore 20) al Teatro S. Giorgio di Udine, in anteprima nazionale per Calendidonna 2012, è in programma la lettura scenica di Scintille con Laura Curino che debutterà al Festival Borgio Verezzi 2012.

Scintille, testo e regia di Laura Sicignano, ricerca storica di Silvia Suriano, musiche originali di Edmondo Romano è una produzione Teatro Cargo.

New York, sabato 25 marzo 1911, ore 16.40: manca un quarto d’ora alla chiusura della fabbrica Triangle Waistshirt, produttrice di camicette, nella quale lavorano circa 600 persone, per lo più donne giovanissime. Sono immigrate italiane o dall’Europa dell’Est, conoscono a malapena l’inglese e rappresentano il principale sostegno economico per le loro famiglie. All’improvviso una scintilla. In un attimo, all’ottavo piano del grattacielo che ospita la fabbrica, prendono fuoco le camicette appese sopra le teste delle lavoratrici, gli avanzi di tessuto ammucchiati in enormi cumuli negli stanzoni, i rocchetti di filo. La tragedia si svolge in 18 minuti: 146 morti, quasi tutte ragazze. L’attrice Laura Curino rievoca questa terribile vicenda, che diventerà uno dei precedenti storici per la Giornata della Donna, dal punto di vista delle protagoniste, una madre e due figlie, emigrate dall’Italia in cerca di fortuna.

A seguire Calendidonna si conclude al Teatro S. Giorgio con CALENDIPARTY con Henrietta’s Group (Nigeria) festa conclusiva del festival (ad ingresso libero) in cui verranno proposti canti, danze tradizionali e un assaggio africano.

Per informazioni su Calendidonna www.udinecultura.it. Tutti gli eventi in programma sono a ingresso libero.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top